martedì 11 ottobre 2011

PER NON DIMENTICARE: LA NECROPOLI MESSAPICA DISTRUTTA AD ORIA NEL 2002.

.......
Nelle ultime ore riflettendo sulla questione "presunto abusivismo ed altro al castello di Oria" mi è tornato in mente lo scempio perpetrato nel 2002 in danno dei nostri beni culturali ed archeologici.
Ricordate la necropoli messapica distrutta in area ex padri vincenziani, prospiciente Piazza De Jacobis? Son passati quasi dieci anni e ancora non si è fatta chiarezza.
Dirigente l'UTC allora era l'architetto Pietro Incalza, lo stesso che risulta essere indagato oggi per la questione "sequestro castello", mentre responsabile della P.M. era un signore forestiero, uomo di fiducia dell'ex sindaco Moretto. La necropoli fu completamente distrutta, previo sbancamento di circa 300 mc di roccia per fare posto ad un campo di calcetto interrato, nella semi-indifferenza dei due predetti Dirigenti Comunali.
Fonti confidenziali degne di nota mi hanno riferito che per quei specifici lavori di sbancamento non vi era alcuna autorizzazione o D.I.A.. Esisteva invece una D.I.A per lavori di rifacimento impianto elettrico per adeguarlo alle prescritte norme di sicurezza.
Da cittadino e contribuente oritano mi piacerebbe che gli attuali Dirigenti della P.M. e dell'UTC del Comune, i quali si stanno dimostrando più attenti e sensibili rispetto ai loro predecessori, ci aiutassero a capire cosa accadde realmente in quell'occasione.
Nelle immagini seguenti il sito in questione prima e dopo lo sbancamento della roccia.


Cliccando QUI potrete leggere vari articoli correlati.
I più importanti sono: 1 - 2 - 3 - 4

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...