sabato 1 ottobre 2011

ECCO L'ORDINANZA DEL TAR DI LECCE CHE SOSPENDE LA GIUNTA MUNICIPALE DI ORIA.

..........
REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia
Lecce - Sezione Prima
ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 1352 del 2011, proposto da:

Serenella Molendini, Antonietta Perrucci, Vittoria Filomeno, Simona Di Bella, rappresentati e difesi dall'avv. Carlo Caniglia, con domicilio eletto presso Nicola De Pietro in Lecce, via B. Martello, 19;

contro

Comune di Oria, rappresentato e difeso dall'avv. Pietrantonio De Nuzzo, con domicilio eletto presso Andrea Fiocco in Lecce, via Duca degli Abruzzi 20;

nei confronti di

Claudio Zanzarelli, Cosimo Assanti, Luciano De Nuzzo, Cosimo Di Giovanni, Giuseppe Malva;

per l'annullamento
previa sospensione dell'efficacia,

dei decreti sindacali n. 8 e 8 bis, n. 9 e 9 bis, n. 10 e 10 bis, n. 11 e 11 bis, n. 12 e 12 bis, del 13-15 giugno 2011, di nomina degli assessori componenti la Giunta comunale; ed eventuali atti successivi di attribuzioni di funzioni, ovvero di modifica delle deleghe assessorili, o di rettifica dei predetti decreti e di ogni altro eventuale decreto di nomina di assessori e componenti la Giunta; nonché di qualunque atto presupposto, connesso o consequenziale; dello statuto del Comune di Oria se interpretato nel senso di legittimare la adozione di un atto di nomina della giunta che non garantisca la presenza delle donne e l'attuazione del principio di equilibrata presenza uomo/donna nella stessa giunta comunale e degli organismi politici e di direzione del Comune.

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Comune di Oria;

Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l'art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 29 settembre 2011 il dott. Luigi Viola e uditi per le parti i difensori Caniglia Carlo, De Nuzzo Pietrantonio;

Considerato:

- che, indipendentemente da ogni problematica relativa all’interpretazione della previsione dell’art. 2, 3° comma dello Statuto del Comune di Oria, la presenza in Giunta di almeno un componente di sesso femminile appare garantita dalle previsioni degli artt. 51, 1° comma Cost. e 6, 2° comma del d.lgs. 18 agosto 2000 n. 267, in una lettura destinata a rendere effettiva e non semplicemente programmatica la necessità di "promuovere la presenza di entrambi sessi nelle giunte e negli organi collegiali del comune della provincia";

-che, del resto, tale esigenza di promuovere la presenza in Giunta di Assessori di entrambi i sessi non appare raggiunta dal generico riferimento ai sondaggi eseguiti dal Sindaco di Oria, non apparendo almeno sommariamente dimostrata la completa impossibilità di individuare soggetti di sesso femminile in possesso della professionalità necessaria a ricoprire l’incarico.

P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia Lecce - Sezione Prima

Accoglie la suindicata istanza cautelare e per l'effetto:

a) sospende gli effetti degli atti impugnati;

b) fissa per la trattazione di merito del ricorso l'udienza pubblica del 22 febbraio 2012.

Compensa le spese della presente fase cautelare.

Antonio Cavallari, Presidente

Luigi Viola, Consigliere, Estensore

Massimo Santini, Referendario

DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 30/09/2011

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...