mercoledì 7 settembre 2011

DOMANDA: VI E' MAI CAPITATO DI PARTECIPARE AD UN RICEVIMENTO NUZIALE SENZA "APPOSITO INVITO SCRITTO" ???

......
(Fonte: Nuovo Quotidiano di Puglia del 6.9.2011, Francesca D'Abramo).
ORIA - LA CURIOSITA': Dopo la bufala del ricevimento Berlusconi-Toffanin, torna il tema dei fiori d'arancio. IL GIALLO DELLE NOZZE VIP AL CASTELLO. I proprietari smentiscono le voci su un matrimonio: "Festa privata".

C'è stato un matrimonio oppure no all'ombra delle torri del castello? È questa la domanda del giorno, fra i cittadini di Oria. Dopo la bufala dello scorso febbraio, secondo la quale nella residenza che fu di Federico II si sarebbe dovuto tenere il ricevimento nuziale di Piersilvio Berlusconi, il tema "fiori d'arancio" torna prepotentemente d'attualità. Questa volta però non si tratta di progetti futuri, ma di un fatto realmente accaduto. Un gran movimento di automobili e di vetture è stato notato dai residenti del centro storico l'altro giorno intorno al cancello del castello.
Fra i vicoli del borgo tante auto di lusso e fra queste sarebbe stata avvistata una sembrava proprio quella di una coppia di sposi. In verità non dovrebbe esserci nulla di così strano in tutto ciò, se non fosse che la proprietà del maniero non ha ancora le licenze necessarie per somministrare e preparare bevande e cibo nel maniero. Dunque, a rigor di logica, non potrebbe farsi alcun ricevimento.
Quella delle licenze è una questione annosa che si trascina ormai da molti mesi. L'attuale amministrazione comunale ha ereditato la patata bollente dalla precedente. Al momento i rapporti fra Comune e proprietà del castello sembrano distesi e cordiali, ma dal punto di vista legale è ancora tutto fermo dov'era: la licenza non c'è. La famiglia Romanin, che (ha acquistato la struttura e che gestisce già il ristorante Borgo Ducale), non ha mai fatto mistero di voler organizzare cerimonie nuziali di alto profilo nel castello, con l'obiettivo non certo di snaturare il monumento o di fare concorrenza all'altra struttura già in attività, ma di ottenere risorse economiche necessarie per ammortizzare le spese del recente restauro e poter organizzare eventi culturali di qualità nel castello. Proprio pochi giorni fa, Giuseppe Romanin, prendendo la parola durante la cerimonia di ringraziamento dei Rioni nella piazza d'arme aveva lanciato una specie di appello alla politica locale: "Fateci lavorare!".
Al di là delle vicende passate, sulla questione del giorno i proprietari del maniero sono comunque categorici. La versione ufficiale è che non c'è stato alcun matrimonio. C'è stato solo un ricevimento, assolutamente privato, cui hanno avuto accesso persone con apposito invito scritto. Fra loro, confermano i Romanin, vi erano alcuni fra gli imprenditori più importanti del Mezzogiorno d'Italia, gli stessi che potrebbero in qualche modo aspirare ad una futura cerimonia di nozze del livello che il castello può offrire.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...