domenica 26 giugno 2011

PER QUELLI CHE COME SAN TOMMASO DICONO "SE NON VEDO NON CREDO".

.....
Comprendo che per qualcuno posso sembrare ripetitivo, ma sono costretto a ritornare su un argomento di attualità cittadina a causa del fatto che ci sono alcuni politici e/o fans dell'attuale maggioranza al governo della città, i quali si danno un gran da fare a minimizzare gli effetti di un certo "reincarico" o a negarne addirittura l'esistenza.
A beneficio di tutti coloro che come San Tommaso dicono SE NON VEDO NON CREDO, riporto quanto scritto in un atto amministrativo del Comune di Oria:
Cliccare sull'immagine per ingrandire:


Qui di seguito cosa prevede l'art. 107 del TUEL ai commi 2 e 3:

2. Spettano ai dirigenti tutti i compiti, compresa l'adozione degli atti e provvedimenti amministrativi che impegnano l'amministrazione verso l'esterno, non ricompresi espressamente dalla legge o dallo statuto tra le funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo degli organi di governo dell'ente o non rientranti tra le funzioni del segretario o del direttore generale, di cui rispettivamente agli articoli 97 e 108.

3. Sono attribuiti ai dirigenti tutti i compiti di attuazione degli obiettivi e dei programmi definiti con gli atti di indirizzo adottati dai medesimi organi, tra i quali in particolare, secondo le modalità stabilite dallo statuto o dai regolamenti dell'ente:

a) la presidenza delle commissioni di gara e di concorso;

b) la responsabilità delle procedure d'appalto e di concorso;
c) la stipulazione dei contratti;

d) gli atti di gestione finanziaria, ivi compresa l'assunzione di impegni di spesa;

e) gli atti di amministrazione e gestione del personale;
f) i provvedimenti di autorizzazione, concessione o analoghi, il cui rilascio presupponga accertamenti e valutazioni, anche di natura discrezionale, nel rispetto di criteri predeterminati dalla legge, dai regolamenti, da atti generali di indirizzo, ivi comprese le autorizzazioni e le concessioni edilizie;

g) tutti i provvedimenti di sospensione dei lavori, abbattimento e riduzione in pristino di competenza comunale, nonché i poteri di vigilanza edilizia e di irrogazione delle sanzioni amministrative previsti dalla vigente legislazione statale e regionale in materia di prevenzione e repressione dell'abusivismo edilizio e paesaggistico-ambientale;
h) le attestazioni, certificazioni, comunicazioni, diffide, verbali, autenticazioni, legalizzazioni ed ogni altro atto costituente manifestazione di giudizio e di conoscenza;

i) gli atti ad essi attribuiti dallo statuto e dai regolamenti o, in base a questi, delegati dal sindaco.

Ciò premesso ognuno è libero di credere o non credere, ma la verità è questa, piaccia o non piaccia a qualcuno.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...