venerdì 17 giugno 2011

ORIA. QUOTE ROSA: LA PAROLA AI LETTORI.... CHE SCRIVONO AL SINDACO.

“La questione non lascia sordo il primo cittadino, che di inaugurare il mandato con un contenzioso non ha punto voglia:
“Ribadisco, ci abbiamo provato. Ho chiesto personalmente ai partiti di indicarmi almeno una donna, purchè avesse caratteristiche inequivocabili di competenza nel ramo dell’amministrazione che avrebbe occupato, così come ho chiesto che fosse per tutte gli assessori designati. La ricerca non ha avuto gli esiti sperati, non certo per mancanza di figure femminili all’altezza del compito, ma tutte le persone contattate hanno declinato l’invito a causa di altri impegni, famigliari e professionali”.
Già, perché le donne di carico pesante di lavoro ne hanno sempre di troppo e la parità di genere è ancora una chimera, specialmente al Sud. Ciò non toglie che la questione sollevata da Arpa è più che seria anche per il sindaco, che promette: “Faremo di tutto per evitare qualsiasi contenzioso, oltre che sperpero di denaro pubblico. Avevamo urgenza di partire e di designare l’esecutivo, visto che è già trascorso un mese dal voto, ma ci metteremo presto al lavoro affinchè una donna possa occupare un posto nella nostra giunta”. Parola di sindaco.” (fonte brindisireport.it)
Egregio Sig. Sindaco,
ho letto attentamente le Sue dichiarazioni, e da semplice cittadino, Le vorrei porgere due semplici richieste:
1) Al fine di fugare ogni possibile dubbio nella cittadinanza, e per meglio differenziarla dalle passate Amministrazioni, vorrei che chiarisse quali sono le inequivocabili caratteristiche di competenza possedute dagli assessori designati. Farebbe cosa gradita se ci elencasse, per ognuno degli Assessori, quali eccellenti capacità specifiche Egli possegga, anche e soprattutto perchè al semplice osservatore esterno, non sembra che il criterio della competenza sia stata la chiave di volta nella scelta degli Assessori;
2) Data la sua indubbia capacità di scelte precise e di polso, indifferenti alle logiche di spartizione e di partito, perchà non ha provveduto a scegliere Lei, tra i candidati consiglieri che l’hanno appoggiata, una donna come Assessore? E si che di donne capaci ce n’erano! (Due su tutte: l’Avv. Rita Patisso, candidata nella lista Oria è e l’insegnate Angela Spada, nella Sua lista di Noi centro). Forse che i “posti” di Assessore di queste due liste erano già assegnati prima ancora che si sapesse l’esito delle consultazioni, e quindi le stesse sono servite solo per riempire le liste di una presenza femminile. Non vorremmo pensare che nelle liste della coalizione che l’hanno appoggiata, tolti gli “amici degli amici”, gli altri non avevano alcuna chance di diventare Assessore o di avere una giusta visibilità. Non voglio arrivare a pensare che per paura di fare un torto a qualche suo “amico”, si stia trincerando dietro un facile “Ho chiesto ma non ce n’erano”, lavandosi le mani delle sue responsabilità di capo di questa Amministrazione?
Vorrei che Lei rispondesse a queste mie semplici richieste, dimostrando così… che, come affermato nel suo programma elettorale, davvero vuole far diventare il Palazzo di Città un “Palazzo di vetro”, ed essere quanto più vicino possibile alle esigenze della cittadinanza tutta.
In attesa di un suo gradito riscontro, Le porgo distinti saluti, augurandole di non ripetere gli stessi errori delle passate Amministrazioni, vero cavallo di battaglia della Sua campagna elettorale, ed invitandola, magari, a dimettersi dal ruolo di Assessore Provinciale, così… da poter garantire ad Oria il 100% del Suo prezioso tempo, date le notevoli difficoltà in cui la città versa.
Cordiali saluti.
Lettera Firmata

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...