lunedì 27 giugno 2011

AI POSTERI L'ARDUA SENTENZA .... GIA' ... E CHE SENTENZA!

......
Come vi ho anticipato nei giorni scorsi è arrivata come un fulmine a ciel sereno una sentenza definitiva che obbliga il Comune di Oria a sborsare alcune centinaia di migliaia di euro (pare dalle 600 alle 700mila), in favore dei proprietari di un terreno oggetto di esproprio ai tempi dell'amministrazione di centrosinistra.
In pratica la seconda Giunta Ardito (1997-2001) per incentivare la costruzione di nuove case e quindi creare nuove occasioni di lavoro ... o se preferite ... per SBLOCCARE L'EDILIZIA, oltrechè di varare il piano regolatore (subito dopo revocato dalla Giunta Moretto), pensò di rendere edificabile la parte terminale di Via A. Manzoni (quella evidenziata col cerchio rosso nell'immagine qui pubblicata), creando delle strade e realizzando opere di urbanizzazione (marciapiedi, acqua, fogna, luce, etc.) a spese del Comune. Ovviamente i terreni erano di proprietà di privati e per realizzare le strade furono operati degli espropri con procedura di occupazione di urgenza.
Non sono in grado al momento di riferirvi molti dettagli, ma pare che uno dei proprietari si oppose al provvedimento coercitivo a mezzo di ricorso al TAR. Nel frattempo cambiava l'amministrazione comunale e, come riferito da una vox populi, la subentrante (capeggiata da Moretto) pare abbia peccato in qualcosa nel seguire l'iter di detto contenzioso e che la conseguenza di ciò sarebbe questo "regalo" di oltre 600mila euro che oggi il Comune dovrebbe pagare.
Giova evidenziare che il Comune per poter far fronte alle spese per urbanizzare la suddetta zona si sobbarcò un mutuo per Unmiliardoduecentomila delle vecchie lire, da scomputare in 15 anni. Mutuo tuttora acceso che molto probabilmente fra capitale ed interessi raggiungerà a breve il probabile importo di 800mila euro, che sommati alle 600mila di cui in premessa totalizzano UNMILIONEQUATTROCENTOMILA euro (o se vogliamo ... circa DUE MILIARDI E 800MILA delle vecchie lire).
Il tutto per avere cosa? Forse la classica cattedrale nel deserto? Forse SI se si considera non è stata costruita una sola casa come potete osservare dall'immagine dall'alto qui pubblicata.
Qualcuno sicuramente ci spiegherà nei prossimi giorni come stanno realmente le cose. Io ve le ho spiegate a modo mio e per sommi capi.
Una cosa è certa, nell'attuale Giunta ci sono due assessori che facevano parte di quella Giunta Ardito che decise l'esproprio: Malva e Assanti (il secondo oggi ha la delega al Contenzioso). Inoltre il sindaco e gli assessori De Nuzzo e Di Giovanni hanno fatto parte della Giunta Moretto, alla quale qualcuno oggi addossa qualche colpa per l'infelice esito della causa. Il vicesindaco, Claudio Zanzarelli è persona politicamente vicina al sindaco di allora, Dr. Ardito.
Quindi un bell'intrigo politico-amministrativo, se si considera che l'ex sindaco Moretto nei giorni scorsi è stato nominato Presidente dell'UDC, che appoggia il sindaco Pomarico.

Il carteggio sarà sicuramente inviato alla competente Procura presso la Corte dei Conti per l'individuazione di eventuali responsabilità, ma.... come sempre accade in questi casi .... campa cavallo ..... che....
Intanto noi oritani ABBIAMO PAGATO E PAGHEREMO!

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...