giovedì 30 settembre 2010

Sapete dirmi dove si trova questo palazzo ad Oria?

Altre domande:
A)- "Sapete dirmi di che colore lo vedremo una volta finiti i lavori in atto?"
B)- "Se avete individuato il palazzo ed il colore, potete dirmi se è stata una buona scelta dal punto di vista impatto ambientale?"
Grazie.

ORIA - Strano ma vero! E' realmente accaduto ... è stata asportata una fioriera da Corso Umberto ad opera di.....

Forse non ci crederete ma è accaduto davvero ad Oria nei giorni scorsi.
Una delle due fioriere (di proprietà privata) che vedete nella foto un bel pomeriggio è stata asportata da un distinto signore che l'ha caricata nella sua auto e l'ha portata nella sua proprietà.
Il signore non aveva fatto però i conti con la telecamera della videosorveglianza del negozio, forse pensando che quell'occhio magico si faceva fatti i suoi al pari delle telecamere del Grande Fratello fatti installare dal sindaco di Oria nei mesi scorsi. Perché dico questo? Perché nei mesi scorsi è stato perpetrato un furto ad un negozio in Piazza Domenico Albanese e la videosorveglianza si è fatta i fatti suoi. Inoltre nei mesi scorsi l'auto di un dipendente comunale parcheggiata davanti al cimitero (ove presta servizio) è stata seriamente danneggiata da ignoti sotto l'occhio vigile di una telecamera di proprietà comunale e non è stato possibile scoprire un bel niente.
Torniamo alla fioriera di Corso Umberto. E' bene quel che finisce bene... è proprio il caso di dirlo. Il titolare del negozio tramite il filmato della telecamera è riuscito a scoprire chi si era reso responsabile della sottrazione e.... senza scendere nei dettagli ... la fioriera è di nuovo lì al suo posto.
Meditiamo gente.... meditiamo! Avete visto la differenza fra pubblico e privato?

La "iena" Enrico Lucci come il bambino della favola che urlò "IL RE E' NUDO!!!!"

Si proprio così: La "iena" Enrico Lucci (cliccare QUI) come il bambino della favola "Il vestito nuovo dell'imperatore" di Hans Christian ANDERSEN. Una bellissima favola di cui ho parlato in questo blog all'inizio del 2008 (cliccare QUI), poco dopo aver dato vita a questa mia avventura di blogger. Nella favola un bambino alla fine grida "Ma il re è nudo" ed i lestofanti che stavano truffando l'imperatore furono smascherati.
Già allora pensavo che Oria ha bisogno di questo: di tanti bambini che urlino a squarciagola: "Il re è nudo" .... affinché tanti personaggi che stanno truffando il POPOLO SOVRANO vengano smascherati, sputtanati e cacciati a calci nel sedere!
Sapete qual'è uno dei mali di tutto questo? A mio parere è la mancanza di libera ed indipendente informazione.
Doveva venire Enrico Lucci per dire a noi e a tutti gli italiani che il Premio Federico II° è una presa per il deretano? Doveva venire Lucci per mettere a nudo certe qualità del nostro sindaco?
Evidentemente ad Oria abbiamo bisogno che vengano i forestieri per denunciare pubblicamente certe "nostre perle". Siete d'accordo? Penso proprio di SI. Un paio di settimane fa accadde qualcosa di simile quando un giornalista forestiero di TeleRama fece un servizio nel nostro Parco Montalbano. Grazie a lui sono venute alla luce schifezze che solo lo scrivente aveva più volte messo a nudo (cliccare QUI).
Giorni addietro ho avuto modo di fare una chiacchierata con un giornalista forestiero il quale voleva sapere alcuni particolari di ciò che accadde ad Oria nel 2007 in seno all'amministrazione comunale ed in Forza Italia in particolare (dichiarazioni pubbliche del deputato Luigi Vitali, congresso farsa del partito che si tenne a novembre, etc....). Il mio interlocutore dopo aver ascoltato attentamente, alla fine mi chiese: "Scusa ma allora non avevate giornalisti su Oria?". Preferisco non dirvi cosa gli ho risposto.
La migliore risposta a quella domanda, tuttora valida (abbiamo giornalisti su Oria?) è in bella mostra nel video de Le Iene. Non aggiungo altro per non rischiare di imbarbarire i rapporti interpersonali con terze persone.
Di una cosa sono fiero: non aver MAI fatto da cassa di risonanza in questo blog sia a quella manifestazione oggetto del servizio delle Iene, che alla persona che la organizza. Da quando è nato il Premio Federico II° mi sono sempre rifiutato di dare una sbirciatina .... così ... come un sesto senso .... di un qualcosa che non rientrava nei miei canoni.
Concludo col dire che sono contento che stanno accadendo tutti questi episodi che qualcuno definisce sul web tragicomici. Sono episodi che con la loro nuda realtà danno ragione allo scrivente ed a quelle poche persone che con tanto di faccia ed identità vera si stanno battendo, ognuno a proprio modo, affinchè le cose cambino. Mi riferisco in particolare ad Eliseo Zanzarelli, Giuseppe Vitale e Tina Massa.
Oggi più che mai sono fiducioso che cambiare si può! Ed in questo ci sono di aiuto gli attuali mezzi di comunicazione, internet in particolare, i blog, i forum, i network sociali. Se ne stanno accorgendo piano piano anche i notabili signori delle varie Caste e non possono non tenere in considerazione questo fenomeno. Immaginatevi cosa accadeva ieri, un giornale scriveva qualcosa? Pochi o molti leggevano e poi passava nel dimenticatoio. Andava in onda su una TV un servizio come quello di ieri sera? Pochi o molti vedevano e sentivano e poi passava nel dimenticatoio. Con internet invece tutto è diverso! Grazie a quelle persone che mettono la faccia e la vera identità, spendono tempo e denaro in modo altruistico, riuscite a vedere e rivedere su spazi come questo articoli di stampa e di TG.
Certamente tutto questo non potreste averlo dai vari predicatori mascherati come Cartoon, Basiliana & C., i quali si permettono (così mi riferiscono) di beffeggiare con frasi del tipo "W l'art.21 che dà la possibilità di parlare anche alle mezze calzette" in altri spazi virtuali, ....... più o meno virtuosi, chi invece preferisce non nascondersi. Grazie per l'attenzione e scusatemi se sono stato un pò prolisso e per taluni forse anche urticante!

ORIA - un esempio di amministrazione della cosa pubblica.

In molti sappiamo che ad Ostuni esiste una struttura di riabilitazione per diversamente-abili che serve anche utenti di Oria.
Di recente il Comune ha assegnato all'associazione AGABH un minibus in comodato d'uso gratuito (in aggiunta a circa 1.300 euro mensile di contributo) per il trasporto giornaliero di detta utenza da Oria ad Ostuni (leggere articolo su Il Controvento).
Presso un istituto religioso di Conversano (BA) è altresì ospite una giovane diversamente-abile oritana, la quale ogni due settimane (precisamente nella giornata di giovedì) fa ritorno ad Oria per stare qualche giorno in famiglia.

Vi state chiedendo a cosa porta questa premessa? Calma...... adesso vi spiego.

Nella giornata di oggi il suddetto minibus (guidato dal genitore di un diversamente-abile) partirà alla volta di Ostuni per il consueto viaggio di andata e ritorno per la struttura La Nostra Famiglia, mentre un altro mezzo del Comune, guidato da un dipendente comunale, partirà più o meno alla stessa ora per recarsi a Conversano che dista circa 57 km. da Ostuni.

Vi state chiedendo: "Perché questo spreco? Perché il servizio non viene svolto completamente dal minibus che vedete nella foto?"

Questa è la risposta: "I genitori dei diversamente-abili che scendono ad Ostuni non sopportano dover attendere eventualmente il ritorno da Conversano del minibus con qualche manciata di minuti di ritardo rispetto alla solita ora di partenza per il ritorno ad Oria".
Per spiegarvi meglio vi dico che il minibus arriverebbe alle 09,00 circa ad Ostuni, ripartirebbe per Conversano distante circa un'ora di percorrenza, per fare ritorno subito dopo ad Ostuni alle ore 11,00 circa (in coincidenza con l'orario di termine delle attività dei passeggeri oritani). Ovviamente detti tempi potrebbero essere leggermente più lunghi per vari fattori ed imprevisti durante il viaggio di andata e ritorno Ostuni-Conversano, ma pochi minuti di ritardo possono giustificare tanto spreco di personale, mezzi e costo carburante?
A nessuno dei Signori del Palazzo è venuto in mente di disporre, per la giornata dedicata al viaggio fino a Conversano, che il minibus anticipi la partenza di qualche decina di minuti da Oria per far si che anticipi poi il ritorno da Conversano ad Ostuni? A quei genitori che si lamentano per qualche minuto di ritardo è stato spiegato che dovrebbero avere più pazienza?
Chi ha disposto l'invio di un secondo mezzo per la giornata di domani? In qualità di cittadino contribuente mi piacerebbe proprio saperlo! Responsabile della gestione di tale servizio dovrebbe essere il Dirigente Dr. Spagnulo, al quale chiedo di chiedersi se questa è buona amministrazione. Ovviamente stessa domanda faccio al Direttore Generale D/ssa Irene Di Mauro, all'assessore al ramo Antonio Madaghiele ed al nostro primo cittadino. Grazie.

mercoledì 29 settembre 2010

ORIA - stasera nel programma di Italia Uno "Le Iene"

Cliccare prima su LEGGI TUTTO e poi sull'immagine per visualizzare il video.

ORIA - Tommaso Carone revocherà le sue dimissioni?

ORIA - Il consiglio direttivo del Partito Democratico di Oria nella riunione di ieri sera martedì 28.09.2010, alla presenza del Segretario Provinciale Corrado Tarantino ed all’unanimità dei presenti nelle persone di: Ardito Sergio, Ardito Angelo, D’Ippolito Domenico, Claudio Zanzarelli, Cosimo Patisso, Emilio Mola, Roberto Gianfrate, Angelo Galeone, Viviana Carbone, Luigi Pinto, Cosimo Carbone, Giuseppe Malva, riguardo alle dimissioni del coordinatore Tommaso Carone, considerato:

- che il congresso all’unanimità gli ha conferito nel dicembre 2009 e che tale unanimità non era e non è mai stata “di facciata”;

-che tutti i componenti del Consiglio Direttivo qui firmatari, nessuno escluso, riconoscono e si impegnano a rispettare la figura istituzionale del Coordinatore di Circolo e del Consiglio Direttivo secondo le regole democratiche del partito stesso;

-che si riconoscono in Tommaso Carone grandi capacità politiche ed organizzative oltre a competenza ed esperienza per poter utilmente svolgere il ruolo di Coordinatore Cittadino del PD;

-che si riconosce, altresì, l’ottimo lavoro svolto sia come Consigliere Comunale che come Coordinatore di Circolo, pur tra mille difficoltà riuscendo a coordinare sia l’intero gruppo di opposizione in seno al consiglio comunale che l’intero gruppo dirigente del Partito Democratico;

tenuto conto:

-del rinnovato impegno espresso dal Consiglio Direttivo volto ad affrontare qualsiasi problematica e qualsiasi proposta ed iniziativa nella sede istituzionale del Partito e con i propri organi istituzionali e non in iniziative estemporanee, così come avvenuto nel recente passato;

-dell’impegno espresso dai componenti del Consiglio Direttivo a partecipare e frequentare attivamente la sede e gli organi istituzionali del Partito riconoscendone ruolo e competenza, mettendo a disposizione del Partito la propria esperienza e la propria disponibilità;

pertanto delibera di:

respingere con forza e convinzione le dimissioni del Coordinatore presentate il 25.09.2010 e lo invita a riprendere più forte di prima il Coordinamento del Circolo del Partito Democratico di Oria, convinto che data l’esperienza maturata e le qualità sopra richiamate, è una delle poche persone, ma sicuramente la più indicata, che può utilmente capeggiare il PD in questo delicato periodo pre-elettorale.

Corrado Tarantino, Ardito Sergio, Ardito Angelo, D’Ippolito Domenico, Claudio Zanzarelli, Cosimo Patisso, Emilio Mola, Roberto Gianfrate, Angelo Galeone, Viviana Carbone, Luigi Pinto, Cosimo Carbone, Giuseppe Malva.

ORIA - LA "PUPA" MARY CARBONE VERRA' PREMIATA ALLA SAGRA TI LA SAZIZZA?


Come ben sappiamo ad Oria il 10 ottobre prossimo si svolgerà a cura del Rione Giudea la "Sagra ti la sazizza".
Nel corso di detta manifestazione ogni anno viene premiato un cittadino oritano distintosi per aver dato lustro ad Oria con la sua attività lavorativa, oppure nel campo socio culturale, sportivo, imprenditoriale, etc..
Alcune indiscrezioni danno quasi per certo che quest'anno ad essere premiata sarà Mary Carbone, ex pupa, showgirl, attrice ed ora anche stilista. Il sito www.tgcom.mediaset.it oggi le dedica un ampio articolo in prima pagina, attraverso il quale, oltre al particolare che Mary ha recentemente presentato la sua linea di completini intimi (perizoma ed altro), possiamo apprendere che a dicembre sarà protagonista di “Saturday Night Live”, su Italia 1.

ORIA - Realizzazione Crocifisso artistico - Scultore Antonio Caragli. - Foto.

Nella nuova chiesa della parrocchia di San Francesco Paola potete ammirare l'imponente Crocefisso artistico opera dello scultore Antonio Caragli. Qui alcuni scatti fotografici durante la lavorazione.

martedì 28 settembre 2010

ORIA - Da oltre due anni un sindaco che non rappresenta la maggioranza degli elettori.

Ferretti, sindaco di Oria non solo si sta reggendo in Consiglio Comunale grazie al suo voto (maggioranza=11; opposizione=10), ma conti alla mano, da OLTRE 2 ANNI, non rappresenta più la maggioranza degli elettori .

Volete una dimostrazione? Bene, facciamo insieme due calcoli.
Nel 2006 Ferretti ottenne come candidato sindaco 5639 voti su un totale di 10145 di voti validi, pari al 55,58 percento.
I voti di lista della coalizione che lo supportava (Impegno Sociale, Partito Repubblicano Italiano, UdC, UDEUR, A.N. e F.I.) totalizzarono 5922 (circa 300 voti in più di quelli del candidato sindaco collegato).

Allo stato attuale, sono in grado di poter affermare con certezza, senza timore di essere smentito, che ben 12 persone (giusto per citare qualcuno: A.Metrangolo, M.Marinò, E.Conte, A.Fullone, C.Di Giovanni, Pucci Schifone etc.....) che si candidarono in detti partiti (e precisamente così suddivisi: 3 dell'UdC, 4 di AN, 4 di FI e 1 di Impegno Sociale), le quali totalizzarono complessivamente ben 1287 voti (più del secondo partito, F.I., che aveva incassato 1282 voti) dopo lotte intestine nei rispettivi partiti o per contrasti con il sindaco si sono apertamente dichiarate fuori da questa maggioranza.

Provate a sottrarre quei 1287 dai voti riportati dal sindaco Ferretti, nonché dal totale della coalizione che lo supportava e vi renderete conto che Mimino Ferretti, terzo sindaco di Oria eletto direttamente dal popolo, non rappresenta oggi il 50 percento + 1 degli elettori, ma poco più del 45 percento.

Ad ognuno le proprie conclusioni e considerazioni.
Articolo correlato in questo blog.

lunedì 27 settembre 2010

FERRETTI CANDIDATO SINDACO DEL PDL NEL 2011 - QUALCUNO DICE LA VERITA' OGGI O LA DICEVA IERI?

L'annuncio è del Coordinatore prov/le del PDL. Osservate i due video qui pubblicati. Il primo riguarda un telegiornale del 19 aprile 2007, mentre il secondo riguarda un telegiornale di oggi 27 settembre. L'intervistato è l'On/le Luigi Vitali, attuale coordinatore prov/le del PDL (nel 2007 lo era di F.I.). Prima di vedere i video leggete il contenuto della seguente immagine che riguarda questi link: 1 e 2 del sito web dell'on.le Vitali. Qualcuno di voi mi sa dire cosa ha fatto cambiare idea a questo signore nei confronti del sindaco di Oria in 40 mesi?
Image and video hosting by TinyPic
video
video


Lettera aperta alla Pro Loco di Oria (a cura di Tina Massa)

Lettera aperta ai membri del C.d.A dell’ “Ass.tur. Pro Loco” - città di Oria (BR)

La leggenda di “Oria fumosa” continua a perpetuarsi.
Oria fumosa, ccitera nnu vagnoni, pi qquànt’era curiosu vulìa vveti la tenzoni….
Egregi signori, figli come me e come Mario De Nuzzo, della stessa madre Oria:…. soltanto scriverne il nome mi emoziona e mi commuove, un timore reverenziale verso una parola senza digrammi, O R I A, che si può pronunciare anche a bocca chiusa (provate!), quasi a immortalare l’eco di un urlo insoffocabile, o la benedizione di ogni madre, o, ancora, un sospiro d’orgoglio per essere sorta ancor prima di Roma. Vanto, quest’ultimo, di tutti gli oritani, fino a quando…………. non arrivò il castello di un re con allegata maledizione! Meditazione è d’obbligo, a questo punto, sul mio titolo. Chi è, stavolta, il re (e quale la sua corte) che osteggia così macchinosamente la richiesta di intitolare il Palio 2011 alla seconda vittima immolata al castello? Di questo, infatti, si è trattato: un ragazzo ucciso da un soldato messo a difendere il re ed i suoi miseri divertimenti, da occhi indegni…!?? Peccato che il re, la corte e tutto il resto, erano solo una messinscena, ma, purtroppo, il ragazzo è morto davvero! Come davvero è inevitabile, saltando per un attimo nella vita dell’autore del delitto, rintracciare una maledizione che precorrerà i tempi: due maledizioni in una, come al supermercato! La morte di uno del popolo, che muoia giovane, innocente, con l’ultimo pensiero rivolto al tifo per il suo rione in una mascherata ideata “per stordir le genti”,o con dei sogni ancora da realizzare, non fa certo business!!!!!!!!!! Disturba, magari, è fastidiosa! Il prezzo della vita varia da persona a persona,secondo canoni o gradi diversi di civiltà e rispetto, secondo le mode, le tendenze, gli interessi; la” quotazione”, insomma, fa la differenza, come in Borsa! E così tutto andò avanti come previsto ……………………..il torneamento ebbe luogo, incontrastato, proprio secondo la regola delle leggende: realtà e fantasia.
Intanto il sangue di Mario sgorgava eterno insieme alle urla di sua madre. La leggenda si compie e si ripete, mentre Mario De Nuzzo dona già il suo Palio a Oria offrendole la propria vita.
Beh, accidenti, adesso la “quotazione” c’è. Il Palio di Mario esiste già, e allora mi domando: -Quale perversa ragione dovrebbe impedirne la formalizzazione con uno stendardo intitolato?- Le risposte me le posso anche dare, ma sono troppe, e potrei persino peccare di maliziosità. Mi piace invece pensare che ragione non ne vedo io e nemmeno voi, e che Mario De Nuzzo entrerà finalmente in quel campo, senza pagare il biglietto, con il suo Palio.
Tina Massa - Prato

ORIA: SEGNALETICA STRADALE IN PIAZZA LAMA.

Vi faccio una domanda: secondo voi tutte le auto in sosta che vedete nella foto sono passibili di contravvenzione? Ed in caso di risposta affermativa sapete dirmi cortesemente il motivo? Evidenzio che esiste un solo segnale di divieto di sosta con annessa dicitura AREA ANTISTANTE, posto sulla parte alta di quel punto di Piazza Lama, sopraelevata rispetto alla sede stradale.
Sono ammessi contributi solo a mezzo mail con tanto di identità certa. Grazie.

domenica 26 settembre 2010

ORIA - COSE DEL PASSATO - PROFEZIA DI PAPATODERO ????

Da molti anni mi capita di sovente di sentire una frase che secondo una credenza popolare sarebbe oggetto di profezia da parte di Gaspare Messerquà soprannominato Papatodero, un canonico di origine austriaca, vissuto ad Oria e morto nel 1802.
Vi devo confessare che dal basso della mia ignoranza non sono in grado di stabilire se trattasi o meno di un falso storico.... di un culacchio!
Tempo fa parlando con un attempato professore ho appreso che a suo parere si tratterebbe di una bufala, frutto di una cattiva (o maligna?) interpretazione di una frase scritta nell'opera storica "La fortuna di Oria" di Papatodero.
Sinceramente, siccome sono come San Tommaso, non ho creduto ciecamente alla versione fornitami dal citato prof. e mi piacerebbe poterne sapere di più. Qualcuno può essermi di aiuto? Sono graditi contributi solo a mezzo mail con tanto di identità certa. Grazie.
(foto prelevata dal sito web del Comune di Oria)

ORIA - FESTA SAN COSIMO IN CONTRADA TRIPOLI.

Vi ricordo che oggi in Contrada Tripoli vi sono i tradizionali festeggiamenti in onore dei SS. Medici e Martiri Cosma e Damiano.
-ore 17,00 processione nella contrada con l'accompagnamento della banda musicale Città di Oria;
-ore 18,00 Santa Messa presieduta dal parroco Don Franco Marchese;
-ore 20,30 Show Musicale "L'amico del liscio con LINO";
-durante lo show gran spettacolo di fuochi pirotecnici.

sabato 25 settembre 2010

ORIA - Esito manifestazione TORTISSIMA 2010

ORIA – Grande successo per TORTISSIMA 2010, la singolare competizione promossa dall’Associazione CONFARTIGIANATO ORIA e l’Associazione dei Commercianti BOTTEGHE di CORSO UMBERTO I, che con l’intento di rivitalizzare il Centro Storico ed incentivare le attività commerciali presenti, ha organizzato per DOMENICA 19 SETTEMBRE 2010 un Concorso a premi rivolto essenzialmente a casalinghe e ad aspiranti pasticceri. Tra le 21 torte in gara il pubblico ha scelto per il primo posto la torta numero 5 della signora Altamura Alessandra che con il primo posto si è aggiudicata il viaggio messo in palio dall’organizzazione, una CROCIERA MSC MAGNIFICA con destinazione BARI, KATAKOLON, IZMIR, ISTANBUL, DUBROVNIK, VENEZIA, BARI per due persone. Al secondo e terzo posto si sono classificati, rispettivamente, D’Amico Anna Lucia e Oggiano Assunta. Determinante è stato, quindi il ruolo del pubblico, che grazie al sistema di degustazione/votazione ha attribuito i vari punteggi alle torte in gara. Per la preparazione delle torte è stato lasciato libero arbitrio alla fantasia e alle abili mani delle partecipanti oltre che al tipo di ingredienti ed alle quantità utilizzate. Dopo la competizione, tutti i concorrenti hanno comunque partecipato ad una corso di formazione sull’arte pasticciera tenuto dai Maestri pasticceri di CONFARTIGIANATO Brindisi. Gli organizzatori, entusiasti per i risultati raggiunti ed incoraggiati dalla forte competizione venutasi a creare, hanno già previsto una rivisitazione del concorso che tenderà a valorizzare l’impegno dei partecipanti e a migliorare l’aggiudicazione dei voti grazie all’introduzione di una giuria tecnica, che dovrà tener conto oltre che della bontà anche dell’aspetto e della complessità di preparazione della torta in affiancamento alla giuria popolare che ha fatto assistere ad un interessante coinvolgimento del pubblico.
I risultati del concorso e le foto di tutte le torte possono essere visionate sul sito internet all’indirizzo www.cedfor.it/content/view/30/26/

Il Direttore Confartigianato Oria
Dott. Alfonso Panzetta

BEPPE GRILLO, CESENA... WOODSTOCK.... LISTE 5 STELLE.

"Morire, dormire... forse sognare... ecco il difficile"
"Sopra e oltre", questo è il sentiero dei sogni dove portare i nostri pensieri. Woodstock... Cesena... sono un sogno a occhi aperti, uno sguardo al cielo e alla bellezza della vita. Tutto è possibile. Due giorni per guardare lontano e cambiare il presente. Woodstock è una pietra gentile nello stagno immobile dei deliri del fantasma di una nazione. Woodstock si espanderà in onde circolari e cambierà tutto. Perchè non crederci? Perché non lottare per il nostro futuro? Non abbiamo altro. Non abbiamo scelta.

ORIA - cercasi candidati per lista civica per amministrative 2011.

-IL DOVERE DI ESSERCI-
Tante volte ci siamo trovati insieme a parlare ripetendoci che, nella nostra Città, le cose non vanno bene, ma poche volte, poi, abbiamo deciso di fare qualcosa.
Si ripete che ad amministrare la Città sono sempre “GLI STESSI” e che sono tutti uguali, ma non si va mai oltre il lamento.
Sarebbe ora di smetterla con questo ritornello.
Dovremmo tutti collaborare per amministrare in maniera diversa ed innovativa.
Oggi, tanti cittadini, non si sentono rappresentati dagli schieramenti dei partiti politici (vedasi forte astensionismo alle ultime elezioni regionali); da quei soggetti, che ora aderiscono ad un partito e, fra dieci minuti, sono già altrove in cerca di “gloria” esclusivamente personale.
L'ideale sarebbe avvicinarsi alla politica senza aver paura di compromettere la vita di relazione; che i giovani smettano di pensare che solo l’appartenenza ad un partito politico o l’amicizia di qualcuno, anziché il merito e le capacità, possano consentire di raggiungere risultati importanti.
Per questo preferirei stare fuori dai partiti e di valutare attentamente eventuali alleanze, pur dichiarandomi disposto a dialogare con tutti per risolvere i problemi della Città.
Bisogna dare una svolta, ma senza ritornare al passato, con idee nuove, con persone nuove e con il coraggio di partecipare direttamente alla vita della Città.
Per un futuro migliore, non lasciamo che siano sempre “GLI STESSI” a decidere per noi.
Io vorrei provarci e voi?
Mi sono già arrivate alcune adesioni. Se arriviamo a quota 15 possiamo organizzare una lista civica per le amministrative del 2011. Ovviamente prima ci si incontra per conoscersi e pianificare il tutto. Vi ricordo il mio indirizzo di posta elettronica: - francoarpa@alice.it
- per adesioni od altro.
Non è da escludere che possiamo anche optare per una lista civica autonoma sganciata da Beppe Grillo.
Un movimento sul quale devo dire avevo qualche dubbio, ma visti i risultati ottenuti, in alcune regioni, dalle liste di Beppe Grillo alle passate elezioni regionali, ci sto facendo un pensierino: potrebbe essere la "chiave di volta" per risvegliare quella parte di oritani che ha deciso di non andare a votare. Vista l'alta percentuale di astensione ad Oria (oltre il 35%) il partito più grande è proprio quello degli astensionisti. Vi invito a visionare il seguente video.
Vi ricordo che siamo già in campagna elettorale per scegliere il futuro sindaco di Oria targato 2011. Grazie.

ORIA - Problema "Discarica" comunicato congiunto F. Fistetti - C. Pomarico

In data 5 agosto 2008 nella stanza del Sindaco del Comune di Oria, con deliberazione dell’Assemblea dell’ATO/BR2, dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi e per gli effetti dell’art. 134 c. 4 del D.Lgv n. 267/2000, è stato indicato il sito del Comune di Oria – a tre km sulla via per Torre S. S. - quale luogo per la realizzazione degli impianti di trattamento dei rifiuti (umido e residuale) e della annessa discarica, con il trasferimento dell’impianto del biostabilizzatore, al servizio del Bacino BR/2 del quale lo stesso Sindaco di Oria Cosimo Ferretti è il presidente.
Si tratta di una decisione di grande importanza, assunta dall’Assemblea dell’ATO/BR2, composta da nove Sindaci dei Comuni competenti. La Provincia di Brindisi è tenuta a prendere atto dell’autocandidatura della Città di ORIA e di inserirla all’interno del Piano Triennale Ambientale. Ma il fatto gravissimo dal punto di vista politico et etico è che né il Consiglio Comunale né la società civile oritana sono stati mai informati e chiamati ad esprimersi su un argomento così rilevante per le sorti della nostra comunità.
Il Consigliere Provinciale Francesco Fistetti e l’Assessore Cosimo Pomarico ritengono che questo provvedimento è viziato se non sotto il profilo formale, certamente sotto il profilo sostanziale, perché calpesta i più elementari princìpi della democrazia rappresentativa e della cittadinanza attiva, che richiedono il coivolgimento delle forze politiche democraticamente elette e la partecipazione la più ampia possibile delle associazioni presenti sul territorio.
Nel Consiglio Provinciale del 20 settembre scorso il Consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà, prof. Francesco Fistetti, intervendo sul punto all’ordine del giorno relativo al “Piano Provinciale di attuazione del Programma Regionale per la Tutela dell’Ambiente”, ha denunciato con forza come il sindaco Ferretti abbia tenuto nascosto ai cittadini oritani la delibera del 5 agosto 2008, nel senso che né al Consiglio Comunale né all’opinione pubblica della nostra cittadina è stata comunicata una decisione così rilevante per essere dibattuta in tutte le sue implicazioni (impatto ambientale, salute della popolazione, eventuali benefici per la collettività, ecc.). Tutti interrogativi a cui non poteva e non può pretendere di rispondere da solo il sindaco Ferretti, perché in gioco c’è il bene comune, la sicurezza e il benessere di di tutti.

Infine, riteniamo che sia di estrema importanza che il Consiglio Comunale del 24 scorso, in cui la maggioranza e il sindaco Ferretti non si sono presentati, abbia espresso parere sfavorevole: a manifestare questa ferma volontà è stata la minoranza insieme con il Consigliere Francesco Caniglia della maggioranza.
Segno che le forze politiche oritane vogliono cominciare a vederci chiaro e soprattutto a riappropriarsi di una funzione che era stata sottratta al Consiglio Comunale.

Il Consigliere Provinciale Francesco Fistetti
L’Assessore Provinciale Cosimo Pomarico

ORIA - SI DIMETTE IL COORDINATORE DEL PD

Ritengo di non rappresentare l'intero Partito Democratico di Oria e per questo rassegno le mie immediate e irrevocabili dimissioni da coordinatore cittadino.
Nel congresso cittadino del 13.12.2009 avevo illustrato e dettato le linee programmatiche del mio mandato che erano state votate e accolte con favore dall'unanimità del partito, unanimità che è andata via via dissolvendosi.
Bene, l'unanimità di facciata non serve
allo svolgimento del mio incarico e non serve al PD, perché se è vero che essa non può e non deve certamente impedire il dibattito e la riflessione interna, è pur vero che consiglierebbe una maggiore coerenza per avere condiviso e approvato senza riserve la linea politica congressuale e una decisa, convinta e aperta partecipazione all'azione, alle iniziative e alla vita del partito stesso.
Partecipazione che è fatta di proposte, di iniziative, anche di critiche, ovviamente, che andrebbero tuttavia trattate nelle sedi istituzionali del direttivo cittadino o dell'assemblea degli iscritti, non diramate dalla poltroncina di un bar o malcelate dalla partecipazione attiva ad iniziative estranee, sconosciute o non condivise dal partito ovvero diramate ai quattro venti in comunicati personali ma impegnativi.
Non si può lavorare tra l'assordante silenzio di diversi esponenti i quali, invece di far sentire la propria, anche autorevole, voce hanno preferito disertare il direttivo cittadino di cui fanno parte, né si può lavorare con una parte considerevole e considerata del partito che continua ad esprimere la propria posizione e le proprie idee all'esterno del partito, senza alcuna forma di condivisione e di partecipazione del direttivo cittadino, di cui pure taluno fa parte, e con la sistematica esclusione del sottoscritto.
Il PD avrebbe invece bisogno di conoscere finalmente la condivisione, di superare le divisioni, di abbandonare i personalismi e le invidie, di costruire un dialogo e un confronto diretto con la Città e per fare ciò avrebbe bisogno di un gruppo dirigente che insieme e per il bene della Città si ascolta e si fa ascoltare.
Questo era nelle linee programmatiche offerte dal sottoscritto al congresso ed era perciò che l'esito del congresso del 13.12.2009 sembrava il viatico migliore possibile.
Ma non perché aveva visto la mia elezione, ma perché aveva trovato quella condivisione, che con il senno di poi devo amaramente constatare di facciata, che poteva essere il primo passo dell'apertura del partito all'esterno e ad una sempre maggiore partecipazione alla sua vita e alle sue decisioni.
Avremo forse una diversa idea di fare politica? Ebbene, questo giustificherebbe di per sé solo le mie dimissioni, per evitare che il PD si trascini ancora nell'ambiguità, guidato da un coordinatore che non lo rappresenta tutto.
Il problema riguarda la mia persona o le mie capacità? Si poteva dirlo prima, evitando di far parlare di un partito che non si riconosce nel suo leader.
Una cosa vorrei aggiungerla però: alle elezioni del 2006 ho partecipato con spirito di servizio e mettendo a disposizione del centro sinistra la mia persona, cosa che non avrei fatto con il senno di poi e con la maturazione e la consapevolezza che lo svolgimento del lavoro di consigliere comunale mi hanno dato, offrendomi la chance di comprendere meglio e più approfonditamente persone, rapporti e dinamiche grazie alla conoscenza delle quali maturare la tempestiva percezione che avrebbe dovuto consigliare una scelta diversa.
Ma quella sfida l'ho voluta e l'ho accettata, mettendo in discussione il mio stesso futuro, senza mai chiedere nulla in cambio, a nessuno, né prima né dopo le elezioni, perse dal centro sinistra anche per responsabilità del candidato sindaco, è ovvio, ma non solo del candidato sindaco, e mi pare altrettanto ovvio.
Ebbene, il contributo che volevo dare al PD, confidando anche nel bagaglio di esperienze maturate, ma anche nella espressa volontà e nell'entusiasmo di tanti amici che mi hanno proposto e spinto e convinto, quasi con la forza, ad accettare, ed in alcuni dei quali ho riscoperto amicizia, fiducia e stima, era quello per la costruzione di un partito vero, diverso, animato dalla voglia di discutere e di fare, per il bene dei nostri cittadini e per la costruzione di una alternativa di governo della Città che merita finalmente la possibilità di costruirsi il proprio destino.
Ho trovato invece vecchie ruggini, antiche diffidenze che impediscono di lavorare insieme per un partito diverso, per un partito migliore, affidabile per gli alleati e credibile per la Città.
Ho verificato che i vizi che possono trovarsi nel dibattito nazionale, in quello regionale, in quello provinciale sono i vizi di un partito in cui gruppi di pressione e di interesse fanno di tutto per portarlo o lasciarlo nelle sabbie mobili dell'incertezza e dell'immobilismo, perché non possa decidere e resti facile preda di chi le cose non vuole cambiarle davvero, preferendo la conservazione dello status quo e utilizzandolo come trampolino di lancio delle proprie ambizioni o per coltivare deleterie nostalgie dei bei tempi andati.
Il partito democratico doveva essere, a rischio del fallimento del progetto e delle speranze che portava in nuce, un partito nuovo e diverso, è rimasto un partito di tanti conservatori e di tanti opportunisti: la maggior parte, invece, di chi vi ha creduto è rimasta delusa!
Nessuno ha ripensato le proprie categorie culturali, quasi nessuno ha messo a disposizione di tutti la propria grande esperienza politica e amministrativa, facendosene invece custode geloso, nessuno ha creduto e lasciato spazio ai giovani e alle nuove generazioni per fare in modo che la nuova società potesse essere aiutata e guidata con più attenzione per il futuro invece che con la testa al passato.
Ho accettato il gravoso compito di coordinatore cittadino liberamente, per costruire, per condividere, per allargare la partecipazione e la condivisione di un progetto politico nuovo e rinnovato: liberamente ritengo che questo compito non possa essere più portato avanti, almeno da me.
Oria, 25 settembre 2010


Avv. Tommaso Carone

ORIA - CONVOCATO CONSIGLIO COMUNALE PER IL 30 SETTEMBRE ore 15,30.

Volete scommettere che in quell'occasione la maggioranza sarà al completo in aula perchè fino a quella data hanno "appianato tutte le diatribe interne" ?
All'ordine del giorno ci sarà:
1)- Variazione n°01 al Bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2010;
2)- Art.193 del D. Lvo 18.8.2000, n°267 - Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica di salvaguardia degli equilibri di bilancio. Esercizio finanziario 2010.

VIDEO TG TELERAMA: CANDIDATI SINDACI AD ORIA.

Vignetta degli amici della lanterna.

video

venerdì 24 settembre 2010

ORIA - REPORT ODIERNO CONSIGLIO COMUNALE

Dire VERGOGNOSO è poco! Non solo la cittadinanza non è stata informata dell'odierno Consiglio Comunale (leggere QUI) con all'odg 3 importanti argomenti richiesti dalla minoranza, ma ai cittadini non era stata riservata nemmeno una sedia. Le uniche due che vedete nella foto qui pubblicata sono state prese dai banchi dei consiglieri mancanti.
Il Consiglio si è svolto normalmente anche se erano assenti 10 consiglieri di maggioranza (compreso il sindaco).
Poco prima che il Consiglio finisse il sindaco ed altri della maggioranza sono giunti nel palazzo, in attesa che arrivasse l'on/le Luigi Vitali, coordinatore prov/le del PDL col quale tenevano una riunione come preannunciato oggi su Il Controvento.

Per il resoconto dell'odierno Consiglio leggere su Il Controvento QUI.

ORIA - Dirigenti del PD scrivono al sindaco e all'assessore alla P.I. per i fatti accaduti ieri in una scuola materna.

Ill. mo sig. Sindaco del Comune di Oria Sig. Cosimo Ferretti
Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Oria Dr. Ermanno Vitto

Pur non essendo esperti in materia crediamo che la scuola materna dovrebbe essere un posto fantastico per i bambini, fatto si di lezioni e di regole ma soprattutto di accoglienza, sorrisi, coccole e complicità tra genitori, maestre e bambini e perché no, trasparenza”. Questo è quanto abbiamo ascoltato direttamente da alcuni genitori dei bambini della scuola materna “De Marzo” di Oria, ieri subito dopo l’episodio accaduto.

In pratica sembrerebbe che la Dirigente Scolastica di quell’istituto ieri giovedì 23 settembre 2010 ha aspettato alcuni genitori che volevano accompagnare i propri figli in classe e si è messa di traverso alla porta dell’aula non consentendo di fatto ne ai genitori ne ai bambini di entrare.

Il tutto sembrerebbe causato da una nuova regola che la dirigente scolastica ha inteso imporre a genitori insegnanti e bambini a partire da questo anno scolastico: i bambini vanno accompagnati solo sino al portone di ingresso (con tapparelle e porte chiuse, senza poter mettere piede nell’edificio e senza poter parlare con le insegnanti) e li lasciati nelle mani dell’unico bidello che provvederà ad accompagnarli nelle rispettive aule.

Siccome diversi genitori, ma anche maestre, non hanno condiviso detta imposizione ci avrebbe pensato la dirigente scolastica in persona a far osservare la regola e quindi l’episodio di ieri mattina.

A un certo punto, ieri mattina, sembrava un incubo per genitori e bambini, urla, grida, pianti, occhi dei bambini impauriti da quelle urla e da quella violenza verbale, bambini che venivano tolti e trascinati lungo il corridoio mentre piangevano, e ad un certo punto i carabinieri del 112 intervenuti perché chiamati da un genitore; il tutto sotto gli occhi impauriti dei bambini a cui, nonostante le preghiere dei genitori veniva impedito l’accesso in aula da parte della dirigente scolastica.

Ora è doveroso da parte nostra chiedere ufficialmente alle istituzioni, Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione, e perché no, al Dirigente Scolastico Provinciale e ai Carabinieri del 112 (che avranno certamente verbalizzato il loro intervento) intanto se corrispondono al vero i fatti così come raccolti direttamente dai genitori e fedelmente riportati e poi quali provvedimenti intendono adottare per evitare che mai più si possa verificare un episodio del genere.

Il tutto nell’interesse dei bambini che frequentano tale scuola, che alla loro età non dovrebbero assistere ad episodi di così grave portata.

Oria lì 24 settembre 2010

Cosimo Patisso, Emilio Mola, Mariagrazia Petese – Dirigenti del PD di Oria

TUTTO COME PREVISTO: LA PRO LOCO DI ORIA HA RESPINTO LA MIA PROPOSTA DI INTITOLARE IL PALIO 2011 ALLA MEMORIA DI MARIO DE NUZZO.

Dicevo TUTTO COME PREVISTO e sicuramente per le motivazioni elencate su Il Controvento in questo articolo. Insensibile è stata 20 anni fa la Pro Loco nei confronti della tragica morte di un giovane, insensibile continua a dimostrarsi oggi, se si considera che l'attuale CdA con in testa il Presidente Dr. Emilio Pinto, nel rispondermi non ha minimamente ritenuto di usare la delicatezza di accennare all'eventualità di valutare nei prossimi mesi altre forme e modi per ricordare Mario De Nuzzo. E ciò anche per tenere in considerazione le 222 persone che formano il Gruppo Facebook a favore della mia iniziativa.
Io sono INDIGNATO e lo dirò per iscritto alla Pro Loco, con lettera raccomandata A/R così come è stata a me recapitata poco fa la missiva oggetto dell'immagine qui in calce pubblicata.
Se volete anche voi manifestare la vostra eventuale indignazione potete farlo in uno dei seguenti modi:

-inserendo commenti in calce a questo post;

- inserendo commenti nella pagina OriaOggi di Facebook;

-scrivere con cartaceo a Associazione Turistica Pro Loco - Via P.Astore, 31 - 72024 ORIA (BR);

- inviando un fax al 0831845939;

-inviando un SMS al 3384620944;

- inviando un messaggio tramite il modulo di contatto del sito web della Pro Loco oritana.

(Cliccare sull'immagine per ingrandire.)

PRECISAZIONI CIRCA I SONDAGGI SU FACEBOOK.

In relazione al post di ieri mi corre l'obbligo di precisare che nessuna delle cinque pagine presenti sul network Facebook circa il sondaggio per il candidato sindaco del 2011, è stata da me creata, né mi sono iscritto a nessuna di esse in quanto non ritengo utile e credibile l'iniziativa. Le ho solo pubblicizzate su questo mio blog perché lo ritengo comunque un fenomeno molto colorito della nostra attualità cittadina. Basti pensare che un personaggio di fantasia.... una vecchia signora commerciante di sesso, è in testa alla classifica!
Ho sentito l'obbligo di chiarire questo in quanto una persona vicina ad uno dei 5 soggetti interessati stamattina mi ha chiesto il motivo per il quale avrei storpiato il nome di Pomarico in P.marico.
Per curiosità vi dico che in questo momento la classifica è la seguente:
- Sina 59;
- Carucci 46:
-Pomarico 45;
-Conte 12;
-Fistetti 2
Inoltre mi preme precisare che NON HO NULLA DI PERSONALE contro i nomi di Fistetti, Pomarico, Conte. Siccome su Facebook una persona ha fatto il nome di Carucci e in modo molto palese si è capito che sia nel PD che nell'UDC non ci sarebbe uniformità di intenti su un nominativo proposto dalla Lista Ferrarese, ho manifestato ciò che tanti oritani pensano, ovvero che l'unica persona su cui i partiti potrebbero non porre veti è Roberto Carucci, persona che io sponsorizzerei come candidato sindaco così come ho fatto in tante altre occasioni.

giovedì 23 settembre 2010

ORIA - Genitori di bambini delle scuole materne del I° Circolo contestano decisioni della Dirigenza.

(Potete inserire commenti FIRMATI in calce a questo post inviandomi una mail. Pubblicherò solo se non diffamatori e se sarò certo dell'identità dichiarata)
Un vecchio proverbio oritano così recita: "Frùsciu ti scopa nova". Penso sia chiaro il significato nella lingua italiana.
La nuova Dirigente scolastica della scuola elementare E. De Amicis da quest' anno ha imposto alcune restrizioni circa gli orari di entrata ed uscita dalle scuole materne ricadenti sotto la sua giurisdizione, nonché ha imposto alcuni divieti ai genitori. In pratica prima era ormai prassi consolidata che i bambini potevano essere prelevati dalle aule a partire dalle ore 12,30. Adesso non è più possibile: bisogna attendere per forza che le lancette dell'orologio segnino le ore 13:00. Ciò crea seri problemi a quei genitori che devono prelevare figli più grandi che escono da scuola alla stessa ora.
Altro "frùsciu ti scopa nova" è l'imposizione di lasciare al mattino i bambini vicino all'ingresso principale della scuola materna e non accompagnarli fino all'interno, per assicurarsi che entrino nella propria aula, dopo aver scambiato quel bacetto tanto caro, sia ai bambini che alle mamme.
Dopo alcuni giorni di queste imposizioni (criticate .... in verità .... dalle stesse insegnanti) stamattina una mamma è andata "un pò su di giri" ed ha telefonato al 112 per richiedere l'intervento dei Carabinieri al fine di far mettere nero su bianco.
Cosa accadrà ora? Verranno le telecamere di Telerama, Studio Aperto e TG5???? Vedremo disse il cieco!!!

ORIA - CANDIDATO SINDACO PER 2011 - PRIMARIE IN ATTO SU FACEBOOK

Appassionante gara virtuale (forse all'insaputa dei diretti interessati) sul famoso network Facebook, fra cinque soggetti, per accaparrarsi il posto di candidato sindaco in contrapposizione a quello che sarà il candidato dell'attuale gruppo di potere al governo della città di Oria. In testa attualmente è Roberto Carucci, seguito da Sina La Quazoni.

Per rintracciare le pagine interessate qui di seguito vi elenco le parole chiave da inserire nel motore di ricerca interno Facebook.

Carucci Sindaco? esprimetevi

Sina La Quazòni Sindaco. esprimetevi

P.marico Sindaco? esprimetevi.

Egidio Conte Sindaco 2010 esprimetevi

Il Prof. F. Sindaco? esprimetevi.

A PROPOSITO DI VERDE PUBBLICO.....QUANTE PIANTE SOFFRONO. E DIRE CHE L'ASSESSORE AL RAMO E' UN AGRONOMO!

E' sotto gli occhi di tutti. Molti alberi, siepi e cespugli di proprietà comunale sono in evidente stato di sofferenza. Un esempio? Nei pressi del municipio... osservate queste foto. Provate ad ingrandire l'ultima immagine. Le foglie sono piene di parassiti. Inoltre un amico mi rappresentava che non vengono mai innaffiate quelle piante!

mercoledì 22 settembre 2010

AD ORIA A QUALCUNO NON PIACE IL VERDE. (Pianta di bouganville avvelenata con gasolio)

Nei giorni scorsi questa bella pianta ha subito un attentato: ignoti hanno versato alla base una quantità imprecisata di gasolio. E' tuttora percepibile l'odore (o puzza?) del carburante.

Tutti noi sappiamo che in Corso Umberto da alcuni anni si può ammirare la presenza di una bellissima pianta di bouganville, che ha le radici proprio davanti l'uscio del laboratorio d'arte del Prof. Antonio Palazzo. La pianta fu messa lì a dimora oltre dieci anni orsono ed offre un bello spettacolo specie nel periodo in cui è fiorita. In passato i rami avevano attraversato la strada poggiandosi sul fabbricato di fronte. Successivamente vennero recisi per evitare problemi al transito dei veicoli.

Il Prof. Palazzo turbato per l'increscioso episodio, prontamente denunciato presso il locale Comando Stazione Carabinieri, ha apposto sul tronco della pianta un cartello-denuncia. Egli non ha sospetti su alcuno, né lo ritiene un dispetto in suo danno, in quanto tutti i vicini sanno che la pianta si trova lì per decisione dell'amministrazione comunale, la quale ogni tanto incarica una ditta per le necessarie operazioni di potatura. Operazioni che come si può ben osservare dalle foto andrebbero eseguite a breve, in quanto i rami pendenti potrebbero creare problemi ai mezzi in transito, e quelli in sopraelevazione hanno completamente ostruito una finestra al piano primo del fabbricato che attualmente non è abitato.

Nell'occasione mi è stato fatto notare che in quel punto, durante le ore serali e notturne l'illuminazione stradale è scarsa a causa di un faro mancante. Faro che trovavasi sulla sommità del fabbricato posto di fronte, il quale fu tolto in occasione di lavori di ristrutturazione e mai più rimesso al suo posto.

ORIA - Terminati i lavori in Piazza Ippocrate...... ma....

Terminati i lavori di riqualificazione di Piazza Ippocrate...... ma.... ancora manca la necessaria ed idonea segnaletica stradale e la sostituzione di quell'alberello che è morto appena è stato messo lì a dimora.

ORIA - Che disastro la pavimentazione di strade e piazze!

Stamattina gli operai del Comune stavano effettuando delle riparazioni in Piazza Lorch. Non chiedetemi di Piazza Lama perché oltre a quanto è stato scritto su Il Controvento a proposito di una signora che è rotto il setto nasale, al momento non so aggiungervi altro.

Questo blog seguito anche da gente della Presidenza del Consiglio dei Ministri?

Poco fa il contatore ha registrato una certa "visita".

"Orgoglio e Pregiudizio" - A cura di Alessandro Carone.

Scrivo questa nota a titolo STRETTAMENTE personale. Quanto esposto rappresenta il mio pensiero e non quello del Partito di cui mi onoro di essere dirigente. Difenderò, ovviamente, queste mie idee in seno al Partito, e come sempre, in maniera democratica e partecipativa, le stesse potranno o meno far parte delle direzioni che esso potrà prendere nel cammino elettorale ed amministrativo della città. Alessandro Carone

Insistere su certe posizioni quando non c'è condivisione e deprimente e svilente per chi insiste.

Ad avere un minimo di amor proprio, bisognerebbe farsi da parte e ritirarsi da questo agone che non gli appartiene più.

Lasciando così perdere le sorti di Oria e degli oritani, che hanno molto da fare per tirarsi fuori dallle sabbie mobili della mal-politica (se mi si consente il neologismo) che fino ad ora ci ha amministrato.

Bisogna creare alleanze per governare, e non per vincere.

Già dal giorno dopo le elezioni, i cittadini chiederanno conto agli amministratori di rispondere allle esigenze della città.

Non ci si può perdere in contentini vari (sarebbe più giusto chiamarli "rimborsi elettorale" - avete idea di quanti "pezzi da 90" si stanno attruppando e che dopo questueranno prebende e incaricucci?).

E poi bisogna avere la forza di riavvicinare la parte sana della cittadinanza alla politica. La gente non tornerà ad appassionarsi alla politica (e quindi alle sorti di questa Nostra città) se gli unici argomenti che caratterizzano le campagne elettorali sono i posti al macello, i posti alla fabbrica tessile, i posti allo zuccherificio, le "braciolate" in campagna di tizio o caio, i posti in ospedale, in ospizio, a San Cosimo, ecc.

Non bastano le divise agli sbandieratori o i viaggi a San Giovanni Rotondo, le ricariche telefoniche ed i buoni carburante.

Di tutto ciò Oria è stufa.

Così come è stufa di sentire campagne elettorali all'insegna dell'odio personale e della maldicenza.

Sarà anche vero che questa Amministrazione vede figure più o meno palesate a tessere le trame di ogni decisione, ma bisognerebbe avere il coraggio morale, intellettuale e politico di ricordare come si è arrivati a questa situazione. Quale sindaco scomodo abbia gettato le basi di questa amministrazione. Chi ha ricoperto incarichi a vario titolo per poi essere scacciato per la nascita di un nuovo lacché. (a tal proposito, dire che si vuole vincere per vendicarsi e basta, sarebbe squallido ma sicuramente più onesto).

Così come sarebbe più onesto ammettere che anche in questo caso, di burattinai e manovratori forestieri, se ne subodora qualcuno.

Ci sarebbe molto da dire, ancora, ma il tempo delle chiacchiere è finito. Questa città ha bisogno di fatti, gesti, azioni coraggiose e vincenti.

Se poi ciò che conta è accontentare il Visir di turno, allora questa città è morta. Solo che non se n'è resa conto, ancora. Le prossime elezioni saranno decisive per non diventare una città da terzo mondo, terreno di conquista del signorotto di turno.

Le idee valide ci sono, basta catalizzarle e renderle fattibili. Di gente entusiasta in giro io ne incontro e ne vedo parecchia. Non sprechiamo questa energia. Queste sono le energie da valorizzare, non i 26 Ha di fotovoltaico che deturperanno il paesaggio di Oria (poi tutti mettono il turismo nel proprio programma elettorale e vogliono che oria cresca da questo punto di vista: IPOCRITI!) e che hanno visto il consiglio comunale totalmente favorevole (ad inchinarsi al Visir di turno, forse?). Cui prodest?

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...