giovedì 31 dicembre 2009

Volantino variazione calendario raccolta rifiuti. Chi l'ha visto?

Parentesi poetica. Omaggio al poeta Pino Guida.

Corso Umberto
Nei tempi passati
una via tranquilla,
operosa e vitale,
con tante comari.

Una vecchia bicocca
che casa non era:
un letto di paglia
nella buia spelonca,
in mezzo alle botti
di vino moscato.



Un negozio di armi;
un barbiere all'antica,
tagliava i capelli,
cantando l'Aida.

Esposti all'aperto:
frutta e verdura,
agnelli e salsiccia,
a far da richiamo,
con mosche contente
di far sempre festa.

Un piccolo vano
con tanto profumo,
pieno di rose,
garofani e gigli.

Una scala di pietra;
un terrazzo fiorito:
una donna in attesa
del frutto d'amore.

Un sarto gentile,
intento a cucire
vestiti e stendardi
per dame e per fanti,
parlando all'amico
che vende giornali.

Sotto un palazzo
a sinistra del Corso,
usciva il profumo
del pane già cotto:
un uomo sfornava
i grossi panetti,
vestito di maglia
di lana caprina.

E' rimasto qualcosa
del Corso che era....?

Locali lasciati
al degrado ambientale;
un vecchio ottantenne
incapace di amare.

Una dama attemoata
ha perso l'ardore,
sposando alla fine
il suo unico amore.

Una vecchia zitella;
una donna depressa
in cerca del niente
che mai troverà.....

Una mamma che vive
nel palazzo dorato,
crescendo una bimba
avuta per caso.

Un negozio che vende
profumi in bottiglia;
due studi di ingegno,
un bar che non c'è.

una palma avvizzita
rimpiange la vita;
il sarto e il fornaio
riposano...."Là"...

E' sparito per sempre
il terrazzo fiorito.
E il frutto d'amore...?
Ha portato dolore.

mercoledì 30 dicembre 2009

Modi di dire oritani: "S'ONNU FRUSCIATU !"

Articolo strettamente correlato al precedente.
E dire che nel "palazzo" stanno studiando come fare per far ottenere una promozione col sistema cosiddetto "della progressione verticale"....... ad alcuni dipendenti .
N.B.: Nella targa si legge: "....prosperoso prosieguo.". Sinceramente non capisco a cosa si riferisce. Nella targa invece non si legge un GRAZIE.

martedì 29 dicembre 2009

Il Corpo di Polizia Municipale perde una delle sue punte di diamante.

In altre realtà cittadine una persona con simili qualità avrebbe indossato (meritatamente... come minimo) i gradi di Sottufficiale. Ad Oria, invece, quest'uomo che sicuramente ha dato tanto e forse anche più di altri dipendenti comunali, dal I° gennaio prossimo, dopo circa 35 anni di servizio nel locale Corpo dei VV.UU., va in pensione con il semplice grado di Istruttore di Vigilanza, ossia: Vigile Urbano..... un semplice vigile urbano. Si tratta dell'oritano Emanuele Conte. Nei giorni scorsi vi è stato "il formale saluto di commiato" presso il Comando Polizia Municipale, ove, oltre a belle parole più o meno di circostanza, ha ricevuto un regalo ricordo da parte di tutti i commilitoni.
Un curriculum di tutto rispetto ha accumulato negli anni il Conte, dotato di eccellenti doti umane, senso del dovere, altruismo e grande rispetto per le persone.
Entrò nel Corpo dei Vigili nel 1975 dopo aver svolto servizio per tre anni nell'Arma dei Carabinieri. Il Corpo dei Vigili allora era con buon organico e ben funzionante. Molti di essi erano giovani ed ex Carabinieri o Agenti di Polizia. Emanuele era uno dei motociclisti e col suo modus operandi brillante ed intraprendente incuteva timore anche nei delinquenti più incalliti e nel contempo infondeva fiducia e senso di sicurezza nella cittadinanza.
Il 28 luglio 1993 il Presidente della Repubblica gli conferiva la Medaglia d'Argento al Valor Civile con la seguente motivazione: "Con grande coraggio ed altissimo senso civico metteva più volte a repentaglio la propria incolumità per proteggere quella dei cittadini e per assicurare malfattori alla giustizia, prodigandosi generosamente ed instacabilmente, nell'alleviare le altrui sofferenze. 1975-1993 Oria (BR)."
Ricordo che nel gennaio 1991 salvò un'anziana persona da probabile grave disgrazia. Un 72enne si era addormentato nella propria abitazione con una vecchia stufa a gas che si era spenta ed il gpl continuava a fuoriuscire con immaginabile rischio di esplosione o di intossicazione da esalazione di gas.
Ed ancora, il 2 giugno 2006, il Presidente della Repubblica gli conferisce l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica su segnalazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in considerazione di particolari benemerenze.
Medaglie...... onorificenze...... non più di tanto. Un grado di Brigadiere, per merito, si poteva pure concedere.... e che caspita!
Per ben due volte, in due distinti periodi (nel 1999 e nel 2000), con incarico avuto dal sindaco pro tempore Sergio Ardito, ha ricoperto il ruolo di Responsabile del Corpo di P.M., stante la mancanza (a tutt'oggi) di un Comandante effettivo.
Emanuele Conte forse sta andando in pensione con un pò di anticipo rispetto al limite massimo d'età e spero solo che la decisione non sia frutto di qualche rammarico, qualche delusione circa problematiche all'interno del Corpo. Non dimentichiamo che circa due anni addietro è andato in quiescenza, anch'egli con anticipo rispetto al limite massimo d'età, un altro elemento importante dei Vigili Urbani di Oria: Salvatore Pastore.
Dall'esterno non si hanno certamente elementi utili per valutare ciò che avviene in quell'ambito. Mi prendo comunque la libertà di dire che ho arricciato il naso quando ho appreso che dopo pochi giorni il suo arrivo ad Oria (concorso per mobilità esterna), un'agente di Polizia Municipale, è stata nominata responsabile del Nucleo Vigilanza Ambientale, in quanto a Rimini, dove prestava servizio in precedenza, si era specializzata in un certo tipo di servizi. Vi state chiedendo quali? Da quel che si legge in un articolo datato 21.11.2009 del Nuovo Quotidiano di Puglia dovrebbe trattarsi di servizi finalizzati a scoprire discariche abusive a cielo aperto in aperta campagna. Infatti l'articolo di stampa parla di una scoperta fatta dal NVA dei VV.UU. di Oria fra le contrade Salinelle e Case Grandi.
Stranamente la stessa mattina che si leggeva ciò sul giornale scoprivo (cliccare QUI) che poco distante da Oria e nelle vicinanze del sito oggetto dell'operazione suddetta vi era una vasta area adibita a discarica abusiva. Facilissimo da scoprire... senza bisogno di avere nessuna specializzazione. A buon intenditore poche parole.
Concludo con un grandissimo grazie da parte mia al Cav. Emanuele Conte per tutto ciò che ha fatto per noi oritani.

Concerto di Capodanno a cura dell'Associazione Culturale Musicale Progetto Artistico Oritano

L'Associazione Culturale Musicale "Progetto Artistico Oritano" ci invita al Concerto di Capodanno che si terrà la sera del I° gennaio prossimo, alle ore 19,30, nella chiesa di San Domenico. Saranno eseguite musiche di George Gershwin, Jacon De Hann, Verdi e Morricone.

A proposito di modi di dire

Nel servizio andato in onda ieri su TRCB alle ore 13,30 avente per oggetto RACCONTAMI DI TE... il sindaco di Oria ha citato un modo di dire (io direi proverbio): "Can che abbaia non morde".
Oggi voglio ricordare a tutti noi un modo di dire oritano: "Iddu si la canta e iddu si la sona".
Infatti il senso di quel servizio TV era proprio questo, se si considerà che l'uomo col microfono in mano è il signor Cosimo Saracino, direttore del bollettino OriaInforma dell'Amministrazione Comunale.... una sorta di addetto stampa del nostro sindaco, pagato con i soldi degli oritani.
Ad un certo punto il Saracino chiede com'è il rapporto con i cittadini ed il sindaco risponde a modo suo, dimenticando volutamente che il Comune di Oria non ha un URP.... che sul sito internet ufficiale non vengono pubblicati i vari provvedimenti di Giunta, di Consiglio, nonché le determine dirigenziali. Al sindaco piace ricordare che gli oritani vanno a trovarlo a casa......
Meditiamo gente.... meditiamo gente. Invierò una mail a Tonino Saponaro, responsabile di TRCB, per invitarlo a fare una di quelle sue trasmissioni con la partecipazione dei cittadini, perché ritengo che è opportuno far sentire ai telespettatori di quella emittente ANCHE l'altra voce della campana.
Segnalo come interessanti e correlati a questo post i seguenti due articoli degli amici della lanterna: A) - B)

lunedì 28 dicembre 2009

Oria - 5 gennaio 2010 "Ti voglio tanto bene" - Canto di Corali.

Centenario delle Opere di Sant'Annibale in Oria.
"Ti voglio tanto bene" - Concerto di corali. Omaggio a Gesù Bambino.
Martedì 5 gennaio 2010 - ore 20,30 - presso Santuario Sant'Antonio (San Pasquale) - Oria. (Cliccare sull'immagine per ingrandire)

Il Sindaco di Oria a TRCB "Raccontami di te"

Il Sindaco di Oria a TRCB: RACCONTAMI DI TE from Arpa Francesco on Vimeo.

Evviva gli sposi!!!

Nella splendida cornice di Palazzo Martini, in Oria alle ore 11,00 di oggi, si è celebrato il matrimonio con rito civile dei giovani Alessandro Carone e Stefania Esposito, officiato dall'assessore Angelo Mazza. Agli sposi auguro un roseo avvenire ricco di lieti eventi.

Tantissimi auguri agli sposi Debora e Vito da Gianfrancesco da Bologna.

Il 22 dicembre nella Basilica Cattedrale di Oria si è celebrato il matrimonio fra Vito Petarra e Debora Mele. Sul sito www.sposieventi.com nella sezione articoli recenti è presente un articolo dell'evento con fotogallery. Su Facebook è anche presente un piccolo video. Anche se con ritardo mi associo agli auguri agli sposi.

domenica 27 dicembre 2009

La parola ai lettori. (A proposito dei ringraziamenti per il calendario della Pro Loco)

Caro Franco,
ho letto l'articolo da te pubblicato nei giorni scorsi circa la serata di presentazione del calendario della Pro Loco di Oria. Mi ha colpito la tua curiosità circa i ringraziamenti al Dr. Gianfranco Sorrento in abbinamento a quelli per lo sponsor Oritana Carni. Se non ci troviamo di fronte ad un caso di ominimia possiamo dire che il Sorrento in questione è il Consigliere Comunale, con delega consiliare al Turismo e alla Valorizzazione dell'immagine di Oria (già Presidente del Consiglio).
Nemmeno io capisco il senso di quei ringraziamenti formulati in tal modo su un documento cartaceo importante come un calendario. Ho tentato di interrogare alcuni piazzaioli e qualche chianca del centro storico ma non sono riuscito a cavare nessun ragno dal buco. In verità, una zanzara (sai com'è ...... con lo scirocco di questi giorni) mi è venuta all'orecchio e mi ha detto che sarebbe stato il Sorrento a reperire lo sponsor per realizzare il calendario della Pro Loco. Inoltre, lo stesso Sorrento avrebbe confidato a dirigenti della Pro Loco e dei Rioni che bisogna fare tutti "rete" per promuovere al massimo il territorio di Oria e le varie manifestazioni che possono attirare turisti, ed in tal senso l'amministrazione comunale si starebbe impegnando a spendere quarantamila euro in più del solito per promuovere il Corteo Storico e Torneo dei Rioni edizione 2010. In programma vi sarebbe anche una diretta televisiva su TeleNorba. Bah.... vedremo.... a dire il vero mi sembra un pò riduttivo trasmettere su quella TV, come minimo dovevamo scomodare una TV inglese o americana. Ovviamente bisogna avere l'onestà intellettuale di dire ai forestieri (ma anche a tanti oritani che non lo sanno) che non si tratta di una rievocazione storica, bensì di una trovata geniale, datata anni "60, dell'oritano Gino Capone, professionista cinematografico.
Ciao.
Auguro Buon Anno a te ed ai tuoi lettori.
Firmato: un amico.
P.S.: Appena incontro il Sorrento gli devo sommessamente dire che "valorizzare l'immagine di Oria" significa anche non permettere che il guano di piccioni, in taluni punti della città, raggiunga quantità impressionanti, tali da mettere in pericolo l'igiene e la sicurezza pubblica.
----------------
A proposito del Sorrento e della delega consiliare che gli è stata data dal Sindaco è significativo ciò che ha scritto il Consigliere Tommaso Carone in una interrogazione fatta nell'ultimo Consiglio Comunale: "...........Questi provvedimenti di servizio dovrebbero avere natura e durata provvisoria ma non se ne specifica né durata né termine, sguarniscono l'ufficio di segreteria, utilizzano un dipendente regolarmente e sin dall'origine assunto con la qualifica di archivista (caso credo unico nell'attuale dotazione organica fatta di personale adibito a qualifiche e mansioni diverse rispetto al profilo di assunzione), privano l'archivio e l'ufficio protocollo del dipendente in possesso delle specifiche competenze e dei relativi e appropriati titoli, non danno conto delle effettive esigenze di urgenza adottate con una clausola di stile senza che se ne dia conto effettivamente e in maniera trasparente.
E allora, dietro l'adozione formale del provvedimento da parte del responsabile del servizio si nascondono le reali intenzioni di assegnare in modo surrettizio a un consigliere di maggioranza con delega al turismo un ufficio dotato di tutto punto e tra l'altro di un dipendente comunale componente della pro loco e del gruppo sbandieratori rione lama.
Ma, mi chiedo e chiedo a Lei signor Sindaco, può assegnarsi a un consigliere comunale una delega così ampia e indeterminata senza definirne l'ambito operativo e senza giustificarne e motivarne le ragioni o l'eccezionalità? Andando contro la stessa lettera della legge (art. 56 Statuto, art. 64 D. Lvo 267/2000) ed assegnando al medesimo consigliere il ruolo di controllato e controllore nella politica del turismo di questa amministrazione? Come può conciliarsi il ruolo di consigliere comunale con quello di delegato al turismo nel momento della decisione politica dell'amministrazione di destinare una somma piuttosto che un'altra alla politica del turismo di questa Città?
Ma come potrebbe mai una maggioranza che si regge sull'appoggio di un consigliere con delega al turismo eventualmente non approvare le disposizioni di servizio del responsabile del servizio che presenta i profili di censura e di critica innanzi evidenziati?
Quadro reso ancor più difficile dalla seria possibilità che gli atti e i provvedimenti richiamati possano essere viziati dalla disparità di trattamento e da valutazioni del tutto avulse dal contesto effettivamente lavorativo legato alla produttività, alla diligenza, alle capacità, ai curricula dei dipendenti di questo Comune................."
Le due foto sono del blog www.oritano.it

2° Memorial calcio Dantuccio Cacciatore.


sabato 26 dicembre 2009

AVVISO AGLI AERONAVIGANTI. Pericolo nel sorvolare Oria.

Fate attenzione a sorvolare Oria durante le ore notturne con velivoli a bassa quota. Una imponente struttura in cemento armato, di notevole altezza, comunemente denominata "Fungo AQP", posta sulla sommità del Monte Annibale, da molti giorni non è segnalata con la prescritta luce rossa sulla sommità. Voi vi potreste fare la bua e tante persone potrebbero rimanere senza acqua potabile nelle case.

venerdì 25 dicembre 2009

Tradizioni popolari - beni culturali - modi di dire e detti oritani.

Ti Santu Stefunu no mangiari fai ca ci nò ti essunu li fronchiuri!
(Nel giorno di Santo Stefano non mangiare fave altrimenti ti escono i foruncoli!)

E' stato notato un volantino. In quanti lo hanno letto?

Mi è stato riferito che nella giornata di ieri alcuni oritani hanno avuto la fortuna di poter leggere un volantino (non ho capito chi lo ha realizzato e distribuito) sul quale c'era scritto che nei giorni di Natale e Capodanno il servizio di raccolta porta a porta della frazione umida non si effettua, mentre si conferma l'effettuazione di analogo servizio per il successivo giorno, rispettivamente 26 dicembre e 2 gennaio. Mi chiedo: è tanto difficile trovare un sistema affinché tutti i cittadini oritani possano essere informati correttamente? Costerebbe tanto fare un annuncio sul sito internet del Comune e per coloro che non usano internet affiggere un apposito avviso, per esempio, sotto i portici del Municipio?
Questo articolo è strettamente correlato a quello precedente.

giovedì 24 dicembre 2009

I prossimi tre giorni sono festivi. Siamo stati informati..... oppure no?

Nel foglio istruzioni che ci è stato distribuito all'inizio dell'anno così è scritto: "Se il giorno di raccolta è festivo verrà adoperato il primo giorno successivo utile. La cittadinanza sarà preventivamente informata."
Voi siete stati informati su cosa accadrà da domani fino a lunedì per quanto riguarda la raccolta rifiuti?
E' il caso di dire siamo alle solite! Ciò che è successo per il giorno 8 scorso, festa dell'Immacolata, sta per ripetersi.... ed il tutto in un silenzio assordante da parte di tutte le forze politiche.... che, come le famose tre scimmie, non vedono - non sentono - non parlano - e si rendono complici, insieme a chi ha responsabilità amministrative, di illecito arricchimento del gestore raccolta rifiuti. Io continuo a meditare gente.... e voi?

mercoledì 23 dicembre 2009

“BRINDISI SOTTO ASSEDIO: difendiamola in coro”. - Manifestazione NO AL CARBONE.

Caro Franco, t'invio il comunicato stampa e la locandina che il comitato di "No al carbone" mi hanno inviato con preghiesa di farla conoscere in vista della manifestazione provinciale del 23. Per quanto mi riguarda, come consigliere provinciale io aderisco. Grazie dell'ospitalità e un cordiale saluto.

prof. Francesco Fistetti
“BRINDISI SOTTO ASSEDIO: difendiamola in coro”.
Mercoledì 23 dicembre, ore 17, manifestazione del gruppo “No al carbone”. Per dire “no” alla nascita di nuovi poli energetici e auspicare una città all’insegna dello “sviluppo sostenibile”. A fine corteo, esibizioni live a Piazza Santa Teresa, con Franco Zuccaro, Malvasia, Pizzicati di Beppe e Donatella, MKS, Mama Roots e Sud Sound System.
Brindisi, dicembre 2009 – Conosciamo tutti, almeno a grandi linee, la storia economica della nostra città, caratterizzata soprattutto da un’ agricoltura “secolare” e una pluridecennale industria “pesante”.
Purtroppo, ci duole constatare che quest’ultima strada, fortemente voluta dai vari amministratori locali avvicendatisi negli anni, ha trasformato in negativo la fisionomia della città e del porto.

Tralasciando l’esiguo contributo che tale politica ha apportato in termini occupazionali, la scelta di trasformare la nostra città in un polo industriale non ci ha consentito uno sviluppo sostenibile. E oggi tutti ne stiamo pagando le conseguenze.
Nonostante ciò, negli ultimi tempi abbiamo assistito al proliferare di aziende multinazionali che vogliono contribuire al massacro della nostra città attraverso la medesima produzione: quella energetica. Certo, cambierebbero le fonti, aggiungendo così ai milioni di tonnellate di carbone movimentate 2 serbatoi di gas, circa 1700 metri cubi di gpl, un imprecisato quantitativo di olio vegetale.
Noi non ci stiamo.
Non vogliamo continuare a pagare scelte intraprese altrove, né tantomeno continuare a perdere amici e parenti tra emigrazione e malattie. Noi non vogliamo crescere nella morsa tra il ricatto occupazionale e quello culturale, che non consentono una AUTODETERMINAZIONE POPOLARE. Riteniamo, inoltre, che questo sviluppo sia incoerente con la “lungimiranza elettorale” dei nostri amministratori che hanno prospettato per questa comunità uno sviluppo innovativo, culturale, turistico, eco-compatibile e SALUBRE.
Per queste e tante altre ragioni abbiamo deciso di scendere in piazza a manifestare il nostro dissenso verso il futuro che si prospetta, perché non vogliamo più essere solo spettatori dei business altrui, ma registi del nostro futuro, compatibilmente con le nostre risorse e con le capacità e la volontà del territorio.
Il prossimo 23 dicembre (ore 17,30), avrà così luogo un corteo che partirà dal piazzale della Stazione e culminerà a Piazza Santa Teresa, dove è previsto un concerto di gruppi locali che hanno fornito la loro GRATUITA adesione per continuare l’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica in merito a un problema molto sentito dai più giovani e non.
Sul palco di Piazza Santa Teresa si avvicenderanno: Franco Zuccaro (regista teatrale e cantante); I Malvasia e I Pizzicati di Beppe e Donatella (folk-pizzica); gli MKS (rock-blues anni ‘70); i Mama Roots e i Sud Sound System (reggae). Nel corso della manifestazione saranno allestiti spazi informativi per ricevere ulteriori informazioni sul tema e poter esprimere il proprio parere.
L’invito a partecipare è rivolto a tutta la cittadinanza, alle associazioni ambientaliste, culturali e di volontariato, alle associazioni di categoria e ai sindacati, ai partiti e alle istituzioni, a chiunque, nel proprio piccolo, spera e si adopera per un futuro migliore.
I ragazzi del NO AL CARBONE.
Per informazioni: Daniele Pomes 327.57.85.185; Giuseppe Di Rienzo 328.86.16.413

Tradizioni popolari (veri Beni Culturali). Il menù del giorno di Natale e della vigilia.

Cuddu ca si mangiava ti Natali e ti la Vigilia.
(Fonte: LA VISAZZA, numero unico dell'associazione Presepe Vivente, dic.1992, a cura di Diego Moretto e Carmine Chiedi).

Lu giurnu ti la Visciglia:

Gnocchi cu lu baccalai
Baccalai cu lu sucu e baccalai rrustutu
Rapicauli a ssuffrittu - Caulifiuri fritti
Fungi amarieddi rrustuti e lampasciuni fritti
Cicora - finucchiu - lupini - mandarini - nuci - mennuli brustuliti - pettuli e e purcidduzzi cu lu cuettu ti li fichi.
Marvasia e primatiu.

Lu giurnu ti Natali:

Stacchioddi e pizzarieddi cu la carni ti lu puercu
Cicureddi a minestra e purpetti
Agnellu a llu furnu - capuzza - mmarrettu e sangunazzu
Cicora - finucchiu - lupini - mandarini - nuci - mennuli brustuliti - cartiddati cu lu meli - rosogliu e cafei.

Marvasia e primatiu.

L'oritano Francesco Marsella alle prese con la cattura di un'orata, in occasione del suo primo tuffo. Video.

martedì 22 dicembre 2009

Parentesi poetica.

Fra le varie cose che conservo in casa ho trovato una raccolta di poesie dell'oritano Pino Guida, dal titolo "Il piccolo Pitatedda - ricordi e realtà", realizzata tredici anni orsono.
Tutte bellissime le poesie.
Ho in mente di pubblicarle tutte ed inizio con la più lunga. Il titolo è: "Piazza Manfredi" (evidentemente com'era nei ricordi dell'autore, forse, circa 40-45 anni addietro).
Piazza Manfredi
Seguendo la via
che viene dal mare,
passando attraverso
una porta trionfale,
si trova uno spiazzo
di pietra che vive.


A destra e a sinistra,
girando lo sguardo,
vedo un barbiere
intento a pensare:
un figlio giurista
ed un altro da amare.

Una nuvola strana
di mosche ronzanti
attira il passante:
uomini rudi,
corrosi dal sale
dei frutti del mare.

Una "Luce" che tratta,
con pratica antica,
farina di grano
e carne arrostita:
il tutto annaffiato
con rosso paesano

Accanto alle stoffe
e corredi nuziali,
un "Leone" che guarda,
all'interno del quale
sciroppi e decotti
guariscono i mali.

Un piccolo vano
con carne bovina.
Un angolo pieno
di piccole cose
del piccolo Alfonso
dal fare noioso.

Su una vendita mista
di sale e tabacchi,
una scala mi porta
a vedere illusioni:
una candida tela
e tante emozioni.

Un Biagio, che è Santo
per gole arrochite,
nel piccolo Tempio
lasciato al degrado,
chiuso da sempre,
mai restaurato.

Tre vani di porta
uguali e perfetti:
su uno di questi
il padre di Tito
vende bottoni,
cravatte e calzini.

Un signore gentile,
dal barbaro... nome.
Un ufficio attrezzato
a vedere nel buio
cambia agli utenti
i lumi a petrolio.

Il nonno di Beppe,
all'angolo opposto,
ripara la voce,
immagini e suoni,
in tempo reale,
a scatole strane.

Un grande locale,
che sembra una botte:
"Pulcinella" vi serve
i mezzi e i quartini.
Al numero tredici:
ancora un barbiere.

Dietro un bancone
di buon "mascularu",
cinque gradini
di pietra scolpita:
un litro di asciutto
annebbia la mente.

In testa ha un sarto
la falce e martello:
aspetta, paziente,
che il figlio, un domani,
possa essere il primo
reggitor del paese.

Mi attira Giuseppe
con gelati al limone,
la panna con strega
e piccole essenze;
la pallina in bottiglia
a frenare la spuma.

Il fratello Luigi
ama i cani, la caccia,
e... le donne conquista.
Nel retro, nascosta
dall'aroma invitante,
la polvere... spara.

Oggetti per fumo:
per figlie tre rose
da ornare un... "giardino".
A fianco quel tale
la gamba sinistra
alla Patria ha donato.

I frutti di terra
raccolti al mattino;
i prodotti sudati
della spiga matura;
un cane randagio
in attesa dell'osso.

Cala la sera...
La notte cammina...:
silenzioso mi siedo
sul tondo scalino
e guardo, lontano,
quel Cristo che tace.

Pino Guida

lunedì 21 dicembre 2009

Risultati sondaggio "Chi vorresti fosse il prossimo sindaco di Oria ?"

Cliccare sull'immagine per ingrandire:
Come tutti avete potuto constatare nella colonna sinistra di questo blog è presente un sondaggio, che si è chiuso una settimana fa. Nell'immagine qui sopra potete osservare i risultati. Risultati che, con tutte le riserve e pregiudizi possibili nei confronti di questi strumenti, non lasciano spazio a dubbi. Il 53 % del campione di oritani che spontaneamente ed in forma anonima ha partecipato a questo sondaggio ha dichiarato che come prossimo sindaco vorrebbe "Una persona espressione della società civile, lontana dai partiti."
Ad ognuno di noi le considerazioni del caso.
Io credo che possiamo ritenere il risultato genuino, non manipolato o artefatto. Credo nel desiderio di tanti oritani di vedere qualcosa di diverso al governo della città. Così come lo desiderano in altri comuni più o meno aventi realtà come la nostra.
Nei giorni scorsi sul sito www.brindisisera.it è apparso il seguente articolo:

[Costituito ufficialmente il nuovo comitato ”E’ l’ora della Latiano migliore”.
"Vogliamo contare anche noi". I latianesi questa volta chiedono di voltare pagina.
Anzi di scrivere essi stessi il nuovo capitolo della propria storia. Con questoobiettivo si è costituito ufficialmente il nuovo comitato "E' l'ora della Latiano migliore". Un gruppo politicamente eterogeneo che ha come solo e unico obiettivo portare gente nuova a coltivare l'arte del pensare con la propria testa, del decidere attraverso il confronto collettivo per amministrare in forme nuove e condivise il bene comune. Ciò che invece - è stato sottolineato sabato nel corso della prima riunione che si è tenuta a Tenuta Moreno dai componenti del comitato - è mancato negli ultimi anni, durante i quali chi ha amministrato spesso non si è neppure accorto che, per esempio, le strade erano rotte o le palme davanti al palazzo Imperiali vanno estirpate per evitare che cadano sulla testa dei cittadini.
Il gruppo, del quale fanno parte per il momento una trentina di persone - tra le quali il senatore Antonio Gaglione - vuole in questo momento particolare dell'avvio della campagna elettorale, dare ai partiti una indicazione e un suggerimento che possa far capire loro che questa volta le sorti di Latiano non devono essere decise nelle segrete stanze delle segreterie politiche.
"E' giunto il momento - ha detto il senatore Antonio Gaglione spiegando la sua scelta di aderire a questo movimento - di aprire le porte della politica ad una nuova generazione di persone lontane dagli apparati di partito e dalle loro logiche. Spero che questa volta, insieme ai partiti anche la gente partecipi alle decisioni che la riguarda. Credo che sia giunto il momento di avviare una vera grande rivoluzione. Che parte dal coinvolgimento e dalla partecipazione di tutti: questo movimento è un buon inizio. Spero che altri facciano altrettanto. Il futuro di Latiano è nelle mani di tutti. Non solo dei partiti".
Poi Gaglione - che nei giorni scorsi e rompendo ogni schema e rituale aveva annunciato la candidatura a sindaco del giornalista Franco Giuliano - ribadisce la sua posizione.
E conferma. L'ho detto e lo ripeto: Franco Giuliano può rappresentare la sintesi dell'intera coalizione. "Il centrosinistra deve rompere tutti gli indugi e lavorare sin da subito per un candidato unitario alla carica di sindaco di Latiano".
"Come ho già detto - ha aggiunto - occorre tutti insieme ragionare su una candidatura capace di aggregare di consentire a Latiano un salto in avanti. Secondo me un professionista capace di incarnare le qualità necessarie per guidare una amministrazione comunale moderna, capace ed efficiente, è il giornalista Franco Giuliano che da anni e anni si batte, in varie sedi, per dare lustro a Latiano, alla sua e alla nostra Latiano. Spero che, mettendo da parte tatticismi di parte e metodi della vecchia politica, sia possibile sin dai prossimi giorni sedersi attorno ad un tavolo per scrivere un programma di governo e ragionare sulle candidature - a sindaco e consiglieri - con una coalizione che possa rappresentare in maniera degna ed esauriente tutte le forze migliori di Latiano".
01/12/2009
Il Comitato: "E' l'ora della Latiano migliore"
L'associazione: "L'Isola che non c'è"
L'on. Antonio Gaglione ]
L'articolo soprariportato non potrebbe spronare anche noi oritani a costituire in Oria qualcosa di simile? Per dare ai partiti una indicazione e un suggerimento che possa far capire loro che questa volta le sorti di Oria non devono essere decise nelle segrete stanze delle segreterie politiche locali e provinciali? Molti oritani ormai sono a conoscenza che i partiti locali già conoscono i nomi dei prossimi candidati sindaci e che in tal senso vi sarebbero già stati nella primavera scorsa degli accordi all'interno delle due contrapposte coalizioni in occasione delle elezioni provinciali.
Io non ci sto a questo gioco e voi?


N.B.:Il Dr. Franco Giuliano è responsabile della Redazione Internet de La Gazzetta del Mezzogiorno. A me sembra persona molto preparata, dotata di grande equilibrio, a cui piace guardare in faccia la realtà, capace di confezionare articoli giornalistici con la tipica libertà di chi è "senza padroni, senza padrini". Su questo blog ho ospitato nei mesi scorsi due suoi articoli (1 e 2) apparsi sulla Gazzetta del Mezzogiorno. Entrambi riguardavano gli inconvenienti sorti nei vari comuni del Consorzio Ato BR/2 e rispettive campagne con l'arrivo della raccolta differenziata porta a porta.
*

Mercoledì 23 dicembre Consiglio Comunale ad Oria.

Il giorno mercoledì 23/12/2009, alle ore 15,30, in seduta ordinaria di I^ convocazione nella solita sala Consiliare della sede Municipale, saranno trattati i seguenti argomenti posti all'o.d.g.:
1) Comunicazioni del Presidente;
2) Interrogazioni - Interpellanze;
3) Approvazione verbali sedute precedenti del:
- 09/11/2009;
- 23/11/2009;
- 30/11/2009;
4) Regolamento per la disciplina dell'Albo Informatico. Approvazione;
5) Regolamento Comunale per la disciplina della pubblicità e pubbliche affissioni. Variazione;
6) Regolamento del Servizio di refezione Scolastica. Approvazione;
7) Stato di crisi dell'Agricoltura. Approvazione ordine del giorno;
8) Regolamento sulla concessione di spazi sosta personalizzata agli invalidi.

domenica 20 dicembre 2009

Annuncio che sto preparando un calendario 2010.

Leggendo l'ultimo comunicato stampa che mi è stato inviato dall'associazione culturale LaboratOria è scattato in me l'innato spirito critico ed ho pensato: "Facile fare associazionismo in quel modo e accattivarsi la simpatia dell'amministrazione comunale e magari di altri enti, ottenendo, forse, oltre al gratuito patrocinio anche dei contributi in denaro." LaboratOria è un logo che dovrebbe dare di più, a mio parere, ad Oria inteso come sensibilizzazione a certe problematiche del territorio..... appunto di Oria."
Ho deciso quindi che nei prossimi giorni contatterò una tipografia per realizzare un calendario a modo mio, magari col titolo: ORIA E' ANCHE QUESTO, PIACCIA O NON PIACCIA. Le dodici foto che sceglierò? Provate ad indovinare. Qualcuna del guano dei piccioni, qualche altra dei rifiuti, etc....
Cliccare sulle immagini per ingrandire:
Image and video hosting by TinyPic

In occasione della mostra fotografica One Globe-Photo Exibition è possibile ammirare le foto del volume The Heart of Kashmir del reporter G. Torsello.

Informazione avuta dall'Associazione Culturale LaboratOria.
Per conoscere i dettagli cliccare
QUI.

Concerto di Natale nella Basilica Cattedrale.

VERBUM CARO FACTUM EST
Concerto di Natale
Coro Polifonico Maria SS. Assunta della Basilica Cattedrale di Oria
Direttore Mauro Mattei
ore 19,45 di martedì 22 dicembre

Oggi donazione sangue.

sabato 19 dicembre 2009

Beni Culturali oritani: contrade e modi di dire per indicare luoghi di Oria.

Salve,
potrebbe fare come ha fatto per le 'ngiurie e i personaggi del passato, una rassegna dove si elencano tutti i nomi delle contrade e delle località di Oria che non tutti conoscono, soprattutto i giovani? Ad esempio sotta la Lucanda, contrada Portaccio, ecc.......
La ringrazio in anticipo per il suo impegno.
Cesare S.
Nei giorni scorsi ho ricevuto la suddetta mail che mi ha stimolato a creare un elenco di nomi di contrade oritane, di ieri e di oggi. Lo studio di detta materia è ancora in corso da parte mia e dovrò effettuare delle verifiche presso uffici pubblici, nonché interpellare alcune memorie storiche attendibili. Nell'elenco sicuramente oltre a nomi di contrade vi sono anche nomi di sottozone (o sottocontrade). Ringrazio in anticipo quanti di voi potranno aiutarmi in questa ricerca. Nei prossimi giorni inserirò anche il termine dialettale a fianco ad ogni voce.
Inoltre mi sono sforzato di ricordare modi di dire per indicare punti della città.
Ecco l'elenco:
Acquatoriccia (?)
Argentone
Belloluogo
Beneficio
Bollasco
Bruficu
Burdo
Camarda
Campo Adriano
Capitolo (?)
Carnali
Casalino (?)
Case piccole
Case grandi
Casa rossa
Cazzamennuli
Chiancariello
Chiantata
Chiusurella
Cicci (?)
Cuturi
Chianca
Chiani
Danusci
Donnannella (?)
Ficotorto
Filicosa
Fontana
Fontana Dritta
Fontana di Michele
Fontane
Forago
Frascata
Fratasconi
Gallana
Gattana
Giordano
Grassuliddu
Guastaferri
Inzivati
La caritta
La Cappella
La Conella (Cunedda)
Lama (?)
La Maddalena
Lamia
La partogna
La puzzica
La sardedda (?)
Laurito
Li cavalli
Lu pagghioni (?)
Madonna della Scala
Madonna del Soccorso
Madonna Lauro
Maggiannulo
Mandurrini
Martucci
Masoni
Matteri
Minicardu
Mondo nuovo
Monte Annibale
Monte Impisi
Monte Manisco
Monteverde
Monti
Monti Spilatu
Morte
Mulino a vento
Noci
Paddatoni
Palombara
Palombara Piccola
Palmenti
Paolotti
Pappadà
Pappaferi (o Pappafuru)
Paradiso
Parietone
Pasquini
Pasuni
Patissi (?)
Patuloni
Pesare
Pezza Caterina
Pezza dell'abate
Pezza del tuono
Pigna (?)
Potente
Portaccio
Preti
Priulari
Pumauri (?)
Pummu
Pupini
Reni
Salinaru
Salinelle
Salinelle Grandi
San Cosimo alla macchia
San Domenico
San Felice
San Giovanni Lo Pariete
San Lorenzo
San Pietro
San P. Canali (?)
Santa Cecilia
Sant'Andrea
Sant'Angeli
Sant'Anna
Santoro
Savaluru
Scalella
Scerzi
Serena
Schiavo
Schiavone
Sottoparabita
Spilonci
Squartati
Spirito Santo
Terra di Marina
Tiani
Tripoli
Tumani
Vela
Vignarola
Vintalora
Visciglio
Zinghi Zanghi


Inoltre mi sono sforzato di ricordare modi di dire per indicare punti della città:


Allu Cìriacu
Sobbra Sannuminicu
Alla Nuzziata
Mienz'alla chiazza
Alla strata ti lu bruficu
Alla chiantata
Allu casinu russu
Sobbra Santa Croci
Sobbr'alla chiesa madri
Alli scaleddi ti la chiesa madri
Alla carnara
Cretu Sant'Antantueni
Sobbr'alli Padri
Sott'alla puzzica
Alli sciaji
Sobbra San Sarvatori
Alla grotta
Alla sferracavaddi
Sobbra Montimpisi
Alla scittalora
Sott'alla chiazzedda
Addò eti la palazzina ti buttoni
Sott'alla lucanda
Cretu allu talefunu
Addò erunu li magazzini ti lu tabbaccu
Cretu alla sirinella
Allu ponti ti la torri
Sobbra San Pascali
Allu furnu ti Manduria
Sobbra a San Benedettu
Sobbra Monti Paulotti
Cretu allu dottori Scardapani
Sott'alla stazzioni
Alla Croci
Allu Crucifissu
Allu Spiritu Santu
Alli quattru strati

Calendario 2010 - concorso fotografico AVIS

Presentato il calendario 2010 relativo al III Concorso Grafico-Pittorico promosso dall'AVIS Comunale ORIA presso le classi V delle Scuole Primarie della Città di Oria.
I dodici disegni vincitori sono stati scelti da una commissione tecnica fornita da LABORATORIA.
E' possibile scaricare il calendario in formato pdf da questo link.
Ass. Culturale LABORATORIA
Oria

Oria e le sue stranezze. (Detto locale: Toppu lu Santu si faci la festa?)

Come voi ben sapete il 9 novembre scorso è entrato in funzione il comprensorio adibito a magazzini ortofrutticoli presso la cosiddetta ex polveriera in contrada Belloluogo.
Qualcuno oggi si accorge che la struttura andava benedetta con dell'acqua santa da un sacerdote in presenza di amministratori comunali e provinciali in pompa magna.
Infatti dopo ben 44 giorni dall'avvio delle attività di compravendita in detta area, nella mattinata di mercoledì prossimo, giorno 23 dicembre, ci sarà l'inaugurazione ufficiale. In verità la dicitura "Inaugurazione Magazzini Ortofrutticoli" appare poco appropriata al caso, in quanto i magazzini già c'erano prima. Sarebbe stato bello invece sentir parlare di Mercato Ortofrutticolo in modo serio e con vere intenzioni di rilanciare l'economia territoriale. Allo stato attuale l'unica cosa che è in fase di rilancio è la tranquillità ed il riposo delle persone che abitano laddove prima erano ubicati i magazzini in questione. Amministratori che a distanza di tanti giorni dall'apertura di detta area mercatale non hanno ancora provveduto a fare installare della seria segnaletica stradale a partire dal punto in cui erano ubicati in precedenza detti esercizi, non meritano di essere presi sul serio. Senza parlare poi che si è giunti a questo risultato dopo circa dieci anni da quando l'area è stata acquistata. Insomma, il classico travaglio della "montagna che partorisce il topolino".
A margine di tutto apprezzo la modestia dell'assessore al ramo Dr. Angelo Mazza, il quale a differenza di qualche suo collega, non pecca di vetrinite.

venerdì 18 dicembre 2009

Forse rinviato a domani l'annuncio della nomina del nuovo vescovo di Oria.

Saranno le campane a festa ad annunciarlo ai fedeli.
Oggi in tanti si aspettavano di conoscere il nome del nuovo vescovo di Oria ma....... nulla di fatto, almeno per oggi. La Gazzetta del Mezzogiorno dell'11.12.09 aveva preannunciato che oggi il clero della diocesi di Oria sarebbe stato informato del nome del nuovo pastore.
Una persona oritana informata di queste cose mi faceva presente che solitamente questi annunci vengono dati di sabato e che ritiene improbabile che il nome del nuovo vescovo coincida con uno di quelli già fatti dalla Gazzetta del Mezzogiorno negli articoli firmati dai giornalisti Sparviero e Perrone. Sempre secondo questo oritano lo Spirito Santo non ha ancora sufficientemente illuminato le menti di coloro i quali devono decidere. Fra l'altro la sede di Oria è vacante da pochi mesi. In passato si sono avute vacanze di gran lunga superiori alla guida della diocesi di Oria. Forse la più lunga è stata di 4 anni, dal 1794 al 1798.
Dal 1781 al 1794 fu vescovo tale Alessandro Maria Kalefati, ricordato come impostore, falsificatore ed interpolatore di documenti; vero falsario, maniaco pronto ad errare; emerito falsificatore di pergamene, autore di svariate imposture membranacee e lapidarie, dal francavillese Cesare Teofilato, solitario pubblicista anarchico (poeta e sindaco della prima Amministrazione democratica, grande protagonista della storia politico-culturale di Francavilla e del Salento, estremo difensore degli ideali di libertà e democrazia).
Per la curiosità dei lettori appassionati di certe chicche del passato segnalo un altro vescovo chiacchierato: Giandomenico GUIDA (alla guida della Diocesi di Oria dal 1833 al 1848, in un rapporto del chierico Francesco Marrazza, datato 17.5.1835, viene qualificato come buffone, buontempone, opportunista e poco benevolo verso il clero, despota maniaco, che amava scegliere i suoi consiglieri fra perpetui calunniatori).
Continua quindi la scoperta di figure con "zone d'ombra" di vescovi della nostra diocesi.
In passato vi ho parlato di Gian Pietro Carafa (Papa Paolo IV) persecutore degli ebrei (di lui i Romani dicevano che se sua madre avesse previsto la sua carriera, l’avrebbe strangolato appena nato).
Di recente vi ho accennato del francavillese Luigi Margarita che possiamo definire il "vescovo brigante".
Qui di seguito una delle poesie di Cesare Teofilato:
“Io ti dico che se ne le tue vene
non circola l’eredità dei millenni,
che se nel tuo cuore non canta
il poema de le lontane memorie,
tu non sei un uomo,
non rappresenti un popolo,
né puoi vantarti d’essere membro
d’una nobile città”.

ORIA: Leonzio Pomarico domani festeggia i suoi primi 100 anni.

(Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno del 18.12.09)
ANCORA LUCIDO IL RICORDO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE.

Un ex combattente festeggia domani le sue «prime» cento primavere: grande festa
• ORIA. Un’intera comunità in festa, domani, per celebrare i cento anni di un grande combattente.
Domani, infatti, festeggia le sue cento primavere Leonzio Pomarico: nato ad Oria il 19 dicembre del 1909.
I suoi famigliari, ma anche l’Amministrazione comunale, hanno organizzato una grande festa in onore del signor Pomarico che è molto conosciuto ad Oria per essere sempre presente a dare il suo contributo nelle manifestazioni dei gruppi cambattentistici.
Era il 14 gennaio del 1942 quando Leonzio Pomarico fu chiamato per combattere una guerra che ha sempre ritenuto ingiusta.
Nel corso degli anni, gli è stato riconosciuto pubblicamente il suo impegno di ex combattente. Circondato da figli, nipoti e amici: domani il signor Pomarico sarà festeggiato.
Nella foto seguente da me scattata nel novembre 2008 lo vediamo in prima fila in mezzo a dei ragazzi.

UN CALCIO AL PALLONE: manifestazione calcistica categoria piccoli amici e pulcini. (Scuola Calcio Mariano Carone)

UN CALCIO AL PALLONE: si chiama così la prima edizione di una manifestazione calcistica organizzata dalla Società Scuola Calcio Mariano Carone per Domenica 20 alle ore 09,30 presso il centro sportivo Miledand riservato alle categorie piccoli amici e pulcini. La manifestazione vedrà la partecipazione del Brindisi Calcio 1912 e del Francavilla Calcio. L' evento ha naturalmente lo scopo di far confrontare la nostra realtà calcistica con altre in un ambiente di sana competizione agonistica. Lunedi p.v. saranno pubblicate le foto. (Fonte notizia: sito web società)

Dal 23/12/09 al 06/01/10 mostra fotografica OneGlobe Photo Exhibition - Images of war.

Per conoscere i dettagli cliccare sull'immagine:

giovedì 17 dicembre 2009

Il calendario 2010 della Pro Loco di Oria e Trailer Torneo dei Rioni. (Video e slide del calendario)

II Corteo Storico di Federico II ed il Torneo dei Rioni: tra storia, cultura e promozione del territorio.
L'Ass. Tur. PRO LOCO di Oria sin dal 1967, rievoca ogni anno, nel secondo fine settimana del mese di agosto, una delle più importanti pagine della storta millenaria della Città: il periodo della dominazione sveva.
Siamo nel 1225: Federico II attende in Oria Isabella di Brienne che sposerà in novembre nel duomo di Brindisi. Per onorare il padre della promessa sposa, Giovanni di Brienne, re di Gerusalemme, e per partecipare le sue imminenti nozze al popolo oritano, l'imperatore bandisce un “Torneamento” tra i quattro antichi rioni della Città: Castello, Giudea, Lama, Santo Basilio.
Questo l'evento che dà vita al Corteo Storico di Federico II ed al Tomeo dei Rioni di Oria, le cui immagini più suggestive sono state inserite nel presente Calendario 2010, inserito oramai nella tradizione cittadina e, che ci accompagna nella vita quotidiana per tutti i mesi dell'anno.
Il CORTEO STORICO ha luogo il sabato: animato da circa settecento figuranti, esso sfila per le vie principali della città addobbate con gli stendardi colorati dei quattro rioni.
Lo sferzo della corte federiciana trova fedele richiamo in movenze, portamenti, musiche, raffigurazioni di nobili e dame, cavalieri, armigeri, giullari e mangiafuoco, danzatrici orientali, animali esotici, musici, vessilliferi, paggi e uomini di corte in costumi che riproducono modelli medievali.
II corteo si conclude in Piazza Manfredi, ove, dopo che l'Araldo, tra musiche e danze, ha letto il “Banno” del Tomeo che Federico II ha emanato, per l'occasione, è lo stesso Imperatore a presentare alla corte e ai contradaioli l'ambito e ricco premio il "Palio", grande sogno inseguito per tutto l’anno dai quattro Rioni.
Il TORNEO DEI RIONI si svolge la domenica, nel campo dei PP. Rogazionisti (g.c.) appositamente addobbato con vessilli e stendardi, armi e scudi, tende e palchi.
Gli atleti dei quattro rioni si sfidano in prove medievali: forziere, botte, ponte, ariete, pertica; vince Il Palio il Rione che consegue il più alto punteggio totale.
i cavalieri si cimentano in scontri diretti e combattimenti con picca e scudo, spada, ascia e mazza ferrata. Gli Sbandieratori danno prova della loro maestria esibendosi in movimentate coreografie, mentre le Compagnie d’Arme rappresentano scene di battaglia e duelli corpo a corpo.
Lo spettacolo, grandioso, fa respirare ai presenti l’atmosfera tipica delle sfide e delle giostre medievali. Tutto questo è possibile grazie all'impegno di tanti volontari ed, anche, al sostegno, degli Enti pubblici, in particolare, l'Amministrazione Comunale, la Provincia di Brindisi e la Regione Puglia che credono in questa manifestazione quale veicolo di sviluppo turistico-culturale del territorio.
Un grazie deferente al Sig. Presidente della repubblica che ha concesso alla manifestazione per il suo valore altamente culturale, anche per l’anno 2009, la “Medaglia della Repubblica”.
Infine, un grazie all’Azienda Oritana Carni di Oria che ci ha permesso di pubblicare, anche per quest’anno, il calendario rievocativo della manifestazione del Torneo dei Rioni: l’evento storico spettacolare che promuove questo territorio.
Dott. Emilio Pinto – Presidente Pro Loco
-----------------
N.B.: Essendo io socio della Pro Loco di Oria chiedo pubblicamente al Dr. Emilio Pinto il motivo per il quale a sinistra del suddetto messaggio, fra le varie cose stampate figura la scritta: "Si ringrazia ORITANA CARNI ed il Dr. Gianfranco Sorrento"
Buona visione con le 14 pagine del calendario:

Non ama Oria e non merita rispetto da parte degli oritani chi fa come le tre scimmie per ciò che vedete in questo video:

Il Sindacato Cobas del Lavoro Privato organizza ad Oria per Lunedì 21 Dicembre una manifestazione a sostegno di due lavoratori licenziati.

Il Sindacato Cobas del Lavoro Privato organizza ad Oria per Venerdì 18 Dicembre una manifestazione di protesta contro la cooperativa “La voce delle onde” per aver licenziato 2 soci-lavoratori operanti in una residenza psichiatrica a Fasano .
Il Programma della giornata di lunedì 21 Dicembre ad Oria è così composto:
-ore 17,00 sit-in sotto il Centro Diurno gestito dalla cooperativa in via Frascata.
-ore 18,00 assemblea pubblica in piazza Lama dove interverrà il responsabile provinciale Cobas Bobo Aprile. Parlerà sui 2 licenziamenti e l’attacco al mondo del lavoro in provincia di Brindisi.

In caso di pioggia l’assemblea si sposterà alla sede di Legambiente in Corso Umberto n.45, a 20 metri da Piazza Lama.
Abbiamo invitato a questa assemblea il Sindaco di Oria, la Giunta ed i Consiglieri Comunali di maggioranza ed opposizione.
Si è quindi conclusa con il licenziamento la lunga odissea di 2 soci/lavoratori della cooperativa “La voce delle onde” di Oria.
Sono assistiti attualmente dall’avvocato Carlo Caniglia, che ha già impugnato i licenziamenti chiedendone in tribunale l’annullamento.

Questi lavoratori avevano ed hanno paura di perdere il posto di lavoro.
Per tutto questo il Sindacato Cobas chiede a tutti la solidarietà per questi 2 lavoratori.
Per questo oggi è più che mai necessario costruire un grande fronte comune di lotta contro queste moderne barbarie, che diventano sempre più pane quotidiano per i lavoratori.
Brindisi 14.12.09
Per il Cobas del Lavoro Privato
Roberto Aprile
--------------------------
Protocollo : 121/09

Oggetto : richiesta di intervento

Al Signor Sindaco di Oria,
Alla Spettabile Giunta di Oria,
Ai signori Consiglieri Comunali del Comune di Oria,
Ai Signori Consiglieri Provinciali di Oria,

la scrivente Organizzazione Sindacale Chiede il Vostro intervento ad una manifestazione pubblica che realizzeremo Lunedì 21 Dicembre alle ore 18,00 in Piazza Lama ad Oria per discutere del licenziamento di 2 soci-lavoratori della Cooperativa “La voce delle onde” che ha sede in Oria.
In caso di pioggia l’assemblea si sposterà alla sede di Legambiente in Corso Umberto n.45, a 20 metri da Piazza Lama.

Certi di un positivo riscontro porgiamo distinti saluti.
Brindisi, 17 Dicembre 2009

Per il Cobas del Lavoro Privato
Roberto Aprile

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...