martedì 30 giugno 2009

Per non dimenticare e per essere vigili sull'operato di.....

Vi propongo un giochetto. Osservate il seguente volantino del settembre 2001 (fu fatto affiggere anche un manifesto con lo stesso contenuto).... e ditemi:
1)- Chi erano gli assessori in quel periodo?
2)- Chi era il Presidente del Consiglio Comunale in quel periodo?
3)- A chi faceva capo la società che voleva realizzare la megadiscarica per rifiuti speciali ?
----
Dopo aver risposto a detti quesiti chiedetevi anche se è il caso di vigilare capillarmente sull'operato di taluni. Non dimentichiamo il vecchio proverbio: "Il lupo cambia il pelo ma non il vizio"
Image and video hosting by TinyPic

lunedì 29 giugno 2009

Consiglieri Comunali di opposizione.... se ci siete battete un colpo!

Attenzione!!! Ciò che vi accingete a leggere può essere considerato dall'amministrazione comunale di Oria terrorismo politico (e/o psicologico), mentre qualche signorino può provare ribrezzo. Siete avvisati.... quindi leggere con le dovute cautele.
Nella messapica e vicina Ceglie i Consiglieri Comunali di opposizione stanno svolgendo a mio parere un'opera davvero meritoria circa il fiato sul collo che stanno facendo sentire alla Dirigenza del Consorzio Ato_BR/2, all'assessorato all'ambiente locale, nonché al gestore unico Monteco.
Non ci credete? Cliccate==>QUI e QUI
Grazie ai consiglieri cegliesi scopro il famigerato art.17 del capitolato d'appalto... che così recita:
Image and video hosting by TinyPic
Mi piace copiare il contenuto di un post del blog http://cegliedestra.splinder.com/ che calza a pennello con la situazione di Oria.
L’Amministrazione Comunale di Oria, per festeggiare i circa 2.900 voti presi dal sindaco Ferretti in occasione delle ultime elezioni provinciali, ha inaugurato anzitempo la prima isola ecologica a cielo aperto. Contro ogni previsione e in netto anticipo rispetto ai tempi previsti dal Capitolato (1 luglio 2009), l’isola ecologica è stata inaugurata di nascosto… allo scopo di aumentare la sorpresa dei cittadini. La moderna struttura a cielo aperto è situata sulla circonvallazione, all'incrocio con la strada per contrada Laurito, a due passi dal centro abitato. Una vera comodità. Il conferimento è libero e può essere effettuato a qualsiasi ora del giorno. Tuttavia, per comodità della Ditta che la gestisce, è consigliabile la domenica. A tutte le ore.
Finalmente una cosa ben fatta! Così i cittadini sporcaccioni non avranno più giustificazioni!
Ecco l'isola ecologica.
Image and video hosting by TinyPic
L'immagine è relativa ad una foto scattata il 23 giugno alle ore 12,42. Oggi la situazione, alle ore 11,00 circa, era di gran lunga più schifosa. Inutile dirvi che trattasi di vera e propria raccolta indifferenziata agevolata (nel senso che l'amministrazione agevola in tal modo i cittadini a non differenziare). Altri siti simili si possono osservare alle spalle del cimitero nuovo e a ridosso della ferrovia Oria-Latiano, uscendo dal sotto-ferrovia che porta sulla strada per Sant'Andrea.
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Fin quando dobbiamo assistere a questo andazzo? Quando i nostri rappresentanti in Consiglio Comunale si decideranno di fare il loro dovere ed intervenire energicamente?

Vorrei porre alla vostra attenzione un altro problema: i bidoni multicolori presenti in città e che pare siano di pertinenza degli esercizi pubblici.
Vi sono due problemi:
1)- Fonte confidenziale degna di fede mi riferisce che al mattino presto delle squadre di operatori ecologici che arrivano da fuori in sussidio a quelle del luogo, svuotano detti cassonetti in modo indifferenziato.... ovvero il contenuto dei vari bidoni va a finire nel cassone di un unico furgone;
2)- A mio parere non è giusto che una parte di cittadini debba essere costretta a convivere con la puzza e scarsa igiene in casa dovuta al forzoso stoccaggio domestico della monnezza, mentre altri vengono agevolati dall'Amministrazione Comunale ad utilizzare i bidoni della indifferenziata fuori porta ed altri che a qualsiasi ora della giornata possono depositare i loro rifiuti in questi cassonetti, posti per le vie cittadine, che vengono chiusi con lucchetti e catene, con comportamenti, a parer mio, da vera e propria anarchia:
Image and video hosting by TinyPic
Quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra..”
(fino a quando, Catilina, abuserai della nostra pazienza?)
Cicerone, Oratio I in Catilinam(1.3)
da Orationes in Catilinam

Uno dei tanti commenti anonimi che vengono scritti contro la mia persona:

"amministratore evi essere sicuramente un frustato della vita...sei ridicolo ed ogni volta che ti sei candidato forse neanche la tua famiglia ti ha votato.haha
anche se scrivi sui blog riman la solita persona che nessuno parla bene...e non voglio aggiungere altro per non offendere."
Image and video hosting by TinyPic
Ore 13,49 del 29.6.09 - (inserito probabilmente dallo stesso VIGLIACCO ANONIMO delle ore 20,03 di ieri sera 28.6.09..... in calce all'articolo relativo alla questione "Scadenza convenzione fra Comune di Oria e proprietario multisala Salerno")

Visto che questo VIGLIACCO ANONIMO (al quale ho già detto ieri sera che scrive STRONZATE) è interessato a sapere quanti voti ho preso quando mi sono candidato (non specificando .... candidato a cosa) rispondo che nel 2001 mi sono candidato a consigliere comunale nella lista civica ProgettOria ed ho preso 44 voti; nel 2006 mi sono candidato nella lista di Forza Italia ed ho preso 50 voti. Con tali numeri altri oritani sono riusciti a sedere sugli scranni della massima assise comunale.
Sempre per tal produttore di STRONZATE scrivo che nel 2005 mi sono candidato come revisore dei conti alla Pro Loco di Oria e sono risultato eletto con 75 voti.
Ed ancora per tal produttore di ********* potrei aggiungere altri risultati relativi a mie candidature in altri settori della vita sociale (ho anche ricoperto la carica di Presidente del Consiglio di Circolo della scuola elementare C.Monaco di Oria) ..... ma preferisco spendere il mio tempo in modo più nobile e civile che non contaminarmi con un "SORETE" (termine argentino il cui significato calza proprio a pennello al soggetto in questione).

Rispondo con la solita massima cinese: SE COLUI CHE DICE MALE DI ME SAPESSE COSA PENSO IO DI LUI DILEBBE MOLTO PEGGIO!
---------
P.S.: Conosco tante persone che sono state elette con tantissimi voti..... che non godono ottima stima e reputazione fra il popolo. Alcuni sono stati addirittura arrestati. Quindi caro VIGLIACCO ANONIMO .... ti chiedo di venire avanti a volto scoperto così potremo vedere tutti la faccia da SORETE che hai. Evidentemente non lo farai mai.... sol perché sei un invertebrato...... e mi fermo qui per decenza dei lettori che leggono.

domenica 28 giugno 2009

I disservizi e.....i paradossi di Poste Italiane SpA

Image and video hosting by TinyPic
Poste Italiane pubblicizza "Dimmiquando" il nuovo servizio che ti consente di programmare di ricevere la posta raccomandata e assicurata solo in un determinato giorno della settimana a tua scelta, dal lunedì al sabato, ma tuttora si registrano gravi ritardi nella consegna della corrispondenza agli oritani.
Venerdì scorso (della serie.... meglio tardi che mai), dopo la presa di posizione delle associazioni di consumatori ADOC e CODACONS, nonché del Partito Democratico oritano, è intervenuto nella vicenda anche il sindaco di Oria con una lettera indirizzata a Poste Italiane.
Mi è stato riferito che la situazione dovrebbe ritornare ad essere normale a partire dal prossimo 3 luglio.
Intanto ho ricevuto la seguente lettera a firma dell'oritano Alberto Pignatelli (che ha informato anche redazioni Tv e di gornali):

"Per favore, aiutateci a ricevere la nostra posta!

Un terzo della città di Oria non riceve la posta da due mesi!

Desideriamo porre alla Vs attenzione un increscioso problema: circa un terzo della città di Oria (Brindisi) non riceve più la propria posta da quasi due mesi. La posta non viene nemmeno consegnata su richiesta all’ufficio postale. Il disservizio è dovuto al trasferimento di 3 postini che non sono stati ancora rimpiazzati. E la posta si accumula e non viene recapitata! Questo causa, come intuibile, notevoli disagi ai cittadini soprattutto a causa delle bollette e fatture in scadenze di pagamento. Di questa situazione allucinante non si intravede al momento la conclusione… tanto sono sempre gli utenti a pagare!

Che fare dunque? I “normali” canali di sollecito e comunicazione con Poste italiane sono stati percorsi (email, lettere, form on-line, numero verde…) …e quotidianamente ripercorsi!

E’ stata anche inoltrata una denuncia presso i Carabinieri. Nella prossima settimana interpelleremo anche il Sindaco.

Ora invece contattiamo gli organi di informazione (inclusi la RAI e Mediaset): per favore, aiutateci a ricevere la nostra posta! Oria, 27 Giugno 2009"

Alberto Pignatelli

Per sorridere un pò........

Image and video hosting by TinyPic
"Signò cce pumpamu? " avrebbe detto un torrese ad una vedova.
La qual cosa gli ha procurato un sacco di mazzate ad opera dei figli della signora.
Continua ==>QUI

Waterloo o Vittoria di Pirro? (a cura di Cartoon)



Avrei dovuto scrivere queste mie riflessioni subito dopo il risultato del ballottaggio, invece ho procrastinato di qualche giorno in attesa di vedere come si evolveva la situazione per la composizione della Giunta …..che mi avrebbe fornito un quadro più reale della situazione.
Non ero ancora pronto a intervenire ma leggendo stamani le riflessioni, le amare riflessioni di Franco, ho deciso di rompere gli indugi e di non tergiversare ulteriormente.
Premesso che queste mie umili riflessioni sono espressioni esclusivamente di un cittadino normale, che non pretende di rappresentare il comune pensare, che non intende emettere giudizi e/o sentenze, ma, con orgoglio, rivendica il diritto a manifestare le proprie idee senza bavaglio su questo blog che me ne dà l’opportunità.
Il capitolo dedicato a Franco lo lascio alla fine, ora intendo soffermarmi sull’ultima campagna elettorale e sull’esito del voto qui ad Oria.
Il perché del titolo si riferisce proprio all’esito del voto di ballottaggio, che per me ha rappresentato una sorpresa… scorrendo gli annali bisogna arrivare sino ai ballottaggi per l’elezione del Sindaco Ardito, per vedere una vittoria dello schieramento di centrosinistra e, di conseguenza, una sconfitta del centrodestra. E comunque quelle due affermazioni del centrosinistra rimangono un episodio isolato, stante il fatto che nelle consultazioni elettorali intercorse in quegli anni, il centrodestra prevalse con ampie messe di voti: politiche, europee, regionali, provinciali hanno visto sempre la larga affermazione del centrodx.
Oria veniva considerato come un Paese roccaforte del centrodestra.
E anche nell’ultima occasione il risultato appariva scontato nei sondaggi seppur in termini più contenuti e invece è successo che lo schieramento di centrodestra di Oria è andato incontro alla sua Waterloo....
Image and video hosting by TinyPic
sì perché quella del 21 giugno è stata una sconfitta bruciante e pesante pure. Sarebbe infantile se si tentasse di minimizzare una sconfitta che ha visto mettere in campo l’artiglieria pesante con tutta la sua potenza di fuoco e di sbarramento…. lo abbiamo visto tutti noi quante e quali sono state le energie e i mezzi profusi, la propaganda capillare e a tappeto, con qualche innovazione come le inserzioni su Internet e gli spettacoli rionali, oltre a qualche caduta di stile…... che ci può stare.
Eppure tutto questo non è bastato, anzi aggrava e amplifica la bruciante sconfitta.
I dirigenti di quello schieramento farebbero bene ad analizzare le cause che hanno determinato la perdita di un quarto dei loro voti rispetto a quelli ottenuti in occasione dell’elezioni del Sindaco Ferretti, che è vero… è risultato il primo degli eletti con 2900 voti ma ne ha persi oltre 3000 rispetto alla coalizione che lo elesse Sindaco. A cosa addebitare allora questo arretramento dopo due anni di reggenza della Pubblica Amministrazione: a cattiva Amministrazione? Alle defezioni di un terzo dei consiglieri? Alla mancanza di riscontro alle promesse?
Ad una serie di errori, tipo gestione del problema Piazza Manfredi ed i concorsi indetti e subito revocati? Ad una maggior presa di coscienza degli elettori, non più sudditi ma cittadini? Provino i massimi esponenti del Centrodestra a mettere tutti questi ingredienti in un mixer e otterranno la risposta!
Il centrosinistra invece, ma posso parlare di centrosinistra(?), invece, dicevo, deve prestare la stessa attenzione dei loro avversari al significato del risultato elettorale, perché questo per loro non sia la Vittoria di Pirro!
Image and video hosting by TinyPic
Non mi sono perso uno solo degli appuntamenti elettorali, ovunque si tenessero, piazze o teatri, beh…quando assistevo a quelli pro Saccomanno guardando il pubblico sapevo dove stavo, invece quando assistevo a quelli pro Ferrarese rimanevo dubbioso.,…. non sapevo esattamente dove stavo….. ex consiglieri di AN ed ex MSI, ex democristiani, ex socialisti, ex PCI, PD, ex F.I. e sicuramente qualche altra sigla mi è sfuggita. La prima obiezione che mi si può fare è che solo gli stolti non cambiano idea, ovvio no, come è altrettanto ovvio il dubbio che mi è sorto pensando che quella colazione aveva trovato un motivo di sintesi nella necessità di unire le forze per battere la corazzata di centrodestra.
Ovvio pure questa ipotesi, o no? No, no per me non è una ipotesi, è una certezza….. quali programmi politici, quale formazione culturale, quale modus operandi accomunano uomini che vengono da esperienze diverse e contrapposte, che spesso sono stati gli uni contro gli altri in pubblico e in privato, cosa li ha uniti? La necessita di sommare i propri voti. Punto e nulla più!
I proclami, i bei discorsi, le promesse d’amore eterno, l’unità d’intenti…..bla, bla. bla.. non mi incantano da quando ho perso i denti da latte…. quindi abbiate la cortesia, risparmiateceli!
Piuttosto se dalle parole volete passare ai fatti, se volete dimostrare che mi sbaglio, che sono le parole di un qualunquista le mie,allora incominciate a fare un unico Gruppo al Consiglio Comunale.. questo si che sarebbe un segnale vero.. incominciate a rinunciare a qualche commissione.. un unico gruppo, un unico rappresentante.. ci perdereste in poltrone, ma ne guadagnereste in credibilità….. ma quanta ne guadagnereste!
Essere credibili con i fatti e non a parole, su questo si vince o si perde la prossima volta, ricordatelo sia destra che a sinistra.. le ideologie sono cadute col muro di Berlino vent’anni fa.
Come è credibile il mio Amico Franco Arpa.
L’ho detto pochi capoversi addietro: si è credibile con i fatti!
E i fatti ci dicono che Franco con questo spazio rende un servizio alla Città,non guarda in faccia a nessuno, non copre nessuno, non nasconde niente, segnala tutta una serie di problemi piccoli o grandi che siano, che con clamore o in sordina vengono risolti…..sarei troppo lungo e prolisso nell’elencarli tutti …
e comunque la cosa, a parer mio, migliore che ha ottenuto è stato l’essere riuscito svegliare le coscienze dei cittadini, non solo di quelli che intervengono su queste pagine, ma anche di coloro che semplicemente leggono, si informano, giudicano.
E anche chi si ritiene, a torto o ragione, bersaglio, legge queste pagine e cerca di correggersi…vero nò? Si, sì c’è lo proprio con te che stai scuotendo il capo… a gentil richiesta ho una raccolta a tal proposito.
Franco, Amico mio, con la A maiuscola,ti saluto riconoscendoti il tuo buon diritto a cedere allo sconforto, a sentirti incompreso, forse anche perseguitato, a voler stare di più con i tuoi affetti …..ma voglio anche ricordarti che HAI IL DOVERE di continuare su questa strada per il bene di tutti noi.
Non sarai mai solo, lo sai Tu, lo sanno, e lo temono, i tuoi avversari !

....cartoon"



Stasera (tempo permettendo) tutti in Piazza Cattedrale per BALCONI FIORITI

Image and video hosting by TinyPic

sabato 27 giugno 2009

Intervallo..... perle da youtube... ovvero politica e ZZOCCOLE

Beppe Grillo dixit: "I Senatori sono antistorici e vecchi e fra le elette si trovano delle ZZOCCOLE".
Marco Travaglio dixit: "Noi non abbiamo in Italia dei parlamentari, abbiamo dei YESMAN, dei dipendenti.... che non hanno altro da fare che leccare il culo".
Vittorio Sgarbi dixit: "La gnocca è ricostituente. Chi scopa bene governa bene".
Image and video hosting by TinyPic

giovedì 25 giugno 2009

Lavori all'interno del castello svevo.... tutto regolare?

Image and video hosting by TinyPic

Devo dire...... che stasera sono stato fermato per strada da un cittadino che conoscevo di vista il quale con modi fermi, ma garbati, mi ha rimproverato di non aver scritto un rigo su ciò che sta avvenendo all'interno del castello svevo, in considerazione anche del fatto che sono socio dell'ArcheoclubItalia e di aver preso posizione, pubblicamente, in altre circostanze (esempio necropoli messapica distrutta nell'area attuale seminario vescovile; basole Piazza Manfredi; rifacimento Palazzo Scazzeri, etc.). Tale concittadino mi ha informato altresì che avrebbe appreso da sua fonte confidenziale degna di fede che in questi giorni sarebbe pervenuta al Comune anche una lettera anonima che racconterebbe di presunte difformità nei lavori in corso al castello medesimo.
Ho spiegato all'interlocutore alcuni particolari a mia discolpa. Particolari che pubblico qui di seguito:
In data 16 Giu 2009 - ore 15:15 ho inviato ai soci ArcheoclubItalia di Oria, nonché alla Segreteria Nazionale di Roma una mail dal seguente contenuto:
Oggetto: Convocazione soci Archeoclub Oria.
Urge riunione soci Archeoclub Oria per discutere i seguenti argomenti:
1) - stante il raggiungimento da molti mesi del numero di 17 soci, ai sensi delle norme statutarie vigenti occorre eleggere democraticamente gli organi statutari fra noi soci di Oria;

2) - discussione e deliberazione sul da farsi circa scempio in atto su ristrutturanda facciata cinquecentesco Palazzo Scazzeri (già sede Cinema Roma) in Via F. Milizia. Leggere QUI: http://www.arpa-oria.com/2009/06/ricevo-e-pubblico-proposito-della.html;
3) - discussione e deliberazione sul da farsi circa lavori in atto all'interno del monumento storico Castello Svevo di Oria. Preciso che fonte confidenziale degna di fede mi ha riferito che esiste una corrispondenza fra Comune di Oria e competente Soprintendenza in ordine a presunte difformità nell'esecuzione dei lavori di ristrutturazione;
4) - Varie ed eventuali.
Pregasi dare riscontro alla presente al fine di concordare data, orario e luogo della riunione.
Se entro 48 ore dalla presente non riceverò adeguati riscontri, sarò costretto, mio malgrado, ad informare l'opinione pubblica, circa paralisi nostra associazione qui in Oria.

Grazie.
Distinti saluti.

Firmato: Cav. Francesco Arpa - cofondatore Archeoclubitalia ad Oria
(tuttora socio in quanto in regola con le norme statutarie)
----------------
Ho aspettato pazientemente ed invano dei riscontri positivi alla mia richiesta. Alle ore 17,39 del 23 c.m. mi perveniva la seguente mail a firma del Dr. Chiedi, referente provvisorio dell'associazione in parola.
"Caro Franco,
su sollecitazione di alcuni soci, sono stato invitato ad accertarmi che l'elenco degli associati, della sede di Oria, fornitami dall'Archeoclub Nazionale, non fosse mancante di qualche nome. A seguito di tale verifica, mio malgrado, devo confermarti che purtroppo non risulti fra i soci della nostra sede di Oria. Certo di aver chiarito l'impossibilità di una Tua convocazione per l'Assemblea odierna, ti invio i miei migliori saluti. Barsanofio Chiedi"

Ometto di raccontarvi altri particolari aberranti della vicenda, in considerazione anche del fatto che attendo riscontro dalla Segreteria Nazionale, avendo io fatto anche ricorso al Collegio dei Probiviri, in quanto sono convinto di essere in regola con il pagamento della quota sociale per l'anno in corso (vedasi ricevuta qui pubblicata) e quindi con le norme statutarie.
Concludo col dire che nessuno mi ha informato dell'esito della riunione ArcheoclubItalia tenutasi in Oria la sera di martedì scorso.
Se mi sarà possibile domani vedrò di poter attingere notizie più dettagliate presso qualche ufficio del Comune di Oria.
Di tanto mi premeva informare la cittadinanza oritana circa il mio comportamento sia da cittadino che da socio di un'associazione al servizio dei Beni Culturali.
Chi vuol conoscere i nomi degli altri soci della sezione oritana dell'ArcheoclubItalia cliccasse ==>QUI. Se qualcuno di voi lettori di questo blog vuol venire in soccorso dello scrivente può farlo scrivendo una mail a: archeocluboria@libero.it e
Grazie.

Ricevo e pubblico da una lettrice di Latiano:

Greggi littori e gregge littrici ti Orria,
essendo che sono sentita che la Cumuni ti Orria no tiene chiù sordi pi fari Tiatristate pi sollazzari li ggenti, accausa della circo stanza che li turnisi sono stati tutti aspesi pè stampari li giornaletti Però Dico Orianforma (dove la quale il sinnico Spisiano era tentato di pigghiarvi a tutti pi fessa collo votate ammassa), vi ascrivo cuesti pochi richi per afformarvi che vicino fori mia accuà alla Sardedda, como ognanno, si pote ha ssistere a belle sirate. Vi mando il procramma da stasera innanzi se volete avvenire assollazzarvi nu picca. Como potiate leggiri, nci stai il nostro vescovu Michele Ca' Ast'Ora, Pascali Spina l'anolista, Giggino Neglia, figghiu ti La Jattodda ca era mestra tabbacchina, e Marrio Fisketto Priso Dente alla Pro Vincia, tutti aggenti littirati nati crisciuti e pasciuti a Orria.
Scorreggetemi si sono asbagliata cuarche palora ca io le scole vascie sirali sono fricuentata.
Sempre sproloquiamente Vostra: Chita Lu Marcu (Tra Dotta in orriatano: Margarita La Ciola)
Image and video hosting by TinyPic

APPUNTAMENTI DI GIUGNO
Gio. 25, ore 19,30; La vita insonne e appassionata di Paolo: "Per me vivere è Cristo", conversazione con il biblista d. Raffaele Giuliano;
Sab. 27, ore 19,30; inaugurazione della Mostra "Invisibile Africa, un privilegio difficile".
ore 20: V Rassegna Teatrale: "Suor Agostina", commedia in vernacolo di Dante Gagliani, presentata da "i Delfini" con la regia di Luciano Ligorio.
Dom. 28, ore 20,15: Diritto globale alla salute e contributo dei "Medici con l’Africa" (CUAMM), testimonianza della pediatra dr.ssa Susanna Coccioli.
Il 29 giugno, l'I e 3 luglio alle ore 17,30; Laboratorio di pittura e decoupage, guidato dalla prof. Vincenza Pagliara.

APPUNTAMENTI DI LUGLIO
Giov. 2, ore 19,30; "Diritti umani: sono per tutti veramente importanti?”conversazione con Ving. Giovanni Giodice di Emergency.
ore 20,30: si inaugura la mostra "Acqua, bene comune", aperta fino a domenica nelle ore 18,30-20.
Ven. 3, ore 19,30: Estategiovani, incontro quindicinale in amicizia, per tutti i giovani aperti alla ricerca di un senso e un progetto di vita.
Sab. 4, ore 19,30; ci ritroviamo attorno alla Parola di Vita.
Dom. 5, ore 19,30: Testimoni del Risorto: i Santi Crisante e Daria -
presentati dal prof Luigi Neglia.
Lun. 6, ore 20,30: Ultreja diocesana degli aderenti ai Corsi di Cristianità.
Giov. 9, ore 19,30, Il I° scritto del Nuovo Testamento: la lettera di Paolo ai cristiani di Tessalonica - conversazione con il biblista d. Raffaele Giuliano.
Sab. 11, ore 19,30; Concelebrazione presieduta dal nostro Vescovo S.E MONS. MICHELE CASTORO.
ore 20,30: il Vescovo conferisce il PREMIO NAZ. S. FRANCESCO a CARLO CASTAGNA “per la luminosa testimonianza di fede e di perdono offerta in occasione della dura prova attraversata" avendo perduto, nella strage di Erba, moglie, figlia e nipotino. La serata è allietata da momenti artistici offerti dalla Corale M. Inmacolata di Villa Castelli, diretta dal M° Pino Giraci, dal coro Tarenti Cantores di Taranto e dalla violinista M. Laura Calcagno. Presenta il prof Antonio Fazzi.
Dom. 12, ore 20,30: V^ Sagra ti la purpetta, la brasciola e la pasta fatt'a ‘ccasa. Musica con Antonio Carluccio. Mostra bonsai.
Il 13, 14 e 17 alle ore 17,30: V° minicorso di Tiro con l’arco, aperto a tutte le età e diretto dal prof. Carmelo Labrini.
Giov. 16, ore 19,30; La diplomazia della Santa Sede nel mondo, un servizio di amore e di pace - conversazione con Mons. Gianfranco Gallone, Segretario della Nunziatura Apostolica in Slovacchia.
Ven. 17, ore 19,30; Incontrogiovani.
Sab. 18, ore 17,30: V^ gara di Tiro con l’arco e premiazione.
ore 20,30: "Ma... che primario!", farsa in vernacolo a cura della compagnia latianese "La nuova generazione".
Giov. 23, ore 19,30; Pianeta famiglia: come accompagnare i figli nel loro fidanzamento? - conversazione con d. Lorenzo Elia, direttore Ufficio Famiglia diocesano.
Sab. 25, ore 19; alla masseria Marangiosa, S. Messa di ringraziamento dopo la mietitura del grano.
ore 20: Rassegna Teatrale: "Cugghi l’acqua quannu chioi", commedia presentata dalla Compagnia "Mino Di Maggio" di Torre S. Susanna, regia di Gianluca Cervellera.
Dom. 26, ore 20,15; "Che fai tu luna in ciel?" (Leopardi): nel 40° dello sbarco sulla luna degli astrofili del Centro Ricerche Astronomiche (Università del Salento) ce la illustrano e ce la fanno osservare con i telescopi.
Il 27, 29 e 31 alle ore 18; Laboratorio per la confezione di ceste e panieri, diretto dal sig. Angelo Urso.
Giov. 30, ore 19,30; "Ebrei, musulmani e cattolici cordialmente insieme" - P. Quirico Calella illustra l’esperienza del suo collegio a S. Giovanni d’Acri (Israele).
ore 20,30: inaugurazione della Mostra "La guerra com'è" .
Ven. 31, ore 20,30; gli aderenti latianesi ai Corsi di cristianità insieme per pregare e ascoltare la Parola.

APPUNTAMENTI DI AGOSTO
Sab. 1, ore 19,30: ci ritroviamo attorno alla Parola di Vita.
Dom. 2, ore 20,15: Tra eutanasia e accanimento terapeutico: prendersi cura - conversazione con il prof. Antonio Spagnolo (Università di Macerata).
Mart. 4, ore 19,30: ^Nell’immenso universo, fra stelle, nebulose e galassie"- (Centro Ricerche Astronomiche).
Giov. 6, ore 19,30: “Prevenire il tumore, un dovere per tuttì”-
conversazione con i dottori Roberto Calamo Specchia, chirurgo senologo, neurochirurgo e oncologo, Gianluca Rizzo, gastroenterologo, Mimma Piliego, dermatologa e Luigi Scalera, urologo.
Sab. 8, ore 17,30 - 20,30: Giornata della prevenzione: i medici Roberto Calamo Specchia, Gianluca Rizzo, Mimma Piliego e Luigi Scalera effettuano visite gratuite: scavalcando così i soliti lunghi tempi d'attesa, è più facile diagnosticare in tempo l'eventuale insorgenza di neoplasie di cute, addome, tiroide e prostata.
Dom. 9, ore 19,30: la Messa è accompagnata dai canti della Corale S. Cecilia (Parrocchia S. Rocco, Ceglie).
Mart. 11, ore 19,30: concelebrazione eucaristica in onore di S. Chiara.
Giov. 13, ore 19,30: Etica religiosa o etica laica? Due visioni del mondo a confronto: prof. Cosimo Quarta (Università del Salento) e prof. Francesco Mario Fistetti (Università di Bari).
Ven. 14, ure 19,30. Incontrogiovani.
Sab. 15, ore 19,30: Messa nella solennità dell'Assunta.
ore 20,30: Serata per famiglie con Teatro dei burattini e giochi di strada, animata dai fratelli Rossella e Alessandro Ponzetta.
Dom. 16 dalle ore 20,15: Sagra degli antichi sapori, animazione musicale con Enzo Barco.
Mere. 19, ore 19,30: Lectura Dantis: il Purgatorio, insieme al prof. Fernando Parlati.
Dom. 23, dopo la Messa: "Sono stata miracolata dal tumore" -
testimonianza del medico dr.ssa Mimma Piliego.
Giov. 27, ore 19: "Rifugiati politici" in Italia - testimonianza di Sidigh Adam, rappresentante del Darfur, presentato da Chiara Calò.
Ven. 28, ore 19,30; Incontrogiovani.
ore 20,30: gli aderenti latianesi ai Corsi di cristianità insieme per pregare e ascoltare la Parola.
Sab. 29, ore 20: Rassegna Teatrale: "Quei figuri di tanti anni fa",
commedia di E. De Filippo presentata dalla compagnia "Le maschere", regia dell’avv. Giuseppe Gatti.

APPUNTAMENTI DI SETTEMBRE
Giov. 3, ore 19,15: inaugurazione Mostra Collettiva dì pittura, coordinata dalla prof. Vincenza Pagliara.
ore 19,30 - 21: Penitenziale: siamo tutti 'figli prodighi". Gustiamo l’abbraccio del Padre misericordioso!
Ven. 4, ore 19; ci ritroviamo attorno alla Parola di Vita.
Sab. 5, ore 17,30: V^ Corsa podistica amatoriale, aperta a tutti, in collaborazione con l’A.S. Atletica di Latiano - iscrizioni sul posto
- premiazione.
ore 20; Serata musicale con i Fratelli Urgese in concerto.
Dom. 6, ore 18,30: breve percorso orante con la statua di S. Francesco - solenne celebrazione eucaristica con canti del Coro della Chiesa Madre di Latiano - subito dopo fuochi d'artificio e serata musicale con Tonino Conte.
Mere. 9, ore 16: Basket tra gli ulivi, 2° quadrangolare, in collaborazione con l’Assoc. Basket 2005 e altre squadre della provincia.
Giov. 10, ore 19: La famiglia e l’economia, tavola rotonda con Franco Caputo, Franco e Maria Barbati e Pina D'Oronzo.
Ven. 11, ore 19: Incontrogiovani.
Sab. 12; Pellegrinaggio a S. Maria di Leuca e ad Alessano sulla tomba del Vescovo d. Tonino Bello - partenza ore 7 da S. Michele (Asilo comunale), dalla Chiesa S. Francesco e da piazza B. Longo di Latiano - biglietto pullman 12 euro, prenotarsi entro il 15 agosto.
Dom. 13, ore 19,45: Testimoni del Risorto: S. Pio da Pietrelcina
- incontro con il giornalista dr. Osvaldo Orlandini, autore de "La grande storia di P. Pio".
Giov. 17, ore 18,30: Messa nella memoria delle Stimmate di S. Francesco.
ore 19: Le politiche sociali sostengono la famiglia? risponde l’avv. Alessandro Nocco.
Dom. 20, ore 19: Testimoni del Risorto: S. Alfonso M. de Liguori
- presentato da P. Pompeo Franciosa, Redentorista.
Dom. 27, ore 19: Testimoni del Risorto: Il Beato Francesco da Durazzo, presentato dal prof. Pasquale Spina.

Così venivano reclutate le ragazze per feste con Berlusconi...

mercoledì 24 giugno 2009

ORIA: il Codacons contro le Poste Italiane

Image and video hosting by TinyPic
CODACONS Coordinamento delle associazioni
per la difesa dell’ambiente e la
tutela dei diritti di utenti e consumatori
SEDE DI ORIA
Oria, 24 giugno 2009

COMUNICATO STAMPA per
Gravissimi disservizi di Poste Italiane s.p.a. ad Oria

Siamo costretti a denunciare per l’ennesima volta i gravi disservizi creati ai cittadini da Poste Italiane s.p.a. ed in particolare la mancata consegna della corrispondenza da parte del locale ufficio di Oria di Poste Italiane s.p.a., in particolare nelle zone di San Pasquale, via Mario Pagano, Via Torre S.S..
Quanto oggi denunciato ha provocato una vera e propria interruzione, almeno in alcune zone della Città, di un servizio pubblico essenziale alla vita di relazione dei cittadini con conseguenze che potrebbero essere ancor più gravi sui loro rapporti giuridici con i terzi.
Poste Italiane s.p.a. pubblicizza con grandissimo dispendio di risorse economiche le proprie iniziative e i propri, presunti, servizi offerti al cittadino ma non si preoccupa di assicurare il servizio essenziale, ed allo stato insostituibile, della consegna della corrispondenza ad ogni singolo cittadino e ciò nonostante si siano levate da più parti voci che hanno sollecitato l’immediato intervento di chi di competenza per risolvere il problema.
Urge a questo punto una soluzione, per evitare che il disagio ai cittadini si prolunghi e per evitare che essi possano subire ulteriori e ben più gravi danni dalla mancata ricezione della posta loro destinata, pur regolarmente speditagli dai rispettivi mittenti ed in giacenza, senza che nessuno se ne occupi, presso l’’ufficio postale di Oria.
Si sollecitano pure tutte le Autorità, per quanto di rispettiva competenza, ad adottare ogni iniziativa che solleciti e consenta la ripresa del servizio di consegna della corrispondenza in tempi brevissimi ripristinando lo svolgimento di un pubblico ed indifferibile servizio.
La sede di Oria ha, intanto, incaricato l’Avv. Tommaso Carone di valutare la situazione perché il Codacons possa promuovere dal canto suo ogni più opportuna azione presso tutte le competenti sedi giudiziarie idonea alla tutela di centinaia e centinaia di consumatori.
Cordiali Saluti
Il Codacons di Oria
Dott. Mario Sartorio

Oria: Gravissimi disservizi di Poste Italiane s.p.a. (intervento del Cons. Com.le T. Carone)

Al Signor Sindaco di Oria

Ill.mo Signor Sindaco,
ricevo da numerosi cittadini altrettanto numerose segnalazioni circa la mancata consegna della corrispondenza da parte del locale ufficio di Poste Italiane s.p.a., in particolare nelle zone di San Pasquale, via Mario Pagano, Via Torre S.S..
Le lamentele sono accorate considerato che si tratta dell’interruzione, almeno in alcune zone della Città, di un servizio pubblico essenziale alla vita di relazione dei cittadini, con effetti di non poco conto sui loro rapporti giuridici con i terzi.
E peraltro, va pure considerato che sembra che Poste Italiane stia opponendo uno strano silenzio alle proteste già inoltrate presso i propri uffici sia da privati cittadini che da qualche associazione dei consumatori.
A questo punto pare urgente ed indifferibile una iniziativa forte ed energica che faccia pressione su Poste Italiane al fine di ottenere delle risposte per i disservizi resi, ed efficace perché Poste Italiane adotti ogni utile iniziativa affinchè il servizio riprenda immediatamente ovviando al disagio già arrecato ai cittadini.
Image and video hosting by TinyPic
Per questo il Partito Democratico ad Oria intende farsi portavoce di questi concittadini per la grave situazione che loro malgrado sono costretti a subire, disarmati come sono di fronte alle inefficienze aziendali di Poste Italiane, che non possono essere evidentemente scaricate sui cittadini consumatori impunemente e senza renderne in alcun modo conto.
In virtù di quanto innanzi, chiedo a Lei Signor Sindaco se sia a conoscenza di quanto denunciato, e se si quale utile iniziativa abbia intrapreso a tutela dei cittadini, volta alla ripresa del servizio.
In ogni caso chiedo a Lei, per quanto ovviamente non ne abbia responsabilità e competenza diretta, ma per la carica e la figura che riveste di rappresentanza istituzionale della Città e dei suoi cittadini tutti, di promuovere presso Poste Italiane s.p.a., e presso gli organi e le Autorità competenti, anche in sinergia con i gruppi consiliari e l’intero Consiglio Comunale, ogni iniziativa che solleciti e consenta la ripresa del servizio di consegna della corrispondenza in tempi brevissimi, ponendo così fine al comportamento di un’azienda che oggi non sta garantendo in modo adeguato lo svolgimento di un pubblico ed indifferibile servizio.
Grato per l’attenzione e la sensibilità che Vorrà riservare alla questione, ed in attesa di immediato riscontro, invio cordiali saluti.
Oria, 24 giugno 2009

Il consigliere comunale del Partito Democratico
Avv. Tommaso Carone

martedì 23 giugno 2009

TRE CONSIGLIERI PROVINCIALI, ORA RIPAGHINO LA FIDUCIA E AGISCANO NELL’INTERESSE DI ORIA (di Eliseo Zanzarelli)

Gli esiti del ballottaggio per la conquista della Presidenza della Provincia di Brindisi, al di là degli umori personali di ciascun singolo candidato oritano, credo abbiano consegnato a questa città un risultato storico: l’ottenimento di ben tre consiglieri, di cui due di opposizione e uno di maggioranza.
Insomma, Oria, un paesino di poco più di 15mila anime e oltre 2mila anni di storia, sarà triplicemente rappresentata nelle assise provinciali.
Un fatto storico, solo che si consideri la notoria incapacità di questa cittadina, che piace definire potenzialmente ridente, di esprimere esponenti politici a certi livelli.
Tre consiglieri provinciali, rispondenti ai nominativi di Cosimo Ferretti per il Popolo della Libertà, Cosimo Pomarico per Ferrarese Presidente e Francesco Fistetti per la coalizione di sinistra, rappresentano un palmares niente male per una realtà normalmente abituata a premiare i forestieri pur di non fornire soddisfazioni agli autoctoni: quante volte, grazie anche e talora soprattutto ai voti ottenuti proprio dagli oritani, sono finiti ora nei Palazzi romani, ora in quelli di Strasburgo, ora ancora in quelli baresi della Regione, personalità politiche espressioni di località limitrofe e non solo?
A domanda retorica, risposta ovvia: innumerevoli volte.
Questa tornata, sebbene per carità l’operazione non sia stata progettata a tavolino, le cose sono andate diversamente.
Il primo cittadino è risultato al primo turno il più suffragato candidato consigliere dell’intera provincia, salvo questo non possa comunque valergli una qualche nomina di prestigio.
Il candidato presidente delle sinistre ha da parte sua, pur stretto tra due colossi, ottenuto un’incoraggiante affermazione politica ma anche personale.
Il candidato consigliere Cosimo Pomarico, nonostante l’agguerrita concorrenza nel collegio oritano, è riuscito a raggiungere una percentuale di consenso tale da consentirgli di accomodarsi nelle assise grazie al cosiddetto premio di maggioranza spettante alla coalizione del presidente eletto.
Tutto ciò equivale a dire che finalmente un paesino come questo, piccolo ma in potenza importante, pur senza volerlo, è riuscito a premiare elettoralmente tre suoi “figli” a scapito, una volta tanto, di zone geografiche storicamente meglio rapprentate a livello politico-istituzionale.
Lo dicono i fatti: nel rapporto popolazione-consiglieri eletti, Oria esce vittoriosa da queste consultazioni provinciali.
Insomma, un decimo del Consiglio provinciale, di fatto, “ci” appartiene, o meglio, “ci” rappresenta.
È innegabile, piace pensarlo e sarà effettivamente così, infatti, che ognuo dei “nostri” consiglieri abbia scelto di mettersi in gioco per andare a rappresentare, e dunque fare in un certo senso gli interessi, della città d’appartenenza.
Piace pensare pure che, al di là delle inevitabili contrapposizioni politiche insite nella stessa dialettica maggioranza-opposizione, ciascuno di loro possa spendersi con un’idea fissa nella testa: operare al meglio per il territorio. Quello provinciale, certamente, ma con una punta di campanilismo e, se del caso, superando le acredini politiche e personali, anche e soprattutto, quello comunale.
Sarà difficile nel concreto, ma piacerebbe immaginarli, i “nostri” tre alfieri provinciali, a perorare le medesime cause quando di mezzo vi passasse la nostra cittadina, così ricca eppure così povera e mortificata da tensioni personalismi e diatribe intestine.
Stanti gli eccelsi trascorsi medioevali oritani, piace immaginarli fianco a fianco come cortesi cavalieri a difendere la loro gentil donzella, in questo caso il paese natale.
Noi li abbiamo eletti, accordando loro, chi all’uno chi all’altro chi all’altro ancora, la fiducia che ci hanno chiesto.
Ora credo sia per la cittadinanza giunto il momento di passare all’ “incasso”, di vedere ripagata tale fiducia. Non certamente ottendendo dall’uno piuttosto che dagli altri vantaggi ad personam, individualistici, ma qualcosa, purchessia, di positivo per questa terra. Di modo che dal piano delle innegabili potenzialità, che tutti le riconoscono, possa finalmente attestarsi a quello dell’effettività, della concretezza: non più una città potenzialmete turistica, vivibile, commerciale, produttiva, ma che diventi davvero tale.
Lapalissiano è che questo non potrà avvenire grazie solo all’impegno di tre “semplici” consiglieri, peraltro collocati l’uno in contrapposizione agli altri, ma sarebbe piacevole apprezzare da parte di ciascuno di loro, nessuno escluso, quanto meno il massimo impegno possibile in tale direzione. Saremmo felici, dopo lustri e lustri di buio e isolamento, di poter dire qualcosa del tipo: “Oria c’è, si vede, fa sentire la propria voce e reclama la considerazione che meriterebbe”.

Eliseo Zanzarelli

Cosimo, emigrato oritano ci scrive......

Mi ero ripromesso più volte di scrivere poche righe sulla vita vissuta e quella che vivremo nella vecchia, nobile, futura Oria.
Lo spunto e la decisione sono venuti quando una settimana addietro soggiornavo ad Oria e mentre il giovane barbiere, luogo di tanti ragionamenti ed anche di pettegolezzi, mi accorciava i capelli, mi dibattevo con un signore molto conosciuto, di una ventina più di me mentre anche egli si abbelliva con la sua solita riga quasi centrale della capigliatura ondulata, (sempre uguale come quando ero ragazzo).
Ognuno di noi, chi più chi meno decantava il nostro paese, Egli più di tutti, (vista la tenera età) con l'esperienza di tanti anni vissuti sempre ad Oria.
A tutti i presenti promisi che avrei scritto quello che ci saremmo detti quella mattina.
Non sto a ripetere quanto più volte il nostro Franco Arpa, con il suo blog e Tonino Carbone con le sue magnifiche foto e quanti altri amici e colleghi, con i loro video scrivono e mostrano, a volte con piacere altre volte con tanta amarezza e commozione (Alessio Carbone, Eliseo Zanzarelli, lo stesso Arpa e tanti altri)
Un appello vorrei fare ai nostri Amministratori di qualunque colore politico, presenti e futuri: date più ascolto a coloro che mostrano e dimostrano quanto amore ed attenzione dispongono per il proprio paese.
Con il loro dire, i loro scritti, le loro proposte Oria potrebbe migliorare nel giro di pochi anni.
Se Oria vuole essere veramente "turistica" gli oritani devono mettere mano ai loro portafogli e rendere pulite le facciate delle loro case, mentre gli amministratori pubblici devono mettere mano alle finanze per migliorare l'arredo urbano con la diffusione del verde, con piante, fiori, aiuole ben curate ed assistite.
Da ragazzino piazza S. Domenico era manutenuta più curata di oggi, le aiuole erano più colorate e il piazzale mantenuto più pulito.
Oggi con l'avvento della navigazione in internet, con la diffusione dei blogger, un paese come Oria viene visitato da milioni di persone e le immagini che osserviamo sui nostri computer non sono per niente eloquenti.
Inviterei il nostro concittadino anziano a chiedere a suo nipote di visitare il blog di Franco Arpa e sapere come le strade periferiche di Oria sono nelle condizioni di come quando egli era ragazzo.
Promessa mantenuta. Cosimo.

Su Facebook un nuovo gruppo ......

...... di amanti dei soprannomi oritani. Trattasi di una mia raccolta di ben 479 soprannomi di ieri e di oggi. Volete contribuire ad ampliarla? Già 49 gli iscritti al nuovo gruppo. Cliccare sull'immagine:

domenica 21 giugno 2009

Comportamenti ed abitudini di oritani.

A parte quella macchina parcheggiata illecitamente sul marciapiedi destro, qualcuno sa dirmi perché ogni volta che piove spunta in quel preciso punto di Via Dragonetti Bonifacio quella transenna con segnale di freccia bianca su sfondo azzurro? E' normale ciò? Chi è la persona che custodisce detto oggetto metallico e lo tira fuori in certe circostanze? E per quale motivo? (Spero di interesse generale). Esiste un'ordinanza sindacale che autorizza l'apposizione di detta segnaletica mobile sulla sede stradale di pubblico interesse? E se si dovessero verificare danni a persone e/o cose chi paga????
Image and video hosting by TinyPic
N.B.: Foto scattata oggi 21.6.09 alle ore 13,00.

sabato 20 giugno 2009

Problema parcheggi? Arrivano le strisce BLU

Annotatevi questa data : 18 giugno 2009. Una data che farà parte di una pagina di storia locale in quanto è il giorno in cui si è dato il via alla realizzazione delle strisce blu per parcheggi a pagamento, nelle vie di Oria. Avete annotato? Bene...... non si sa mai .... potreste un giorno partecipare a qualche gioco (tipo Contropalio attuale) ed il conduttore di turno (che per fare bella figura non mette in condizione i partecipanti di prepararsi sulle domande con congruo anticipo) vi fa proprio questa domanda: "ditemi il giorno, mese ed anno che ad Oria sono state realizzate per la prima volta le strisce blu per parcheggi a pagamento!"
Dopo questo breve dissertare torniamo all'argomento parcheggi. Voi cosa ne pensate? Io non sono contrario in linea di principio. Vediamo cosa accadrà nei prossimi giorni. Una cosa è certa: qualcosa cambierà nelle abitudini di quei commercianti che finora hanno lasciato il loro mezzo per ore in quegli spazi; stessa cosa dicasi per piazzaioli e frequentatori di bar e sale biliardo. Spero che la novità induca gli oritani a lasciare qualche volta l'automezzo a casa e farsi una passeggiata a piedi o in bicicletta.
Anteprima: mi riferiscono che i primi 15 minuti sono gratis.
Image and video hosting by TinyPic

E.... la Gazzetta del Mezzogiorno ci illumina con un articolo datato 21.6.09 a firma di Gianrosita Fantini:
• ORIA DECISIONE NECESSARIA, PER IL COMUNE, AL FINE DI EVITARE LUNGHE FERMATE E FAVORIRE IL TURISMO
Arrivano le «temute» strisce blu. Si pagherà 40 centesimi per ogni mezzora di sosta negli stalli del centro cittadino.

• ORIA. Operai a pieno ritmo per pennellare di blu alcune strade del paese. A breve saranno completate le vie nelle quali sono stati previsti gli stalli e poi “grattini” a tutta forza per disciplinare i parcheggi selvaggi e prolungati. Il provvedimento nasce soprattutto da questa esigenza. Secondo il commento del comandante di Polizia urbana, Emilio Dell’Aquila, molti automobilisti parcheggiano le proprie vetture nei punti nevralgici del paese per lungo tempo. Molta tolleranza per chi dovrà sostare per breve tempo: nessun grattino per i primi 15 minuti. Poi la sosta avrà il costo di 40 centesimi per ogni mezz'ora di fermata. I parcheggi gratuiti riservati al pubblico che si reca nelle farmacie salgono da due a tre, mentre rimangono invariati i parcheggi per i disabili. Ai cittadini che vorranno farsi un abbonamento, il costo è di 10 euro mensile. Se manca il grattino? Gli ausiliari eleveranno multe a partire da 21 euro. Saranno 4 gli ausiliari che controlleranno le infrazioni e saranno assunti dalla Ditta. Attenzione dunque a non avere sorprese “verdi” sul parabrezza lungo le nuove strisce blu presenti nel tratto che va dall’arco di porta Manfredi a piazza Lama, passando per via Mario Pagano, fino all’altezza della Farmacia; a pagamento anche il tratto iniziale di via Latiano, il primo tratto di via Giacinto D’Oria fino all’incrocio con via S. Lorenzo. Altri parcheggi sono stati previsti in una parte di via Dragonetti Bonifacio e in via Torre. “Per la legge della compensazione- si chiede qualche cittadino -, perché l’Amministrazione non predispone anche aree di parcheggio, ricavandole da zone inutilizzate?”. Quanto guadagnerà il Comune da questa operazione? Tutto il servizio, dall’installazione dei tabelloni informativi, alla manutenzione, all’assunzione del personale ausiliario, è a carico della Ditta aggiudicataria, la quale deve al Comune il 27% degli introiti. Sulla base delle infrazioni elevate, invece, il Comune deve alla ditta 7 euro per ogni multa.
Per il sindaco Cosimo Ferretti «l’approvazione del piano parcheggi in zone nevralgiche del paese, con abbonamenti agevolati ai residenti, rappresenta una svolta per il paese che agevola il turismo».
---------------
Approfondimenti sul sito del Comune di Oria: ==>QUI

Il Consigliere Com/le Luciano De Nuzzo propone di multare le mogli dei consiglieri ed ex consiglieri comunali che buttano l'immondizia nelle campagne.

Image and video hosting by TinyPic

Come non fare gli auguri a due volti così.......

FELICITAZIONI DA PARTE MIA AGLI SPOSI Giuseppe Carbone e Gianna De Nuzzo.
Image and video hosting by TinyPic

venerdì 19 giugno 2009

“È LA STAMPA, BELLEZZA. E TU NON CI PUOI FARE NIENTE. NIENTE”

Ricevo e pubblico.
Saranno forse le circa 2.900 preferenze raggranellate al primo turno elettorale da candidato consigliere provinciale, che però potrebbero non bastargli per essere in maggioranza e magari, da candidato più suffragato, ottenere per sé (o per altri) la nomina ad assessore o presidente del Consiglio.
Sarà forse lo spostamento politico verso destra, dall’Udc al Pdl.
Sarà un’eccessiva autostima forse indotta dal sentirsi “Uno e Trino”, sindaco di Oria presidente dell’Ato Br/2 e ancora una volta consigliere provinciale.
Saranno tutte queste circostanze messe insieme, o altre ancora non identificate, ma una cosa è certa: qualcuno sta cominciando ad esagerare.
Quel qualcuno si chiama Cosimo Ferretti, siede dal 2006 sulla poltrona di primo Cittadino oritano, da qualche mese dopo su quella di presidente Ato Br/2 e dal 2005 occupa, e continuerà a farlo per i prossimi cinque anni, uno scranno a piazza Santa Teresa, Brindisi, dove sorgono gli uffici della Provincia.
Un’eccessiva autostima, si diceva, pare pervaderlo, specie in questo periodo, che per fortuna volge a conclusione, di campagna elettorale.
Un’eccessiva autostima, che talvolta sconfina in una sorta di delirio d’onnipotenza tale da indurlo a scagliarsi, in malomodo e soprattutto convinto d’aver ragione, contro tutto e tutti. A prescindere dai temi prettamente elettorali – un solo cittadino, anche suo elettore, accenni ai suoi proclami programmatici di questo periodo – e lanciando strali ora all’indirizzo di consiglieri, ex consiglieri comunali d’opposizione e soprattutto gentili consorti, ora, in generale, all’indirizzo di chiunque “osi” contestare l’operato di sue persona e Amministrazione, le cui infallibilità gradirebbe fossero forse assunte quali dogmi della fede: non discutibili per definizione.
Forte del suo consenso, della sua svolta destrorsa, della sua “trinità”, Ferretti, seguendo la moda del momento, l’altro giorno ha per esempio pronunciato la sua filippica nientemeno che contro la stampa o, almeno, “certa stampa”.
In particolare contro “un quotidiano della provincia di Brindisi”, che percepirebbe, sempre a suo dire, finanziamenti statali annuali di “milioni di euro”, per poi utilizzarli al fine di scriver male solo di alcuni politici, tra cui appunto e soprattutto il sindaco di Oria.
Un quotidiano che avrebbe vita breve in quanto il primo cittadino, e cariche annesse e connesse, di Oria, si sarebbe già attivato, per il tramite del ministro Fitto e del senatore Saccomanno presenti al suo fianco l’altra sera, chiedendo la modifica della normativa sulle sovvenzioni statali che, sempre a suo dire, incasserebbe immeritatamente ogni santo anno.
La testata in questione, sebbene secondo una pratica politica comiziale piuttosto diffusa quando si parla di “avversari”, non sia stata menzionata esplicitamente, si chiama “Senzacolonne-Quotidiano del Grande Salento” e, come ogni organo d’informazione, è libero.
Libero di prendere, e se del caso sposare, posizioni e cause ritenute più opportune e convenienti per il territorio.
Libero di raccontare i fatti, da questo piuttosto che da quell’altro punto di vista, purchè basati su dati e atti certi, verificati.
Libero di non scrivere sempre a favore o contro questo o quel politico, ma libero anche di farlo perché non invischiato con questo o quel politico.
“È la stampa, bellezza. E tu non ci puoi fare niente. Niente”, direbbe in questo caso Humphrey Bogart nei panni del giornalista Ed Hutchinson, proprio come nel film "L'ultima minaccia" (1952), diretto da Richard Brooks sul tema della libertà di stampa.
Già, la libertà di stampa. Questa sconosciuta.
Sarà il consenso, oppure la svolta destrorsa piuttosto che l’essere “uno e trino”, ma qualcuno davvero comincia a esagere nelle sue derive “totalitarie”.
Quale sarà la prossima trovata?
Una statua equestre nello spiazzo di Palazzo di Città?
O forse in piazza Santa Teresa?
O forse ancora a ridosso della discarica che, a quanto pare, atti alla mano, meglio se con Saccomanno presidente, potrebbe sorgere proprio nella, un tempo ridente, cittadina fridericiana?
Probabilmente nei pensieri del diretto interessato sarebbe più opportuno che quel giorno “certa stampa” non esistesse più o divenisse “imparziale” come il bollettino informativo-autocelebrativo comunale.
Onde evitare travasi di bile. Of course.
Eliseo Zanzarelli

Le varie facce della medaglia della RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA.

Pubblico un comunicato stampa che mi è stato inviato dal nostro sindaco nella sua veste di Presidente del Consorzio rifiuti Ato BR/2. Sinceramente io avrei aspettato la chiusura delle urne per evitare che si dicano certe malignità..... dei soliti ignoti che fanno terrorismo politico contro il sindaco Ferretti e la sua Giunta. Comunque, oltre al comunicato stampa vi mostro anche delle foto..... la maggior parte fresche di giornata per una migliore visione d'insieme.
Pubblico altresì uno specchietto dati raccolta differenziata in Oria aggiornati al 31.5.09 che mi è pervenuto dal gestore, la Monteco.
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Sarà eliminata a breve la curva pericolosa sulla strada Oria - Latiano?

Recentemente il sindaco di Latiano con la sua autovettura è andato a collidere sulla ormai tristemente famosa colonna posta sull'altrettanto tristemente celeberrima curva pericolosa sulla strada prov/le Oria - Latiano.
Sarà stato questo motivo ad indurre un candidato oritano alla carica di consigliere provinciale ad impegnarsi pubblicamente per l'eliminazione di detta curva pericolosa?
Si doveva aspettare che fosse un sindaco ad essere coinvolto in un incidente?
Nella foto la colonna in contesto...... che forse in questo momento è in fase di ricostruzione (una delle tante nel corso degli anni.......al solito millimetrico suo originale posto).
Image and video hosting by TinyPic

giovedì 18 giugno 2009

ORIA - rinviato Consiglio Comunale

Image and video hosting by TinyPicNulla di fatto oggi in Consiglio Comunale. L'argomento principale all'ordine del giorno: la nomina del Collegio dei Revisori dei Conti, è stato ritirato dal Presidente del Consiglio per questioni procedurali non meglio specificate. Motivazioni da puro politichese da campagna elettorale in corso. La previsione da parte mia di veder eletta una domanda è quindi sfumata.
Vi ricordo ce nel prossimo Consiglio potremmo anche vedere all'odg l'argomento più volte ritirato relativo al regolamento per la concessione di parcheggi personalizzati per disabili.
E.... chissà potremmo anche veder discutere la convenzione (in scadenza) con il francavillese signor Pietro Salerno, proprietario del cine multisala in Oria.

ORIA- E' attiva la videosorveglianza (Secondo la Gazzetta del Mezzogiorno)

Dopo l'articolo del 19 aprile scorso, la Gazzetta del Mezzogiorno in un articolo datato 13 corrente mese ritorna a scrivere che in alcuni punti di Oria è già attiva la videosorveglianza.
Se ciò risulta a verità mi lascia molto perplesso se si considera che l'art.9 del Regolamento Comunale per la videosorveglianza così recita: 1) Il Comune di Oria, in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 13 del decreto legislativo 30/6/2003 n. 196, si obbliga ad affiggere un’adeguata segnaletica permanente, nelle strade e nelle piazze in cui sono posizionate le telecamere, su cui è riportata la seguente dicitura: “Comune di Oria – “ Area soggetta a videosorveglianza”.
----
Non vorrei che qualche mente eccelsa pensa di aver assolto a tale obbligo con una cassetta adiacente alla telecamera, posta a 7-8 metri dal pavimento stradale (vedere foto.)
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Qui di seguito l'articolo di stampa in questione:
ORIA UNA GIOVANE HA CERCATO DI RAPINARE UN’ANZIANA VICINO ALL’UFFICIO POSTALE MENTRE LO SCIPPO HA FRUTTATO 130 EURO
Tentata rapina e scippo nel centro storico.
Donne nel mirino dei malviventi che colpiscono sempre nel primo pomeriggio.
(Gazzetta Mezz. 13.6.09)

• ORIA. Torna l’incubo scippi e delle rapine nel centro storico di Oria. Nel corso di una settimana, nel centro storico, sono stati denunciati due episodi di questo genere. Entrambi ai danni di donne. Il primo caso, avvenuto a metà della settimana scorsa, è avvenuto nel primo pomeriggio. Erano le 15 quando ha suonato il campanello dell’abitazione di una signora che abita nei paraggi dell’ufficio postale. Solitamente la donna è abituata prima di aprire la porta di casa, a verificare dal citofono. Essendo in attesa di visite, ha aperto distrattamente, trovandosi di fronte una donna che le chiedeva di parlare. La reazione è stata immediata: ha cercato di chiudere la porta, ma la sconosciuta ha posto il piede tra le due porte per cercare di bloccarle. La padrona di casa ha impiegato tutte le sue forze per spingerla fuori, ma la resistenza opposta era notevole, data anche la giovane età di chi voleva intrufolarsi. E’ fuggita solo quando ha cominciato ad urlare a squarciagola, tanto da richiamare l’attenzione di una vicina che subito accorsa le ha prestato soccorso. Ne è trascorso di tempo prima che la paura passasse e si potesse rendere conto del rischio corso di essere aggredita proprio tra le mura della sua casa. Stessa ora all’incirca e quasi stessa zona, qualche giorno dopo: una signora si recava alla parrucchiera, percorrendo Corso Umberto. All’altezza della cartoleria presente in quella strada un ragazzo giovane si avvicina con una vespa percorrendo in controsenso e rallenta. La donna non fa nemmeno in tempo a capire cosa stia succedendo che le viene strappata dalla mani un borsello con tutti i documenti, telefonino e soldi: circa 130 euro. Il ladro fa inversione e ritorna indietro per la stessa strada, perdendosi sicuramente tra le strade del centro storico. La donna ha subito denunciato ai Carabinieri il furto e l’aggressione che sarebbe potuta andare peggio se al posto del borsello avesse avuto una tracolla, rischiando di finire a terra.
Naturalmente la voce si è sparsa tra il vicinato. La paura di uscire da casa in orari “particolari” alle prime ore del pomeriggio, è tanta. Quella è l’ora della siesta, poca gente in giro. Eppure, molte telecamere sono già in funzione. Ma forse chi commette questi atti non è a conoscenza che il sistema di video sorveglianza per garantire una maggiore sicurezza ai cittadini che il Comune ha impiantato, è un buon impianto di controllo. Anche se non tutti gli apparecchi sono ancora funzionanti perché si stanno mettendo a punto alcuni sistemi di alimentazione elettrica, buona parte di questi “occhi indiscreti” stanno già registrando da tempo ciò che avviene in alcuni punti critici della città. Troppi atti vandalici hanno segnato luoghi di notevole interesse storico difficili da recuperare, come pure atti distruttivi ai danni di automobili e abitazioni. Ora, gli impianti sia nelle zone limitrofe del paese, sia nel centro storico, fungeranno da deterrente per le azioni illegali, ma anche per le infrazioni più banali.

mercoledì 17 giugno 2009

Lettera aperta a cittadini ed associazioni di consumatori.

E.....IO PAGO! (di Enrico Sierra)
Image and video hosting by TinyPic
In questi giorni di caldo afoso cerco di avere un pò di refrigerio, non muovendomi molto, seguendo, seduto nella mia comoda poltrona, qualche programma in televisione, magari, con la speranza di vedere un bel film, qualche spettacolo che sollevi un pò lo spirito, e faccia passare il tempo, mentre il ventilatore o il condizionatore va al massimo, e crea l'atmosfera.
Allora inizio a fare zapping da un canale all'altro, da un gestore all'altro. Mi sincronizzo sulla Rai, giro tutti i canali, poi su Mediaset, ed ultimo su Sky, ma rimango deluso ed un anche turbato....
Su tutti canali pubblici, privati o a pagamento non vedo altro che cadaveri, film gialli, vecchi, dei tempi degli avi, trasmessi chissà quante volte. E' un replay continuo. La signora in giallo, Poirot, Perry Mason, NCSI, Medium, Number tre, e l'mmancabile Commissario Cordier, in alcuni filmetti ringiovanito, con il figlio Giudice che sembra un ragazzino, oppure l'Ispettore Barnard, che fa sempre il pieno di morti ammazzati. E, giro e rigiro e ti incontro il Tenente Colombo, il Detective Monk, e Rosamunde con i suoi sdolcinati romanzi d'amore.
Ed io mi chiedo, ma dove vanno a prenderli questi telefilm? Forse a Porta Portese?
E, dopo un pò riesco a vedere il Giudice Ami. Ma non era incinta? Dov'è andato a finire il bambino? Forse e' rimasto su Sky? Fatemelo sapere, non voglio rimanere con questo dubbio, o forse mi sono perso qualcosa?
Ma è mai possibile che gli utenti debbano pagare un sacco di soldi, per il canone (ma, già si paga il possesso del televisore), oppure le quote mensili perchè Sky possa farci vedere tanti e tanti canali, con una ripetizione continua di programmi. I film, i telefilm,e, le varie serie, come minimo ci vengono propinati almeno venti volte la settimana, sempre gli stessi, e, si capisce subito chi è il colpevole, non certo il maggiordomo, secondo prassi giallistica, ma qualcun'altro che si prende i nostri soldini!!!!
Io dico che ci prendono per i fondelli, e noi zitti zitti accettiamo tutto, come tanti minchioni.
Certo che Sky ha aumentato i canali, ora ci fa vedere gli stessi telefilm, anche nei nuovi canali aggiuntivi, ci fa vedere le partite del calcio russo, il tennis da tavolo, magari fra poco (ma quando?) vedremo la morra cinese!!!!!
Io mi ero abbonato su Sky anche al pacchetto Cinema, ma poi ho dato disdetta, perchè mi ero stancato di vedere e rivedere gli stessi film, almeno sei volte la settimana. Mi son tenuto solo il pacchetto base, lo sport ed il calcio. E, qui casca l'asino.
Pago regolarmente il pacchetto calcio, che va, per la precisione dal 251 in poi, sperando di vedere almeno le partite di calcio della serie B, che eccetto rari anticipi vengono trasmessi sul pacchetto sport, ma rimango deluso. Per vedere il Rimini, il Bari ed anche il Parma,o altri incontri devo pagare, ed allora perchè ho preso il Calcio, se poi per vedere una partita che mi interessa devo pagare due volte? E, d'estate, poi il pacchetto calcio dal 251 in poi non trasmette , è chiuso!!!. E, perchè bisogna pagare, se non si ha nulla in cambio?. E, perchè se i film, i filmetti da bancarella li fanno vedere anche sei volte e più in una settimana, le partite invece non le ripropongono piu'? Dicevo così per dire, per favore, nulla, ma non fateci pagare!!!
Mi piacerebbe sapere cosa passa per la testa dei soloni della comunicazione. A proposito di soloni, di tecnici, di competenti del ramo, cioè le varie Associazioni dei consumatori, oltre che andare come ospiti nei vari progammi televisivi (gratuitamente credo, o no?), perchè non intervengono a favore degli utenti?? Domanda. E la risposta quale sara? Bah......E, poi che dice e che fa il Garante delle Comunicazioni? Signore, come si chiama, ci siamo anche noi utenti che paghiamo, e come !!!!
Mi è venuta una strana idea, E se a fine mese, o al momento del versamento del canone (o pagamento di possesso), o alla scadenza dei pagamenti vari, invece di inviare i soldini per rinnovare l'abbonamento, mettessimo in una busta un facsimile, o una fotocopia delle monete? Stavo scherzando, è solo una provocazione la mia, perchè so che non è corretto e non è legale, però, lasciatemi scherzare, perchè solo così potremmo rendere pan per focaccia, o, copia per copia! Sarebbe bello, però!!!
Enrico Sierra ( enrico.sierra80@yahoo.it)

Intervallo.........

Ieri ho scattato la seguente foto ad un'immagine affissa nell'atrio dell'Agenzia delle Entrate di Brindisi. Curiosa, vero?
Image and video hosting by TinyPic

martedì 16 giugno 2009

Che schifo...... che ribrezzo..... (Boicottaggio? da parte di chi?)

Pregiatissimo Signor Claudio Matarrelli,
ti scrivo la presente lettera aperta per chiederti pubblicamente cosa ne pensi del contenuto della seguente foto da me scattata alle ore 13,00, di oggi, nello stesso sito (cliccare QUI) in cui scattai altra foto giorni addietro e per la quale hai provato tanto RIBREZZO in quanto, fra l'altro, a tuo dire, oggetto di un mio articolo partorito dalla mia mente offuscata da febbre elettorale (non accorgendoti che hai scritto una grande castroneria in un articolo del tuo frequentatissimo e rispettabilissimo forum web).
Non so chi continua a buttare i sacchetti in detto sito..... forse dovremmo chiederlo al Presidente Ato_BR/2, nonché nostro sindaco, il quale è informatissimo, se si considera che nel corso dell'ultimo comizio elettorale ha dichiarato che sono le mogli dei consiglieri ed ex consiglieri comunali, che praticano questa incivile pratica allo scopo di boicottare il servizio.
Non mi permetto di giudicare chi ha buttato lì quei rifiuti. Devo però dire che non condivido l'operato degli ignoti responsabili, ma li comprendo in considerazione del fatto che potrebbe trattarsi di residenti stagionali di quelle contrade, oppure di famiglie residenti in Oria che hanno difficoltà a tenere in casa rifiuti organici ed alimentari per più di una giornata. Comprendo anche i consumatori accaniti di pesce che non possono tenere i relativi rifiuti in casa. Spetta all'assessore all'ambiente porre in essere tutti quei correttivi affinché scene come questa possano scomparire del tutto.
Concludo col dire che vi sono altri siti-discarica a cielo aperto, da fare SCHIFO E RIBREZZO, nelle vicinanze di Oria (uno trovasi nei pressi del fungo AQP, sulla strada nuova alle spalle del cimitero nuovo.
Image and video hosting by TinyPic

lunedì 15 giugno 2009

A proposito di cinema in Oria. E' stato un vero affare aver dato circa 165mila euro a Pietro Salerno?

Image and video hosting by TinyPic
Grazie ai commenti inseriti in calce agli articoli di questo blog ho avuto modo di scoprire l'esistenza di un NUMERO UNICO datato 2002 dal titolo "Fuori chi l'ha visto! - Breve storia delle sale cinematografiche oritane. Ma non solo." (Autore Gino Capone; Editore: Pietro Salerno - francavillese, proprietario del Multisala cineteatro Gassman-De Sica).
Ho avuto il piacere di leggere detta opera, preziosa ed importante per vari aspetti, grazie ad un amico che me l'ha prestata.
Di tutto il contenuto son rimasto dispiaciuto di un particolare: Non vi è una sola parola di ringraziamento al Comune di Oria (e di riflesso anche a noi cittadini) per il fatto che il signor Pietro Salerno, francavillese, ha potuto realizzare detto cine-teatro ANCHE grazie ad una convenzione sottoscritta con l'amministrazione di allora (Ardito, ndr), in base alla quale in nove anni (dalla fine del 2000 ad oggi) il francavillese proprietario del cinema ha intascato nostri soldini pari a 324.000.000 delle vecchie lire (più l'aggiornamento ISTAT dal 2° anno in poi).
In detto numero unico si esaltano le figure di San Barsanofio (forse perché amante dei forestieri?) e di Sant'Annibale Maria di Francia (al quale si devono le mura in cui è stato realizzato il multisala tuttora funzionante).
A noi cittadini contribuenti nessun grazie..... nessun accenno..... in tale libretto, né ricordo che nessuno dei due ultimi sindaci ha chiesto che venisse posto pubblicamente riparo a tale sgarbo. Addirittura il concittadino Capone, nell'ultima pagina della sua opera, si spinge a bacchettarci con la seguente battuta: "Comune e cittadini facciano la loro parte. Sosteniamo l'iniziativa di Pietro Salerno......".
Nell'agosto del 2000 pubblicai una lettera aperta ai cittadini nella quale esternavo le mie perplessità circa i contenuti della convenzione che l'Amministrazione Comunale si apprestava a sottoscrivere col francavillese Pietro Salerno. Il mio scritto scatenò le ira degli amministratori (un assessore parlando con un oritano, in mia assenza, arrivò ad apostrofarmi in modo incivile e cafonesco, mentre il sindaco Ardito fece stampare (con soldi pubblici) migliaia di volantini contrattaccandomi..... con un suo punto di vista).
Tra poco la convenzione scadrà e...... (trascrivo testualmente) potrà essere rinnovata per uguale periodo (nove anni) con l’aggiornamento annuale del canone, a richiesta, per eventuali variazioni del costo della lira. Chiara questa clausola? Oggi l'amministrazione comunale può chiedere solo l'aggiornamento del canone in base al costo del soldo..... ma non potrebbe chiede alcuna modifica..... (SIC!!!)
Nella mia lettera aperta di allora scrivevo, fra l'altro: "SARA’ UN VERO AFFARE PER GLI ORITANI? AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA."
Oggi vi faccio questa domanda: "E' stato un vero AFFARE?" Prima di rispondere tenete bene in considerazione vari fattori (alcuni: disagi viabilità e traffico in quella zona, parcheggi selvaggi nonostante DIVIETI DI SOSTA E DIVIETI DI FERMATA, cittadini che possiedono un garage hanno perso il diritto di utilizzare il proprio passo carrabile durante le ore serali .... fino all'orario di chiusura del cinema; altri cittadini che abitano nei pressi del cinema si lamentano del disturbo alla loro quiete ed al riposo tardo-serale).

Chi di voi vuole leggere la convenzione stipulata allora, nonché il botta e risposta fra me ed il sindaco Ardito cliccasse ==>QUI.

domenica 14 giugno 2009

Ricevo e pubblico a proposito della ristrutturazione del Palazzo Scazzeri (ex Cinema Roma)

Ringrazio l'amico Alessio per questo suo prezioso contributo. Condivido e sottoscrivo il contenuto della sua missiva. Rispetto a lui sono un emerito ignorante in materia, ma rispetto ad altri sento di avere quasi la stessa sensibilità di Alessio nei confronti della nostra città e del suo patrimonio artistico, culturale, archeologico, architettonico, etc.. Comprendo Alessio quando scrive che si commuove..... e la commozione a volte scatena il pianto ..... e forse qui c'è veramente da piangere.... anche se..... vedo tanto riso sulla bocca di tanti oritani.
Nulla di personale nei confronti delle persone legate in qualche modo alla vicenda.

Caro Franco,
ho letto il tuo ultimo intervento sul blog e quasi quasi mi hai commosso. Hai trovato le parole più giuste per descrivere l'evento e pure qualcuno ha il coraggio di replicare in quel modo. Ma allora mi domando dove trovi tutta questa forza per andare avanti? Il nostro piccolo paese è in mano ai vandali, gente priva di sensibilità, ignorante fino al midollo...
Per un giovane come me è difficile pensare di poter tornare e scontrarsi con tale realtà, dove anche la più semplice delle ragioni diventa una verità scomoda che va taciuta per non urtare qualcuno.
Riguardo all'ex cinema Roma, lo scempio commesso è grave e non so spiegarmi come ciò possa essere accaduto. Non è solo una questione di regolamenti, leggi, vincoli ma di sensibilità.
Annientare una facciata cinquecentesca con un vissuto straordinario, togliere, nascondere l'artificio del costruire (buche pontaie), rivestire arbitrariamente l'apparecchiatura muraria fatta di blocchi che facilmente facevano intendere ad altre misure ad altre epoche, apporre cornici posticce, incollare quell'orrendo zoccolo. Adesso aspetto solo di capire se quelle due meravigliose finestre, così abilmente adornate dalla mano di qualche scalpellino del nostro umile rinascimento, esistono ancora sotto il telo dell'impalcatura e se quel brandello di cornice da coronamento rimasto faccia ancora bella mostra di se o abbia cessato di esistere.
Caro Franco, quel piccolo esempio di buona architettura rimarrà per sempre integro nella mia memoria, perchè non c'è mai stata una volta che io passando di lì non mi sia fermato per un istante a salutarlo, proprio come si saluta con profonda riverenza un maestro caro che ti ha dato tanto.

Con dispiacere.
Alessio Carbone

P.S.: Nulla di personale nei confronti delle persone legate in qualche modo alla vicenda.

<==Questa foto è di proprietà Tonino Carbone.



Articoli correlati in questo blog: 1, 2, 3, 4, 5

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...