giovedì 30 aprile 2009

In occasione del I° maggio anche quest'anno si prevede silenzio generale da parte di forze politiche e sindacali.

Così l'anno scorso: cliccare==> QUI
Sergio Arpa, Andrea D'Alessano ed Armando Penta, gli ultimi oritani morti sul lavoro .... vittime anche dell'oblio di tanti oritani viventi.
Voglio proporvi alcuni articoli di stampa del 1904. Il primo parla della ricorrenza del I° maggio nella città di Brindisi, il secondo di uno dei tanti casi di sfruttamento padronale in Oria.... in questo caso ad opera di un proprietario terriero... Consigliere Comunale! Mi piacerebbe scoprire come si chiamava questo essere immondo affetto da SUCCHIONITE ACUTA!
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Aggiornamento candidature alla provincia. Ultim'ora

Nella lista IO SUD della Poli Bortone e di Frugis si presenterà l'oritano Francesco Schifone, Dirigente Amministrativo presso la Scuola Elementare Camillo Monaco di Oria.

Oria, tempo di perdonanze. Oggi quella della Madonna della Scala.

OGGI 30 APRILE - PERDONANZA MADONNA DELLA SCALA.
Per approfondimenti sulle "perdonanze" cliccare ==>QUI.
Ricordo che il mio insegnante di scuole elementari, il compianto Ntunucciu Moretto, ogni anno ci accompagnava a piedi presso la chiesetta di campagna della Madonna della Scala e per tutti noi era una vera festa. Un particolare: ricordo come se fosse ieri la scena dei girini di rana che saltellavano nell'acqua del ruscello proveniente dal sottosuolo della città.
Questa è la seconda perdonanza (la prima, giovedì scorso, è stata quella di Santa Lucia ad Erchie), ne rimangono ancora tre. Nei prossimi giovedì, cronologicamente avremo: San Mauro a Oria il 7 maggio; i Santi Medici Cosimo e Damiano a Oria il 14 maggio; Maria Santissima della Croce a Francavilla il 21 maggio.
Foto e Testi © OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Succede ad Oria. Sospensione bando di gara.

Si avvertono i signori lettori che il contenuto di questo post potrebbe essere considerato dall'amministrazione comunale di Oria ATTO DI TERRORISMO PSICOLOGICO, ragion per cui si consiglia di leggere e divulgare con le dovute cautele. Grazie.
Image and video hosting by TinyPic
Per leggere quanto correlato cliccare ===>QUI
Speriamo che trattasi solo ed unicamente di BUONA AMMINISTRAZIONE

mercoledì 29 aprile 2009

Adesso che i buoi sono scappati cominciano a chiudere le porte!


Si avvertono i signori lettori che il contenuto di questo post potrebbe essere considerato dall'amministrazione comunale di Oria ATTO DI TERRORISMO PSICOLOGICO, ragion per cui si consiglia di leggere e divulgare con le dovute cautele. Grazie.
Nel pomeriggio di domani Consiglio Comunale ad Oria. Fra gli argomenti all'ordine del giorno vi è anche il seguente: "Regolamento sulla concessione di spazi per sosta personalizzati agli invalidi". Ho avuto modo di scrivere qualcosa in merito già in data 8 febbraio 2008. In detta occasione denunciavo la mancanza di un regolamento che, a mio parere, poteva dare adito a dubbi circa la piena legittimità di alcune concessioni. Fra l'altro nel mese di dicembre 2006 ne avevo anche parlato col sindaco, il quale convintosi della mia tesi mi chiese amichevolmente di fargli uno studio della materia al fine di porre rimedio con apposito regolamento da fare approvare in consiglio comunale. Non ritenevo opportuno dire di no al primo cittadino e come un fessacchiotto mi scervellai a fare una ricerca e scrivere una piccola relazione che consegnai dopo un paio di giorni.
Dopo ben 28 mesi apprendo che si vuol discutere di ciò in Consiglio Comunale...... meglio tardi che mai. Nel frattempo chissà quante altre autorizzazioni sono state rilasciate. Una cosa è certa: qualcuno al Palazzo si è accorto che qualche freno andava posto e a qualcuno ultimamente avevano cominciato a dire di no. Ho notizia di una persona con percentuale di invalidità pari all'84% con gravi difficoltà a deambulare che ultimamente andava lamentandosi con politici vari che, a differenza di altri, non riusciva ad ottenere la concessione di un parcheggio personalizzato.
Segue la relazione che ho consegnato nelle mani del sindaco nel dicembre 2006.
"Ho avuto modo di notare che....... da un po’ di tempo in alcune vie sono stati delimitati degli spazi a mò di “stallo” con segnaletica orizzontale avente colore giallo, con all’interno il simbolo dell’invalido (persona seduta sulla carrozzella ). Alcuni hanno in prossimità anche la segnaletica verticale raffigurante il divieto di sosta ed il contrassegno invalidi, mentre altre risultano sprovviste. Addirittura in prossimità di un’abitazione vi sono le strisce gialle senza alcun contrassegno per invalidi e senza alcuna segnaletica verticale. Alcuni spazi riservati di recente, risultano realizzati a ridosso dell’ingresso di garage fornito anche di segnale di Passo Carrabile. Non si riesce quindi a capire se trattasi di parcheggi riservati per disabili generici oppure personalizzati, non recando alcun numero di ordinanza e/o di numero specifico di contrassegno personale per disabili.

Normativa di riferimento
• D.P.R. n. 503 del 24 luglio 1996 "Norme di attuazione a favore degli invalidi civili in materia di barriere architettoniche e di trasporto pubblico".
• D.P.R. del 16 dicembre 1992 "Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada" e successive integrazioni e modifiche.
• D.Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 "Nuovo Codice della Strada" e successive integrazioni e modifiche.
• Circolari n. 1270 del 28 giugno 1979, n. 310 del 7 marzo 1980 e n. 1030 del 16 giugno del Ministero LL.PP. sulle facilitazioni per la circolazione e la sosta dei veicoli per invalidi.
• D.P.R.384/78.
• L. n. 118 del 30 marzo 1971 "Normativa a favore dei mutilati ed invalidi civili".
• Circolare n. 236 del 14 giugno 1989 del Ministero LL.PP.
Considerazioni
Dall’esame della sopracitata normativa si rileva che:
A) L'auto privata è stata riconosciuta dal Legislatore come indispensabile ausilio protesico per le persone con limitate o impedite capacità motorie, detentrici dello "speciale contrassegno" (per disabili nella deambulazione).Esse, infatti, per i loro spostamenti nell'ambito degli spazi cittadini, essenziali per le attività lavorative e di relazione, non dispongono di nessun'altra reale possibilità alternativa in quanto i mezzi di trasporto collettivo (metropolitana, tram, autobus ecc.) non sono accessibili alle persone che hanno consistenti limitazioni nella deambulazione.
Il Legislatore quindi ha previsto delle facilitazioni per la circolazione e la sosta di detti cittadini, che risultano perciò assolutamente conseguenti al principio Costituzionale, sancito dall'art. 3, della uguaglianza tra tutti i cittadini.
Infatti la Corte Costituzionale ha costantemente ritenuto che, al fine di impedire che a danno di alcune categorie di persone, siano disposte discriminazioni arbitrarie, il Legislatore debba adeguare le norme giuridiche ai vari aspetti della vita sociale, dettando norme diverse per situazioni diverse.

B) Art.381- Regolamento di attuazione di cui all’art.188 del Codice della Strada.
Nei casi in cui ricorrono particolari condizioni di invalidità della persona interessata, il sindaco può, con propria ordinanza, assegnare a titolo gratuito un adeguato spazio di sosta individuato da apposita segnaletica indicante gli estremi del "contrassegno invalidi" del soggetto autorizzato ad usufruirne (fig. II.79/a). Tale agevolazione puo' essere concessa nelle zone ad alta intensita' di traffico, dietro specifica richiesta da parte del detentore del "contrassegno invalidi". Questi deve, di norma, essere abilitato alla guida e deve disporre di un autoveicolo.
Da un’attenta disamina di quanto anzidetto traspare come il Legislatore si è SI preoccupato di non danneggiare il disabile (in riferimento all’art.3 della Costituzione), ma si è anche preoccupato di porre dei paletti al fine di scongiurare facili ed eccessive concessioni a discapito dell’utenza non disabile, ovvero a vantaggio di soggetti non proprio meritevoli delle facilitazioni previste dal Legislatore.
Particolare attenzione viene rivolta anche dalla Magistratura al fine di perseguire eventuali fenomeni illeciti. (Infatti a Roma la Procura ha aperto un’inchiesta sullo scandalo dei parcheggi riservati ai disabili, leggasi su Internet: www.alterweb.it/news/news1376.htm e www.alterweb.it/news/news1364.htm )

C) Da una ricerca da me effettuata su Internet ho potuto rilevare che, proprio in relazione agli aspetti evidenziati nei precedenti punti A) e B), le amministrazioni comunali pongono grandissima attenzione alla problematica, munendosi di appositi strumenti al fine di poter correttamente operare nell’interesse generale, salvaguardando quelli particolari. Infatti si muniscono di specifici regolamenti nei quali (nella quasi totalità dei casi) sono ben evidenziati i requisiti indispensabili che devono possedere coloro i quali chiedono la concessione di parcheggi riservati personalizzati o generici
Essi sono:
parcheggi riservati personalizzati
- avere la patente di guida;
- essere residenti nel comune e non disporre di un posto auto nelle vicinanze della propria
abitazione, (chi non è residente può richiedere il posto auto personalizzato solo per motivi
di lavoro);
- essere titolare del contrassegno invalidi rilasciato dal comune di residenza.

parcheggi riservati generici
La richiesta di un posto di sosta generico per disabili può essere fatta da un parente, anche non convivente, del congiunto da trasportare che abbia i seguenti requisiti:
- sia in possesso di auto provvista di contrassegno per trasporto disabili;
- non abbia garage, se la richiesta è per un'area di sosta nei pressi dell'abitazione.

E’ inutile aggiungere che, proprio in considerazione della delicatezza della materia, viene rivolta particolare attenzione nell’espletare la relativa istruttoria delle pratiche di concessione da parte dei competenti uffici tecnici comunali e/o comandi di P.M., ciò al fine di verificare anche eventuali abusi da parte di soggetti che non sono proprio portatori di limitazioni o impedimenti nelle capacità motorie. Non sempre può e deve considerarsi vangelo ciò che è riportato su un certificato medico. Ricordo che di recente a Taranto è stato scoperto un individuo che percepiva la pensione da cieco totale che passeggiava tranquillamente in bicicletta. E’ altresì superfluo aggiungere che potremmo finanche trovarci di fronte a veri e propri casi di “voglia di atteggiarsi” ad essere capaci di poter ottenere agevolazioni grazie a taluni amicizie o alla presenza in famiglia di certe figure professionali. Ciò potrebbe innescare tentativi di protesta e/o di emulazione da parte di vicini (del tipo PERCHE’ A LUI SI ED A ME NO ??? ADESSO GLI FACCIO VEDERE IO) con conseguenze immaginabili che nuocerebbero alla comunità ed al comune senso di CULTURA DELLA LEGALITA’.
Orbene, non volendovi più tediare con questo mio scritto, per quanto occorrer possa mi permetto suggerire un link internet dove reperire il Regolamento Comunale che ha adottato in merito il Comune di Cagliari: http://web.comune.cagliari.it/pls/portal/docs/page/comune_di_cagliari/regolamenti/contenuti/disabiliRegolamento.pdf"

Oria - Bando per il rinnovo del Collegio dei Revisori dei Conti.

Image and video hosting by TinyPic

Rumors sulle prossime candidature alla provincia.

Corsa alla Provincia. Ultimi ritocchi alle liste. E poi sarà ufficialmente campagna elettorale. Partiti e sfidanti sono già ai nastri di partenza. Per una mappa ufficiale bisogna attendere ancora qualche giorno. Mancano ancora alcuni tasselli per definire il quadro d'assieme.
Voci di piazza sempre più insistenti danno per probabile, sul versante Saccomanno, la candidatura nella lista dell'Udeur di Francescantonio Conte (meglio conosciuto come Ciccio, Presidente del comitato cittadino Feste Patronali); nella lista dei Repubblicani dovrebbe comparire il nome dell'Ingegnere Luigi Perrucci; nella lista Fiamma Tricolore l'Ingegnere Emanuele Giaccari; nella lista "La Puglia prima di tutto" l'avv. Giovanni Pomarico; nella lista Movimento per le Autonomie Nicola o Dino Di Pierro ed infine nella lista Democrazia Cristiana potrebbe esserci un noto avvocato del posto.
Sul versante Ferrarese si vocifera che Francesco Iunco potrebbe candidarsi nella lista IO SUD, mentre nel Movimento "I Giovani per Ferrarese" Angelo D'Amuri.
Nebulosa al momento la situazione sul versante Fistetti. Indiscrezioni danno per probabile la candidatura del Dr. Pino De Simone nella lista di Rifondazione Comunista; di Leonzio Patisso o della moglie Lorenza Conte nella lista del Partito dei Comunisti Italiani, mentre nella lista Sinistra Democratica dovrebbe comparire il nome del Prof. Giuseppe Patisso o dell'Avv. Pasquale Fistetti. L'Avv. Cosimo Assanti potrebbe candidarsi nella lista del Movimento per la Sinistra - Vendola. Questi ultimi due dovrebbero però fare un passo indietro e rinnegare il contenuto di un comunicato stampa datato 18.03.09, con il quale dichiaravano di schierarsi con Ferrarese.
Sul versante Massari al momento l'unica candidatura oritana probabile è quella del giovane Dr. Alessandro Perrucci.
Testi ©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

martedì 28 aprile 2009

Qualcuno dice che adesso Oria è più pulita.... siamo sicuri?

Si avvertono i signori lettori che il contenuto di questo post potrebbe essere considerato dall'amministrazione comunale di Oria ATTO DI TERRORISMO PSICOLOGICO, ragion per cui si consiglia di visionare e leggere con le dovute cautele. Grazie.
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
Foto e Testi ©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Hermes. A qualcuno di voi questa parola ricorda niente?

(Si avvertono i signori lettori che il contenuto di questo post potrebbe essere considerato da parte della amministrazione comunale di Oria ATTO DI TERRORISMO PSICOLOGICO, ragion per cui si consiglia di leggere con le dovute cautele. Grazie.)
A me il termine Hermes ricorda un certo Dr. Paladini (o Paladino).
Grazie ad un suo Master Plan (Madò.... come riempiono la bocca questi due termini) nel 2004 -Oria (vi trascrivo parte di un intervento in Consiglio Com/le dell'allora Consigliere di minoranza Dr. Roberto Carucci di ProgettOria) si avviava a diventare nel giro di tre anni una località turistica internazionale di eccellenza. .........Come raggiungeremo questo risultato? Attraverso uno stimolo incredibile alle attività economiche della nostra città, provocando nuovi investimenti turistici per almeno 50 milioni di euro, circa cento miliardi delle vecchie lire. Realizzando almeno, (quindi minimo) mille posti letto; producendo un incremento del fatturato turistico annuo pari ad euro venti milioni, circa quaranta miliardi delle vecchie lire.-
Sembra quasi una scena della famosa favola "Il vestito nuovo dell'imperatore" di Hans Christian Andersen.
Mi sono ricordato di queste cosette ieri pomeriggio, quando scrivevo qualcosa a proposito della candidatura di Piero Conte, nel cui articolo ho accennato all'Ingegnere Cosimo Pescatore, al geometra Massimo Di Noya (allora assessore al Turismo) e di riflesso a tutta la maggioranza di quel lustro amministrativo. Buona parte di quella maggioranza governa tuttora la città di Oria.
Sarei curioso di sapere se è mai stato effettuato il previsto "monitoraggio semestrale", nonchè quanti soldini ha intascato il Dr. Paladini. Trovo strano che questa "perla di buona amministrazione" non sia inserita nel libro "Un sindaco scomodo" scritto dal Prof. Cosimo Moretto al termine del suo mandato.
Cliccare QUI per leggere il verbale di Consiglio Comunale del 9 gennaio 2004.

L'artista oritana Valentina Toscano partecipa a Lecce a una mostra collettiva di pittura.

Non sapete chi è Valentina? Cliccate QUI.

Controreplica del Partito Democratico di Oria alle accuse "di terrorismo psicologico" dell'Assessore Mazza

Si avvertono i signori lettori che il contenuto di questo post potrebbe essere considerato dall'amministrazione comunale di Oria ATTO DI TERRORISMO PSICOLOGICO, ragion per cui si consiglia di leggere con le dovute cautele. Grazie.
Image and video hosting by TinyPic
Oria, 27 aprile 2009

SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI – AUMENTO TARSU RACCOLTA DIFFERENZIATA – ATO BR/2 - ORIA

In relazione alla risentita replica dell’assessore ai tributi del Comune di Oria, per quanto di sua stretta competenza.

Vorremmo sapere dove sono le falsità del nostro documento, considerato che noi si parlava di un aumento del 25-30% mentre quello dichiarato dall’assessore è del 20% per le abitazioni e del 25-30% per gli immobili commerciali e ad uso diverso!
Le falsità le ha dette, evidentemente, il sindaco il quale, in maniera demagogica come aduso fare, ha dichiarato in consiglio comunale un aumento di 1 euro al mese, mentre tale aumento sarà di quasi tre volte superiore!
Quanto alla denunciata evasione, vorremmo che l’assessore invece delle promesse ci desse qualche risultato, per esempio che scoprisse effettivamente qualche evasore e che recuperasse qualche euro di evasione: gliene saremmo grati e gliene daremmo atto.
Sugli avvisi, quanto affermato dall’assessore è inesatto e fuorviante, oltre che offensivo: ma tant’è, diversi esponenti di questa amministrazione (l’assessore stesso evidentemente, altri consiglieri e sopra tutti il Sindaco) si distinguono per l’intolleranza alla critica politica, libera e democratica, spostando il terreno di confronto su quello personale e su quello delle qualità personali.
Ma dicevamo degli avvisi.
Essi sono terroristici.........
perché non v’era alcun obbligo di minacciare sanzioni che, peraltro, neppure il Comune può richiedere e’o applicare: la minaccia serve ed è servita per costringere i cittadini ad immaginare un obbligo a loro carico, mentre nessun obbligo è previsto per i cittadini né dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 14.12.07 né dalle sue modifiche successive;
l’obbligo della comunicazione dei dati esiste solo per il Comune, che invece di mettere al lavoro i suoi uffici ha pensato bene di “scaricare la patata bollente” sugli inconsapevoli cittadini, costringendoli a dichiarare dati che, e lo si ripete, l’amministrazione avrebbe potuto reperire tra quelli già in suo possesso;
essi sono subdoli, perché richiedono informazioni che il Comune non deve trasmettere all’Agenzia delle Entrate, ma che serviranno evidentemente al Comune per altri fini, diversi da quelli dell’avviso inviato ai cittadini (per esempio il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate non richiede di conoscere il numero e l’identità dei componenti i nuclei familiari);
altro che ignoranza delle norme, facile etichettare sommariamente gli autori del comunicato e tutti coloro che lo condividono!
E peraltro quando noi del PD abbiamo parlato di incapace ed incompetente amministrazione Ferretti, il punto di vista era eminentemente politico ed esclusivamente politico.
Noi non abbiamo tacciato l’assessore di essere ignorante, professionalmente incompetente o incapace.
D’altronde, la totale assenza di risultati di questa amministrazione, forse la peggiore degli annali (!), è sotto gli occhi di tutti.
Senza avere la pretesa e la possibilità di essere esaustivi, citiamo: il fallimento della politica del personale con le assunzioni saltate per la violazione del patto di stabilità una volta, e per aver un’altra volta totalmente sbagliato i bandi di concorso, poi revocati;
il fallimento della vendita di alcuni immobili comunali per aver totalmente sbagliato i bandi, poi revocati;
il macello comunale, il mercato ortofrutticolo e la zona artigianale, strutture a tutt’oggi incomplete e non fruibili dagli operatori;
il piano regolatore in altro mare, con enormi danni nel settore dell’edilizia, ormai esangue;
la totale assenza di una politica seria del turismo, con una caduta verticale delle presenza;
la totale assenza di una politica seria dello sport e per i giovani.
E ancora, la ristrutturazione della centralissima Piazza Manfredi, trasformatasi in una vera e propria bruttura architettonica e nello spreco di soldi pubblici: questa amministrazione è stata a dir poco pavida e latitante, lasciando che si consumasse lo scempio di una pseudo riqualificazione i cui risultati tecnici ed estetici sono sotto gli occhi di tutti.
Vi sarebbe anche dell’altro, ma ciò è sufficiente a far capire perché il P.D. di Oria ha definito incapace ed incompetente l’amministrazione Ferretti.
Aspettiamo ancora una risposta sul perché nella campagna di sensibilizzazione non è stata coinvolta Legambiente; sul perché i cittadini sono stati, e sono tutt’oggi, costretti a ritirare i contenitori per la raccolta presso il Comune di Oria e non è stato fatto nulla, né si sta facendo nulla, per assicurare la consegna a domicilio dei contenitori; sul perché il sindaco Ferretti non fa rispettare il contratto e il capitolato di appalto che prevedono che la raccolta della frazione umida avvenga cinque volte a settimana, e non quattro volte a settimana come invece sta avvenendo, sul perché vuole realizzare sul territorio di Oria una discarica a servizio dell’ATO BR/2, senza che di ciò ne sappia niente nessuno, ed anche sul perché dopo aver subito l’aumento dell’IRPEF i nostri concittadini sono adesso costretti a subire l’aumento della TARSU.

Il Circolo di Oria del Partito Democratico

La fumeta .... ovvero l'aquilone.....

Anche quest'anno si svolge a cura del Circolo Piaroa di Legambiente la Festaquiloni. Appuntamento alle ore 16:00 del I° maggio a San Cosimo alla Macchia (all'inizio della strada per Manduria).
Da piccolo mi piaceva un sacco costruire aquiloni e divertirmi a lanciarli su per il cielo. Questo è il periodo ideale. Con il gruppo degli amici andavamo sul colle (volgarmente detto Monti Paulotti) laddove adesso è in costruzione la nuova chiesa. Passavamo delle ore in modo spensierato a contatto con la natura. Si provavano delle emozioni indescrivibili a veder volare nell'alto dei cieli il proprio aquilone. Modestamente ero uno specialista e ogni anno in questo periodo mi ritorna la voglia di cimentarmi di nuovo a costruirne uno. I miei colori preferiti erano, in abbinamento, il giallo-blu ed il rosso-blu. Dovrei ricordare ancora i termini dialettali delle varie parti che costituivano gli aquiloni che io e i miei amici costruivamo circa 40 anni addietro. Elenco i materiali: carta velina consistente, canna, spago, colla. La canna si tagliava in due, metà serviva per fare l'archetto, l'altra metà per realizzare il sostegno, trasversale all'archetto che collegava la punta con la coda (poppa e prua). Poi vi era "lu pummu" (che era una sorta di zavorra che in genere era formata da un ciuffo di erba che veniva legato alla coda) per dare stabilità al velivolo, facendo sì che la parte posteriore fosse più pesante rispetto alla punta; infine "lu capitieddu": era un raccordo di spago fra la punta e la parte centrale della canna di sostegno al quale veniva legato lo spago. Ai lati venivano attaccate delle catenelle formate da tanti anelli di carta multicolore che abbellivano il tutto. A volte occorrevano più gomitoli di spago e si gareggiava sportivamente. Tragiche le scene degli aquiloni che perdevano quota e scendevano rovinosamente giù avvitandosi su se stessi; altre volte si impigliavano nei tralicci dell'Enel, oppure si incrociavano con altri fili di spago di altri aquiloni e perdevano quota. Capitava anche che si imbattessero in qualche uccello più o meno grande. Questi sono i miei ricordi degli aquiloni, che ai miei tempi si chiamavano "Fumeti" (fumeta ..... al singolare).
Testi ©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

lunedì 27 aprile 2009

Niente... niente qualcuno sta prendendo in giro?

..... e se la risposta è affermativa qualcuno sa dirmi chi sarebbe il soggetto attivo e quello passivo.... di questa presa per i fondelli?
Nel giro di 15 mesi è la terza lettera, avente lo stesso contenuto, che mi viene recapitata. Per articoli precedenti cliccare QUI.
Secondo voi è normale tutto ciò?
Image and video hosting by TinyPic
Testi © OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Aggiornamento candidature alla provincia.

Se qualcuno (forse riferendosi alla non candidatura del Dr. Egidio Conte, a differenza delle volte precedenti) andava affermando che nella prossima tornata elettorale mancherà un Conte oritano si è sbagliato di grosso..... avendo forse fatto i Conti senza l'oste.
Eccoci accontentati.... è arrivata la candidatura di Pierfrancesco Conte (meglio conosciuto come Piero), che sarà candidato nella lista Socialisti Liberali e Popolari, i quali corrono per Michele Saccomanno come candidato alla presidenza della nostra provincia.
Certamente Piero farà pubblicare un suo curriculum anche se, in verità, è persona abbastanza conosciuta in Oria.
Sperando di non sbagliare vi ricordo in questo post qualcosa di Piero. Felicemente sposato e padre di una bambina, abita ad Oria; è stato uno dei dirigenti della Compagnia Teatrale Popolare Oritana, nonché l'ultimo Presidente, se si considera che il sodalizio si è sciolto nel 1998. Promotore finanziario, bravo e preparato, attualmente lavora per la Zurich Assicurazioni, mentre fino all'anno scorso era il sub agente in Oria della Reale Mutua Assicurazioni. Le sue precedenti esperienze politiche sono le seguenti: nel 1993 si candidò nella lista dei Socialdemocratici nelle elezioni amministrative locali; nel 2001 fondò insieme ad altri il Movimento Politico ProgettOria, nella cui lista si candidò a sostegno del candidato sindaco Dr. Roberto Carucci; dopo poco più di un anno abbandonò detto progetto politico e politicamente si avvicinò all'Ingegnere Cosimo Pescatore, il quale, eletto nella lista del Nuovo PSI, dall'opposizione era passato ad essere uno dei 10 Consiglieri di maggioranza che consentirono al Prof. Cosimo Moretto di portare a termine il proprio mandato amministrativo. L'assessore di riferimento del Nuovo PSI fu il geometra Massimo Di Noya. Nel 2006 il Nuovo PSI non presentò una propria lista alle elezioni amministrative locali, ma tutti noi sappiamo che l'Ing. Pescatore & C., diedero una mano al geometra Mauro Marinò che si candidò nella lista di Forza Italia, e ne uscì eletto. In molti sanno anche che in occasione del primo Consiglio Comunale, nel luglio 2006, il predetto, abbandonando F.I. dichiarò voler cambiare casacca e vestire quella del Movimento Socio-Politico Impegno Sociale. Suo assessore di riferimento venne nominato appunto Piero Conte, con delega allo Sport, Turismo e Spettacolo. Dopo circa un anno, nell'estate 2007, si registrarono le sue dimissioni a causa di forti contrasti all'interno della stessa maggioranza e con il Sindaco. Successivamente Mauro Marinò fuoriuscì da Impegno Sociale ed insieme a Tony Fullone costituì il MIO (Movimento Indipendente Oritano) dichiarandosi parte integrante della maggioranza, ma, come disse qualcuno, per loro "non c'era più trippa per gatti" ed oggi si ritrovano, insieme ad altri consiglieri, a dichiarare pubblicamente di appartenere al PDL, anche se in pratica appoggiano il candidato presidente alla provincia di opposta fazione, Massimo Ferrarese.
Tornando all'amico Piero Conte possiamo dire che, con coerenza, ha conservato il suo DNA socialista, pur nella consapevolezza che qualcuno può giudicare quasi paradossale che una forza di sinistra appoggi un candidato Presidente espressione di Alleanza Nazionale, oggi PDL, così come altrettando in modo paradossale sull'opposta sponda Uccio Curto & C. (ex aennini) corrono su un carrozzone cui siedono socialisti, ex comunisti, etc..
Per leggere qualcosa circa i Socialisti Liberali e Popolari in terra di Brindisi potete cliccare QUI.
Foto e Testi © OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

domenica 26 aprile 2009

L'assessore Angelo Mazza sbugiarda il sindaco di Oria

Ricordate il mio post datato 19 aprile scorso in cui vi dicevo di aver pubblicamente contrastato il sindaco di Oria circa la sua affermazione (documentata con un video) "con il varato aumento TARSU per una casa di 120 mq. si pagherà 1 (uno) euro in più al mese"?
Orbene con un comunicato stampa pubblicato sul sito web del Comune il Dr. Angelo Mazza, assessore al Bilancio, Programmazione, Fiscalità e Attività Produttive, ha di fatto sbugiardato il sindaco pontificando che detta tipologia di abitazione pagherà invece 2,875 euro al mese. Si è dimenticato di dire se l'azione del sindaco è da qualificare "come demagogia" oppure "come presa per i fondelli".
Detto assessore esprime inoltre liberamente dei concetti (ma molto liberamente) scrivendo testualmente: " si evidenzia una sostanziale ignoranza delle leggi da parte di chi ha redatto (offendendo di fatto l'avvocato Tommaso Carone, capogruppo del PD, NdR) e di chi ha condiviso il volantino (offendendo di fatto tutti quei cittadini che hanno condiviso quanto affermato dall'avvocato Carone, NdR);..........."Su quest'ultima questione, al fine di tranquillizzare i cittadini che proprio dall'opposizione e dall’azione di alcuni blog sedicenti imparziali (di sicuro non può riferirsi a questo blog, in quanto sedicente non lo è mai stato , NdR) stanno subendo una vile azione di terrorismo psicologico, fissiamo l'attenzione su alcuni punti importanti:...."

Controreplicare alle libere affermazioni (diciamo.... lacunose) del pregiatissimo Dr. Angelo Mazza per me sarebbe estremamente facile.... più facile che sparare sulla Croce Rossa....... in pratica un gioco! Preferisco astenermi.... per vari motivi di opportunità.
Sappia però l'illustrissimo Dr. Angelo Mazza che non tutti gli oritani sono ignoranti (in materia) e/o che si lasciano intimidire da certi messaggi provenienti da Amministratori e/o Dirigenti Comunali. Chi vorrà capire dov'è la verità non ha difficolta a farlo, leggendo il tutto. Chi invece non è interessato a capire non ha nemmeno interesse a leggere tutto questo..... ha fatto già la sua parte di cittadino-suddito.

Vanità..... un elemento imprescindibile....

Un grazie a tutti i miei visitatori abituali. Non avrei mai immaginato di vedere due blog da me gestiti occupare primissimi posti sulla prima pagina di Google. Grazie, grazie, grazie.
Image and video hosting by TinyPic

Oria - 26 aprile - San Francesco di Paola - Premiazione Torneo Calcetto 5


Oria - aprile 1904 - allora come ora ..... periodo elettorale

Image and video hosting by TinyPic

Oria: Presentazione candidato alla provincia Mimino Ferretti, oggi domenica 26 aprile 2009 alle ore 10,30.......

.........presso il Cinema Gassman di Oria (BR).
Parteciperanno:
- L'On. Luigi VITALI, Coordinatore provinciale PdL;
- Il Sen. Michele SACCOMANNO, candidato Presidente Provincia di Brindisi.
Si prevede una massiccia partecipazione di oritani curiosi di sentire le motivazioni dell'On.le Vitali circa il suo ripensamento nei confronti del politico, nonché sindaco di Oria, Cosimo Ferretti.

Image and video hosting by TinyPic

sabato 25 aprile 2009

Oria: Parking in Manfredi's square. Ovvero una delle tante PRESE PER IL CULO del potere costituito. (sic.! ORIA CITTA' SICURA)

Carissimo Franco....
ti scrivo così per farti notare di persona, anche se la foto è abbastanza sfocata, uno dei degradi della nostra città: La Piazza Manfredi!
Image and video hosting by TinyPic
Si, lo so che hai avuto già mille volte modo di scrivere sul tuo blog dello scempio delle chianche ecc ecc.... però questa volta si tratta di qualcosa di davvero paradossale. Fino a prova contraria, la piazza resta sempre un'area pedonale....ti lascio questa foto per farti capire un poco cosa c'era ieri
sera, alle 22.30 circa, in pieno weekend...e ti lascio immaginare cosa ci sarà stasera, che è sabato. Giusto per rendere meglio l'idea, sono soliti venire a cenare presso un noto locale attiguo alla piazza campioni del calibro di Gigi Mastrangelo, Mattej Cernic e altri atleti della Stamplast Martina Franca, oltre che i continui flussi turistici che in questo periodo la fanno da padrone. Ora, cosa penseranno di noi?!? Dovranno davvero pensare che sia un paese senza controllo?!? Francesco
Caro Francesco.... non so che dirti..... o meglio avrei tante cose da scrivere in risposta a questa tua preziosa mail. Ne scrivo qualcuna: in quella piazza ha interessi commerciali un Consigliere Comunale di maggioranza (leggasi Talè Pub), possibile che non vede (come te) e non ha la sensibilità di fare qualcosa? E che dire di tanti altri cittadini di questa società civile (sic! .... come riempie la bocca sta cosa) che fanno come le famose tre scimmie? O peggio ancora come lo struzzo che infila la testa nella sabbia e lascia il culetto di fuori? Tanti di essi sicuramente ieri sera sono andati a fare la loro parte da "cortigiani" ... a fare da numero, sedendo in quel "gazebone" presso la Fiera di San Cosimo (che io non visiterò alla pari dell'anno scorso..... per una mia questione di principio), dove si è presentato il servizio della videosorveglianza. Tanti di essi non vedono, non sentono, non parlano. Questa è Oria caro Francesco.
Image and video hosting by TinyPic
©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Giancarlo Cito (ex sindaco di Taranto) ad Oria per lanciare Mino Recchia, candidato alla provincia.

Sarà il Caffè Sedile in Piazza Manfredi ad Oria ad ospitare oggi sabato 25 aprile alle ore 10:00, la presentazione del candidato al Consiglio Provinciale Mino Recchia, per la formazione politica AT6 Lega d’Azione Meridionale, guidata dall’ex-sindaco di Taranto, Giancarlo CITO, che presenzierà alla manifestazione insieme al Sen. Michele SACCOMANNO, candidato Presidente per il PDL.

venerdì 24 aprile 2009

25 APRILE - Smettiamola con la cretinata che LIBERTA' ..... è anche scegliere di dimenticare!

3 aprile 1944
"Gianna, figlia mia adorata, è la prima ed ultima lettera che ti scrivo e scrivo a te per prima, in queste ultime ore, perché so che seguito a vivere in te. Sarò fucilato all'alba per un ideale, per una fede che tu, mia figlia, un giorno capirai appieno. Non piangere mai per la mia mancanza, come non ho mai pianto io: il tuo Babbo non morrà mai. Egli ti guarderà, ti proteggerà ugualmente: ti vorrà sempre tutto l'infinito bene che ti vuole ora e che ti ha sempre voluto fin da quando ti sentì vivere nelle viscere di tua Madre. So di non morire, anche perché la tua Mamma sarà per te anche il tuo Babbo: quel tuo Babbo al quale vuoi tanto bene, quel tuo Babbo che vuoi tutto tuo, solo per te e del quale sei tanto gelosa. Riversa su tua Madre tutto il bene che vuoi a lui: ella ti vorrà anche tutto il mio bene, ti curerà anche per me, ti coprirà dei miei baci e delle mie tenerezze. Sapessi quante cose vorrei dirti ma mentre scrivo il mio pensiero corre, galoppa nel tempo futuro che per te sarà, deve essere felice. Ma non importa che io ti dica tutto ora, te lo dirò sempre, di volta in volta, colla bocca di tua Madre nel cui cuore entrerà la mia anima intera, quando lascierà il mio cuore. Tua Madre resti sempre per te al di sopra di tutto. Vai sempre a fronte alta per la morte di tuo Padre."
Paolo Braccini - di anni 36 - Medaglia d'Oro al Valor Militare.
Image and video hosting by TinyPic
Anticipo di un giorno alcune mie riflessioni sul 25 aprile con la speranza che qualche politico locale leggendomi si ricordi di celebrare in qualche modo La Festa della Liberazione, evitando così il silenzio totale che con l'anno in corso sarebbe il terzo consecutivo (Toh.... guarda caso di pari passo con la Giunta Ferretti). E' pur vero che se nel biennio precedente nulla si è fatto in merito ad Oria la colpa non può essere addebitata solo ed unicamente al centrodestra che governa Oria, ma anche al centro sinistra ed ai sindacati.
Domani se si continua a far finta di nulla è ancor più grave rispetto all'anno scorso, in quanto se in precedenza qualcuno poteva giustificarsi col fatto che il più delle volte il 25 aprile è diventato occasione di polemiche fra le opposte fazioni politiche, circa il metro di valutazione dei danni prodotti delle varie dittature, a partire da quest'anno le cose dovrebbero essere cambiate.
Infatti, come scrive ILGIORNALE.IT, In questo sessantaquattresimo anniversario del 25 Aprile lo scenario culturale e politico, non solo dell’Italia, è profondamente cambiato. Il Parlamento Europeo ha approvato il 2 aprile 2009 la Risoluzione che sancisce l’equiparazione di comunismo, nazismo e fascismo. Accolta favorevolmente da 553 deputati (con soli 44 no e 33 astensioni) la Risoluzione verte sul tema «Coscienza europea e totalitarismo». Anche da questo si avverte sempre più viva la necessità di un ampio coinvolgimento delle istituzioni per rendere possibile la più larga e libera partecipazione alle celebrazioni della Festa della Liberazione..................Pur tuttavia il 25 Aprile deve diventare festa di tutta la nazione italiana. Oggi, in un contesto politico nazionale e internazionale così profondamente mutato, il 25 Aprile deve essere una data capace di rappresentare l’identità e la coscienza nazionale degli Italiani.
In tal modo quindi verrebbero ricordati tutti i Caduti per la Libertà, anche quelli fra i vinti e con questo il mio pensiero va a quella grandissima parte di italiani che ritennero di schierarsi con la RSI. Essi si fecero carico delle responsabilità connesse alle scelte (magari non tutte o non completamente condivise) del ventennio precedente, in cui si era riconosciuta la stragrande maggioranza degli italiani, a prescindere di quelle che furono le motivazioni morali, politiche, civili, espresse sovente in prima persona, che indussero tantissimi italiani a non andare generosamente in soccorso del vincitore.
Anche Oria annovera fra i "suoi figli" dei caduti in quel periodo.
Matilde SAPONARO fu Francesco, coniugata CAVALLO, nata a Oria il il 19.05.1881 e deceduta a Torino il 14.3.1945 a seguito di fucilazione;
Emilio MONACO di Leonardo e di Maddalena Scarciglia, nato a Oria il 14.4.1898, residente a Gorizia, Guardia di P.S. in servizio presso la Questura di Trieste, arrestato a Gorizia il 23.5.1945. Risulta deportato e dato per deceduto in località ignota. (Fonti: Ministero degli Esteri Sloveno (che lo comprende tra i civili) e Dichiarazione di Morte Presunta del Tribunale di Gorizia (Cfr. Gazzetta Ufficiale parte II del 04/02/1952): arrestato da elementi slavi a Gorizia;
Antonio Ettore DE (o DI) GIOVANNI di Cosimo, nato il 09.02.1920 ad Oria, militare paracadutista Rep.Nembo, deceduto il 4.6.1944 a Settebagni (Roma). Sul libro di Nino Arena "Per l'Onore d'Italia - storia del rgt. arditi paracadutisti folgore della RSI 1943-1945" C.D.L. Edizioni a pag. 285 è pubblicato stralcio della lettera alla madre "Credimi mamma, ho fatto uno sforzo enorme per non darti un maggior dispiacere. Ma tu devi essere orgogliosa di me, sapendomi qui ed io ti prometto di mostrarmi un vero italiano qualunque siano gli avvenimenti". Muore il 04/06/1944 in combattimento contro forze anglosassoni sul fronte di Roma.

Un pensiero particolare lo voglio anche rivolgere a un grande partigiano oritano (in verità nato a Francavilla nel 1878, ma sposatosi con un'oritana, risiedeva ad Oria). Si tratta di Pasquale Galiano, grande oppositore del regime fascista in questo nostro territorio e per questo perseguitato per moltissimi anni. Morì nel novembre 1944. Trascrivo un biglietto che venne rinvenuto nella sua tomba: "A voi martire del governo fascista vi ho portato il saluto di tutti i compagni portandovi questi fiori che odorano della libertà da noi imposta al fascismo - LIBERTA' "

Concludo invitandovi ad ascoltare l'audio del famoso discorso di Calamandrei pronunciato in data 26 gennaio 1955 che è molto significativo ed attualissimo..... e non solo per i giovani! Interessante il passaggio: ".....una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica. L’indifferentismo è un po’ una malattia dei giovani . -La politica è una brutta cosa. Che me n’importa della politica?-" E la conclusione? Da rimanere a bocca aperta, eccola: "Quindi, quando vi ho detto che questa è una carta morta, no, non è una carta morta, questo è un testamento, un testamento di centomila morti. Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra costituzione."
video

Festeggiamenti San Francesco di Paola aprile 2009 (serata del 24)

Per ingrandire o per vedere singole foto cliccare sull'album.
Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa riscontrabile con un numero telefonico. Grazie.
Foto e Testi © OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

giovedì 23 aprile 2009

Il Partito Democratico di Oria a proposito della presentazione della Videosorveglianza cittadina

Image and video hosting by TinyPic

“Oria Città Sicura”, presentazione del servizio di videosorveglianza cittadina, salone di rappresentanza della Fiera S. Cosimo alla Macchia – 24 aprile 2009
In occasione della presentazione del servizio di videosorveglianza cittadina, salone di rappresentanza della Fiera S.Cosimo alla Macchia – 24 aprile 2009, che si terrà in coincidenza con l’inaugurazione della Fiera, sono stati invitati a intervenire, tra gli altri, il Vescovo di Oria S.E. Michele Castoro, il sottosegretario al Ministero dell’Interno, On. Alfredo Mantovano e il Signor Prefetto della Provincia di Brindisi Dott. Domenico Cuttaia: dette Autorità avrebbero e hanno pieno titolo a parteciparvi ed a presenziare. Ma che dire se fra gli interventi è previsto quello del Sen. Michele Saccomanno, che non avendo né alcun incarico di governo né altri incarichi istituzionali in materia, pur tuttavia è stato invitato ad intervenire? Crediamo che la risposta stia nel fatto che egli è il candidato alla Presidenza della Provincia di Brindisi per il P.D.L. nelle prossime ed imminenti elezioni provinciali. E che dire se a tanto si aggiunge che il Sindaco di Oria è il candidato per il P.D.L. alla carica di consigliere provinciale per il collegio del Comune di Oria? La risposta che il P.D. di Oria ritiene di dare a queste domande è che la presentazione del servizio di videosorveglianza cittadina è stata trasformata in una vera e propria manifestazione elettorale! E’ davvero un grave segno di scarsissimo senso delle istituzioni e un’evidente mancanza di rispetto nei riguardi delle Autorità civili e religiose invitate a intervenire, che si troveranno nell’evidente imbarazzo di offrire la loro presenza e il loro contributo per fini che sicuramente non possono condividere e che evidentemente vanno ben al di là dei rispettivi ruoli. Il P.D. di Oria coglie l’occasione per sollecitare il Sindaco di Oria a non fare di ogni incontro e impegno istituzionale un’occasione di kermesse elettorale e di evitare che la presenza di Personalità e di Autorità venga strumentalizzata per fini di parte ed elettorali. Il P.D. di Oria invita il Sindaco di Oria a fare il Sindaco della Città, non il Sindaco del proprio schieramento politico a sostegno della propria candidatura elettorale.
Oria, 23 aprile 2009
Il Circolo di Oria del P.D.

L'avv. Giovanni Pesce, di Oria, candidato al Parlamento Europeo per l'IDV, interviene sulla questione rigassificatore a Brindisi.

«IL PROBLEMA NON E’ DOVE, MA SE E’ OPPORTUNO FARLO»
«Il sindaco di Brindisi rimette sul tavolo il tema del rigassificatore ponendo l’accento sulla collocazione. Credo che il problema vero sia l’opportunità di una struttura di questo genere di cui si discute da ormai troppo tempo», a dichiararlo è l’avv. Giovanni Pesce, candidato per Italia dei Valori alle Europee nella circoscrizione del Sud Italia. «Nel corso degli anni di discussione le priorità sono cambiate e gli indirizzi di politica energetica mondiale profondamente invertiti rispetto al 2000, anno in cui si cominciano a rilasciare le autorizzazioni per gli impianti. Ormai – prosegue Pesce – il piano strategico triennale dell’Autorità per l’energia ed il gas non menziona neppure il rigassificatore di Brindisi». «La verità – conclude Pesce – è che le tendenze sono altre sul piano energetico e la vocazione del territorio pugliese e brindisino in particolare vanno in altra direzione. I benefici per il territorio in termini di posto di lavoro e di economia sarebbero troppo bassi rispetto allo stress, ambientale e di sviluppo, cui si sottoporrebbe l’area (lo stabilimento di rigassificazione presuppone l'area di attracco delle navi metaniere e lo stoccaggio del gas in serbatoi alti quanto grattacieli). Come conciliare tutto questo con il dichiarato sviluppo turistico e di qualità della zona?» (Comunicato del 21 Aprile 2009 - Coordinamento Regionale Puglia IDV).
Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa riscontrabile con un numero telefonico. Grazie.
Foto ©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

L'Associazione Culturale Musicale "Progetto Artistico Oritano" continua a volare alto.....

Dai documenti d'Archivio alla ricerca
- XI incontro -
Durante la settimana della cultura, l'Archivio di Stato di Brindisi ripropone l''appuntamento che ha lo scopo di divulgare i risultati delle ricerche condotte sui propri fondi documentari.
Quest'anno Luisa Cosi, docente di Storia e critica del testo musicale presso l’Università del Salento e di Storia della musica presso il Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce, presenterà l’opera di Concetta Pomarico:
Image and video hosting by TinyPic
Per l’occasione l'Associazione Culturale Musicale "Progetto Artistico Oritano" terrà un Concerto nel chiostro dell'Istituto venerdì 24 aprile ore 17,00.
Per approfondimenti visitare il sito dell'associazione: http://progettoartisticoritano.blogspot.com/

mercoledì 22 aprile 2009

Ha ottenuto gli arresti domiciliari il vigile urbano Gilberto Conte

Fonte: Senzacolonne, 21.4.2009
Esce dal carcere e torna a casa Gilberto Conte, il vigile urbano arrestato all'alba del 4 aprile scorso con altre tre persone (il cugino Saverio Capilunga, Alfredo Italiano e Giovanni Biasco) per tentata estorsione aggravata in concorso. Il tribunale della Libertà, accogliendo l'istanza presentata dall'avvocato difensore di Conte Pasquale Fistetti, ha infatti deciso di concedere la misura degli arresti domiciliari, non ravvisando la necessità di tenere oltre tempo l'agente di polizia dietro le sbarre della casa circondariale di Brindisi. Per conoscere le ragioni alla base del provvedimento di scarcerazione, bisognerà attendere che il giudice depositi le motivazioni. Verdetto emesso venerdì, e che ha permesso a Gilberto Conte di rimettere piede in casa già sabato mattina. Nei giorni precedenti il legale del vigile urbano aveva già avanzato istanza al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi Antonia Martalò, ma la risposta era stata negativa. Da qui la decisione di Fistetti di rivolgersi al "Riesame", ed impugnare il parere del Gip.
Intanto ieri è stata la volta dell'avvocato Roberto Palmisano difensore del cugino di Conte Saverio Capilunga. Che in attesa del pronunciamento resta in carcere assieme ad Alfredo Italiano e Giovanni Biasco. Per mesi, secondo l'accusa, avrebbero taglieggiato la società "Monteco srl", appaltatrice nell'Ato Br/2 del servizio raccolta rifiuti solidi urbani, pretendendo dalla stessa denaro e posti di lavoro per amici e parenti. In caso di rifiuto, avrebbero fatto di testa loro. Tra i più attivi del gruppo finito in galera nell'ambito dell'operazione "strade pulite": Alfredo Italiano e Giovanni Biasco, entrambi con piccoli precedenti alle spalle. Secondo quanto ricostruito in fase di indagine, i due avrebbero più volte contattato sia telefonicamente che di persona l'amministratore delegato della società, per imporgli il prezzo della cosiddetta "protezione". 50mila euro in un'unica soluzione, cui aggiungere 5 mila euro a Pasqua e Natale. Un costo che di settimana in settimana, di colloquio in colloquio, si è sensibilmente ridimensionato, raggiungendo prima quota trentamila euro, salvo poi stabilizzarsi a 15mila. Immutato invece il ticket natalizio e pasquale, mentre cinque sarebbero le persone che l'azienda avrebbe dovuto assumere nel suo organico, sempre per evitare guai. Tra questi, Saverio Capilunga, cugino della quarta persona arrestata e sabato finalmente scarcerata: Gilberto Conte.

Per favore.... chi può faccia qualcosa per fermarli... non se ne può più !!!

Il depliant che potete osservare in questo articolo è scaricabile dal sito web del Comune cliccando QUI
Qualcuno mi sa dire quanto sarà costato questo schifo di depliant realizzato con i soldi dei contribuenti? Secondo voi può essere considerato un valido mezzo di sensibilizzazione ed informazione? Osservatelo bene: nello specchietto-calendario della raccolta porta a porta manca la frazione non_riciclabile. Come intende l'Associazione Fare Verde informare gli oritani che il sabato si raccoglie detto rifiuto e che a richiesta vi sono due ulteriori prese settimanali, il martedì ed il giovedì, per coloro i quali hanno nel proprio nucleo famigliare soggetti con esigenze particolari ???
Possibile che prima di divulgare detto depliant nessuno dei signori che stamani siedevano al tavolo della conferenza stampa, in un locale del Comune, si è accorto che vi sono queste lacune?
Sic! ..... conferenza stampa! ..... per fortuna, oltre allo scrivente ed al gestore del Blog l'Oritano, erano presenti i videooperatori di TRCB e Studio 100, altrimenti capirete.... che conferenza stampa!!! Dei politici dell'opposizione manco l'ombra! Qualcuno dirà: non sono stati invitati. Evviva!!!
A proposito avete letto ciò che ha scritto il Partito Democratico nel comunicato che ho pubblicato ieri sera? L'avv. Carone, Consigliere Comunale, ha scoperto che il contratto del servizio raccolta rifiuti prevede che per la frazione umida le prese devono essere CINQUE e non QUATTRO come avviene attualmente.
Entro stasera pubblicherò i video che ho realizzato nell'occasione. Osservate bene ciò che dice l'Ing. Salvatore Caramuscio della Monteco-Cogeir. Ripete più volte che la prossima volta dovranno essere coinvolte tutte le associazioni ambientaliste operanti sul territorio e, a mio parere, lo diceva in modo molto sentito e sofferto..... quasi a farci capire che era imbarazzato per l'esclusione di Legambiente da questa Campagna che andrà a svilupparsi nei prossimi sei mesi. La Prof. Gigliola Palazzo, responsabile di Legambiente era presente alla conferenza stampa ed alla fine ho sentito che scambiava battute di disappunto con il Presidente dell'Ato_BR/2, il sindaco di Oria Mimino Ferretti. A mio parere si fa ancora in tempo a coinvolgere Legambiente..... approfittando del fatto che i depliant devono essere, a mio parere, ristampati.
Link Video: QUI
Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa riscontrabile con un numero telefonico. Grazie.
Testi ©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Udite... udite... udite! Riaperta al traffico Piazza Manfredi.......ma ?!?!?!

Image and video hosting by TinyPic
Parecchie basole si muovono e stamattina gli operai stavano già provvedendo a porre rimedio in qualche punto. Le foto seguenti sono eloquenti... si vedono alcune basole contrassegnate da croci.... Forse gli oritani potrebbero pensare: "Sacciu iu ci era a mentiri ancroci!"
Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa riscontrabile con un numero telefonico. Grazie.
Foto e Testi © OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

martedì 21 aprile 2009

Ricevo e pubblico: UN TOUR PER LE STRADE DISSESTATE

Buonasera,
scrivo per la prima volta su questo blog per farle i miei complimenti per il sito che ho scoperto solo da poco.
Trovo che il suo, sia uno strumento validissimo per condividere tra oritani e non, fatti ed eventi di varia natura che dovrebbero portare ciascuno di noi a riflettere ed esprimere considerazioni e disagi sia personali che collettivi.
A tal proposito colgo l’occasione per sollevare un problema conosciuto, ma tanto per cambiare privo di soluzione …almeno per le gomme della mia auto……..
Lavorando ed avendo due bambini piccoli, ogni mattina è ormai consuetudine andare al luna park con loro e sulle montagne russe dopo averli accompagnati al nido…….
Mi spiego meglio ….
Alle 7.30 tutti in macchina, cinture allacciate, per raggiungere il Parietone, ma giunti nei pressi del Palazzetto dello Sport, troviamo un divieto poggiato su una sfilza di transenne, l’accesso è consentito solo ai residenti a causa della strada dissestata.
Ci armiamo di santa pazienza e raggiungiamo l’estremità opposta della strada, dalla via per Francavilla, ma ancora una volta, accesso consentito ai soli residenti sempre per lo stesso motivo.
Image and video hosting by TinyPic
E’ gia tardi, la giornata è solo all’inizio, non disponendo di un elicottero, decidiamo di percorrere la strada dissestata…..allora chiedo ai bambini: a destra o a sinistra?
Per me è indifferente tanto è così pieno di buche che è impossibile non prenderne … e così si va giù….

Poi su ….ma eccone subito un’altra e ancora giù, …su e giù……abbiamo superato quota dieci buche ed il bambino è arrabbiato perché non sa contare oltre…… finalmente arriviamo al portone d’ingresso della scuola, il calvario è finito ed inizia la loro giornata ….. Solo la loro però, perchè io devo ripercorrere la strada ed avventurarmi in un percorso ancora più divertente!!!!
Devo recarmi a Mesagne e come tutti i lavoratori che raggiungono quotidianamente Brindisi o Taranto (mio marito compreso), ci tocca la strada di campagna tra il sottopassaggio della stazione ferroviaria e l’imbocco della statale…… circa 10 km di strada indecente, poiché anche questa, piena di voragini, stretta e super frequentata…….. (vedere VIDEO, ndr) nonostante i continui ripristini del manto stradale e nonostante in qualche punto non si possano superare i 10 km orari.
Mesagne in fin dei conti è vicina, ma con questi presupposti arrivarci diventa davvero difficile …intanto sono solo le 9.00, sono in giro da circa 1 ora e mezza, solo per percorrere 25 km, ma finalmente raggiungo il posto di lavoro!!!!!
Ore 14.00, finito il mio turno, mi metto in macchina e mi sale l’angoscia solo al pensiero di dover rifare tutta quella strada, così arrivo ad Oria alle 15.00, riprendo i miei figli da scuola ed alle 15.30 con il MAL DI MARE rincasiamo!

Confidando in un celere intervento DEFINITIVO E DURATURO……
PS: ma soprattutto:-A chi presento il conto del gommista?
M.Teresa, Gabriele e Christian

Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa riscontrabile con un numero telefonico. Grazie.
Foto e Testi © OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Il Partito Democratico di Oria a proposito di Fare Verde, Raccolta Differenziata, richiesta dati catastali da parte dell'Ufficio Tributi, etc....

Image and video hosting by TinyPic
Oria, 21 aprile 2009
SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI – RACCOLTA DIFFERENZIATA – ATO BR/2 - ORIA
In relazione all’annunciata campagna di informazione e sensibilizzazione sociale tesa al sostegno della raccolta differenziata ed al riciclaggio dei rifiuti, realizzata da FARE VERDE Puglia in collaborazione con il Comune di Oria, la Provincia di Brindisi, L’ATO BR/2, l’ATI Monteco Cogeir e il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, qualche spunto utile alla riflessione circa la bontà e l’utilità dell’iniziativa.
Presidente Onorario regionale dell’associazione FARE VERDE PUGLIA è il consigliere comunale del PDL Francesco Greco (ex AN), uno degli undici consiglieri su venti che sostengono l’incompetente e incapace amministrazione Ferretti;
la rappresentante del gruppo locale di Oria di FARE VERDE PUGLIA è Lolita Biasi, moglie del consigliere comunale Francesco Greco;
che si faccia tutto in casa al Comune di Oria?;
il Comune di Oria o l’ATO BR/2 non hanno ritenuto in alcun modo di avvalersi di altre associazioni pure presenti e operanti sul territorio, tra le quali Legambiente;
ad Oria non viene premiato il merito o il confronto delle proposte;
questa campagna di sensibilizzazione appare tardiva, e forse si stanno anche sprecando i soldi dei contribuenti, in quanto la raccolta differenziata è già partita e le campagne di sensibilizzazione esprimono tutta la loro efficacia quando sono idonee a formare e promuovere il valore socio ambientale della raccolta differenziata e la condivisione, la partecipazione e l’informazione dei cittadini;
prima dell’avvio del servizio né il Comune di Oria, né l’ATO né la Monteco hanno fatto nulla di rilevante ed efficace, sol che si pensi al fatto che nessuno aveva ed ha programmato e progettato una adeguata campagna di sensibilizzazione fra la cittadinanza;
la Monteco addirittura nel gennaio 2009 affermava che il miglior mezzo per diffondere la raccolta differenziata era il passa parola e che avrebbe provveduto ad informare e sensibilizzare solo con manifesti, volantini e locandine;
mezzi evidentemente di gran lunga più economici di campagne adeguatamente organizzate all’altezza delle migliori tecniche informative e di comunicazione, volte a sensibilizzare ed informare la cittadinanza sula raccolta differenziata in un Comune, quello di Oria, maglia nera per la percentuale di raccolta raggiunta nei mesi e negli anni passati;
i cittadini sono stati, e sono tutt’oggi, costretti a ritirare i contenitori per la raccolta presso il Comune di Oria e non si è fatto nulla, né si sta facendo nulla, per assicurare la consegna a domicilio dei contenitori;
il nostro Ferretti, nella sua triplice qualità di Sindaco, Presidente ATO e candidato per il PDL alle prossime elezioni provinciali, sta invece nascondendo che:
ha aumentato la TARSU di almeno il 25-30% a carico dei cittadini oritani;
non fa rispettare il contratto e il capitolato di appalto che prevedono che la raccolta della frazione umida avvenga cinque volte a settimana, concedendo, non si sa perché e per come, alla Monteco di provvedere al prelievo solo quattro volte a settimana;
vuole realizzare sul territorio di Oria una discarica a servizio dell’ATO BR/2, senza che di ciò ne sappia niente nessuno;
non ha mai avviato alcuna seria iniziativa né ha mai emanato alcun concreto provvedimento volti a ridurre la elevatissima evasione della TARSU;
sta conducendo una campagna terroristica ai danni dei cittadini, con migliaia di avvisi inviati in questi giorni, minacciandoli di sanzioni anche di diverse migliaia di euro se non comunicheranno al Comune dati di cui il Comune è già in possesso (il numero e la composizione dei nuclei familiari) o che (i dati catastali degli immobili per i quali deve applicarsi la TARSU) dovrebbe conoscere o che per conoscere dovrebbe, per obbligo di legge (norme in materia di semplificazione di procedimenti amministrativi), rivolgersi al catasto o all’Agenzia del Territorio;
sta approfittando della disponibilità e della sensibilità dei cittadini di Oria che stanno collaborando con abnegazione e senso civico nella raccolta differenziata, modificando ed imponendosi comportamenti ed abitudini personali e familiari, ricambiandoli con l’aumento delle tasse e con le minacce terroristiche di multe e sanzioni;
sta strumentalizzando ogni iniziativa in materia di raccolta differenziata per fini esclusivamente e smaccatamente propagandistici ed elettorali, utilizzando e svilendo i ruoli istituzionali di sindaco e presidente ATO.
Il tutto nella più ferma convinzione della bontà e della necessità della raccolta differenziata dei rifiuti.
Il Circolo di Oria del Partito Democratico
Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa riscontrabile con un numero telefonico. Grazie.

La vox populi era fondata.............

Cliccare sull'immagine seguente:Il tutto è correlato all'articolo precedente su questo blog.

lunedì 20 aprile 2009

MONNEZZA = SOLDI.... ma non per tutti !!!

Ricordate il mio articolo datato 27 gennaio scorso con il quale accennavo a dei soldini che doveva elargire la Regione Puglia per “Sviluppo di campagne di sensibilizzazione per l’incremento della raccolta differenziata”.?
Pare che un pò di quei soldini siano arrivati anche nell'Ato BR/2, di cui fa parte Oria.
Una vox populi mi ha riferito che "la campagna di sensibilizzazione" dovrebbe essere svolta dall'Associazione Ambientalista Fare Verde, il cui Presidente Regionale Onorario è l'Avv. Francesco Greco, Consigliere Comunale di maggioranza ad Oria, (cliccare QUI per conoscere i Gruppi Locali nella nostra zona) e che è previsto un rimborso spese fino a 14.000 (quattordicimila) euro per documentata attività pubblicitaria (non ho capito se solo per Oria o per tutti i Comuni in cui si fa raccolta differenziata nell'Ato_Br/2).
La domanda nasce spontanea: "perché Legambiente è stata esclusa? Forse non ha presentato alcun progetto?" E dire che inizialmente, come affermava la Monteco-Cogeir in un comunicato stampa del gennaio scorso, Legambiente collaborava in maniera integrata insieme all'Amministrazione Comunale e a Fare Verde la (cui sede regionale è in Oria alla Via Kalefati, n°2..... cliccare==>QUI) , "per assicurare il raggiungimento degli obiettivi previsti ed al fine di raggiungere in maniera capillare tutte le utenze del territorio"
Chi desidera inserire commenti a questo articolo può inviarmi una mail con identità certa. Testi ©OriaOggi. E' vietata ogni riproduzione, anche parziale, senza preventiva autorizzazione.

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...