domenica 31 agosto 2008

QUO USQUE TANDEM...................

Quo usque tandem abutere, Amministrazione Comunale, patientia nostra?
Le seguenti foto sono molto eloquenti..... si riferiscono all'angolo Via Manduria-Via G. De Marzo, altezza civivi 37 e 39, a due passi dalla centralissima Piazza Manfredi e a venti metri dalla zona che dovrà essere "civilizzata" con le strisce blu. Questa mattina alcuni residenti che abitano lì vicino, esasperati e stanchi di farlo presente a chi di competenza, mi hanno chiamato per un mio interessamento attraverso il mio blog. Nel ringraziarmi si sono dichiarati disponibili a mettere nero su bianco tutto con in calce la propria firma. Mi dicevano che si vergognano quando notano passare a piedi turisti che guardano e commentano indignati tanta "inciviltà". Penso che il Comune debba intervenire quanto prima, nell'interesse generale, e colmare quel vuoto che una volta serviva come accesso a due porticine (oggi murate) poste al disotto del piano stradale (ai civici 37 e 39).
E' evidentissima inoltre la situazione di costante pericolo per i pedoni, nel percorrere detto pezzo di strada cittadina.


ORITANI: PREPARATEVI CHE ADESSO IL SINDACO CI CIVILIZZA

Fusse che fusse la volta bbona? Vi ricordate gli articoli in questo blog ( cliccare QUI e QUI relativi ad un bando esplorativo da parte del Comune per reperire una ditta specializzata che possa gestire i parcheggi a pagamento in città? E' notizia di questi giorni che la procedura volge al termine. Infatti in Comune dovranno vagliare le tre offerte pervenute per poi affidare il servizio e porre fine (si spera) a quegli inutili segnali stradali "burla" che hanno "abbellito" per anni Piazza Lorch, Via Manduria, Via Torre S.S.,Via Mario Pagano, Piazza Lama, Via G. D'Oria e Via D.Bonifacio e che sono anche stati oggetto di scherno da parte di alcuni organi di informazione.
Al di là dei dettagli dell’operazione giova evidenziare quanto dichiarato dal Sindaco al Nuovo Quotidiano di Puglia di Brindisi -”Prima di prendere questa decisione abbiamo fatto una sorta di sondaggio informale, sentendo soprattutto gli esercenti delle zone interessate: tutti sono stati d’accordo. Gli obiettivi che ci proponiamo, a parte gli introiti per il Comune, sono molteplici. Innanzi tutto rendere fruibili le bellezze del centro storico a chi viene da fuori e a chi vuole fermarsi nei ristoranti della zona. Con le strisce blu inoltre mettiamo Oria allo stesso livello di altre città con vocazione turistica. In ultima analisi portiamo un po’ di “civilizzazione.”-
Forse la battuta del Sindaco a proposito della "civilizzazione" è stata un pò infelice. Posso essere d'accordo sul fatto che qualcosa bisogna pur farla per arginare il degenerare della situazione carente e caotica dei parcheggi, ma arrivare a dire che le strisce blu civilizzano.... me ne guarderei bene. Occorre ben altro per civilizzare e di esempi in questo blog ce ne sono abbastanza di cose che non vanno (leggasi altri articoli relativi ai: "manifesti selvaggi"; al "degrado dell'angolo Via Manduria-Via G.De Marzo", al "non funzionamento dei bagni pubblici in Piazza Lorch"). Il Sindaco inoltre fa un accenno ad altre città a vocazione turistica e dimentica che Oria non riesce ancora a fregiarsi dell'appellativo di "città turistica" o "città d'arte" perché non ha inoltrato la prescritta richiesta (cliccare QUI) alla regione Puglia. Un piccolo accenno vorrei dare anche al fatto che sono stati sentiti informalmente gli esercenti delle zone interessate. Lo trovo giusto, ma sarebbe stato opportuno, a mio parere, sentire altrettanto informalmente anche i cittadini (torno a ricordare il contenuto dell'art.63 dello Statuto Comunale che prevede la convocazione della Consulta delle Asssociazioni). Ah... già! Dimenticavo.... gli esercenti pubblici hanno un peso notevole in Oria (vedasi luminarie in Piazza Manfredi montate in un certo modo per volere degli esercenti; vedasi Via Visciglio e Via Francavilla, la cui viabilità è fortemente compromessa per la presenza di magazzini ortofrutticoli). Concludo con un accenno alla possibilità occupazionale: la ditta dovrebbe selezionare e formare il personale (se non ricordo male almeno 3 unità) da adibire ai servizi “Ausiliario del traffico”.
P.S.: Ricordo un altro sindaco in passato che pensò che una certa struttura (traliccio Telecom di Via Toti) portava "civilizzazione".

VIDEO PROCESSIONE SAN BARSANOFIO

FESTA SAN BARSANOFIO: LUMINARIE - NOVITA' IN PIAZZA MANFREDI

In questi giorni si è sentito un gran numero di oritani esprimere il proprio dissenso per la decisione di installare, in Piazza Manfredi, le luminarie (villa) in modo molto distante rispetto alle pareti dei fabbricati. Il motivo di ciò pare sia da ricercare nella necessità degli esercenti (bar e simili) di tenere lo spazio libero davanti ai propri locali dove sono ubicati i tavolini. E' parere sempre più diffuso che il fenomeno occupazione suolo pubblico da parte degli esercenti bar e simili di tutte le piazze oritane sta assumento toni allarmanti. Sembra un'esagerazione, ma non lo è: in certi punti riesce difficile passeggiare a piedi con la famiglia, magari con passeggino al seguito. Nella foto (cliccare sopra per ingrandire) è evidenziata dalla freccia rossa la struttura delle luminarie visibilmente spostata verso il centro rispetto agli anni scorsi.

N.B.: La prima foto a sinistra è stata scattata la sera della festa, 30 agosto, mentre le altre 3 il giorno dopo a mezzogiorno.

sabato 30 agosto 2008

DISCRETO PIAZZAMENTO IN GOOGLE

Cliccare sull'immagine per ingrandire.
Ogni tanto un pò di vanità........ Sette mesi fa quando ho creato questo blog non immaginavo di ritrovarmi in prima di pagina di google ed in sesta posizione. Grazie a tutti voi .... ma consentitemi un grazie particolare a due meravigliosi compagni di ventura: Antonello D'Amico (gestore di oritanoBlog) e Claudio Matarrelli (gestore di oria.Info, oltre che esperto in questioni internet).
Ai predetti ultimamente si è aggiunto l'amico di sempre Tonino Carbone (un uomo, un fotografo, un mito!)...... e proprio oggi ho scoperto l'esistenza di un neonato blog: www.oria-invideo.blogspot. Non so chi è l'amministratore ma il mio sesto senso mi dice che è una persona amica.
Non posso non citare anche Domenico Biondi del blog piazzablebiscito-il diavoletto di Ceglie Messapica e Giacomo Nigro admin del blog cegliemessapica.splinder.com e tanti altri ancora.
Un pensiero va anche a tutti coloro che hanno inserito commenti con il proprio nome o con nickname. Colgo l'occasione per salutare l'amico Cartoon, il quale proprio stasera mi ha fatto capire che non ha gradito il fatto che non gli ho pubblicato un commento, mentre ad altri pseudo-anonimi negli ultimi giorni qualcosa l'ho concessa. Non ritengo opportuno spiegare pubblicamente le ragioni della mia decisione..... aspetto che Cartoon (il quale mi ha classificato censore) pubblichi il suo preannunciato attacco nei miei confronti su un altro sito.
Aggiungo...... per gli amanti della statistica...... che in questo momento il contatore visite ShinyStat ha totalizzato 34.817 visite per un totale di 73.256 pagine viste.

CONVOCATO CONSIGLIO COMUNALE SU PRESUNTA INCOMPATIBILITA' REVISORE DEI CONTI

E' stato convocato per il pomeriggio del 3 settembre prossimo il Consiglio Comunale richiesto dal Partito Democratico per discutere della presunta incompatibilità del Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti presso il Comune con la carica di Revisore Unico dell'ATO BR2.
...............leggere articolo correlato in questo blog (cliccare QUI)

venerdì 29 agosto 2008

RICORSO AVVERSO L'INSTALLAZIONE DI DOSSI ARTIFICIALI IN CITTA'


Leggere su.................==>OritanoBlog

ORIA....... Comune "canaglia" ?

Di seguito una dichiarazione dell'Assessore regionale Losappio sulla raccolta differenziata in Puglia.
Esistono i comuni “canaglia” che se ne infischiano della raccolta differenziata dei rifiuti nel proprio territorio?
L’espressione è un po’ forte, ma è anche vero che dopo finanziamenti per oltre 40 milioni di euro a Province ed ATO, dopo molteplici accordi di programma e di filiera, dopo diverse campagne di informazione e nell’avvicinarsi dell’entrata in vigore (1 gennaio 2009) della nuova ecotassa che penalizzerà i Comuni disattenti e premierà quelli virtuosi l’atteggiamento di diverse Amministrazioni locali pugliesi è davvero censurabile.

..................continua a leggere il COMUNICATO STAMPA DELLA GIUNTA REGIONALE PUGLIESE

Disinfestazione e pulizie strade ad Oria

In questi giorni l’amministrazione comunale ha emanato il seguente comunicato stampa: ORIA - Continua l’opera di disinfestazione di alcune zone della città di Oria ed anche l’opera incessante della pulizia di interi quartiere del paese. Il sindaco Cosimo Ferretti, l’Assessore all’Ambiente Giuseppe De Stradis e l’intera amministrazione, desiderano offrire un ottimo biglietto da visita non solo ai cittadini residenti ma anche ai tanti turisti che in questo periodo hanno visitato la nostra bellissima cittadina con una pulizia valida, come è prevista nel regolamento.
«Le strade pulite alla perfezione e gli elogi della gente non si sono fatti attendere. E’ sempre difficile intercettare le esigenze dei cittadini... CONTINUA su oria.blogolandia

giovedì 28 agosto 2008

LA COMPAGNIA MILITES FRIDERICI II DI NUOVO A LORCH

La compagnia d'arme "Milites Friderici II" è giunta nella giornata di oggi nella città gemellata tedesca di Lorch nel Baden Wurtemberg, terre che diedero vita agli Hohenstaufen, dinastia da cui deriva l'imperatore Federico II. La compagnia d'arme era già stata ospite nel giugno scorso della cittadina tedesca. Questa volta l'invito è venuto dall'amministrazione comunale in occasione delle giornate organizzate per l'anniversario della morte di Irene di Bisanzio, moglie di Filippo duca di Svevia a sua volta fratello di Enrico VI padre di Federico. Il 30 agosto presso il monastero di Lorch la compagnia d'arme darà vita all' accampamento medievale e ad uno spettacolo ricco di combattimenti e scene mozzafiato. Inoltre, sempre nella stessa serata, all'interno della chiesa dove è posta la tomba di Irene, sarà celebrata la suggestiva cerimonia d'investitura del Cavaliere.
Approfondimenti su==>www.militesfrideriii.it

29 e 30 festeggiamenti San Barsanofio

E’ tutto pronto in città per i festeggiamenti in onore di San Barsanofio, protettore di Oria e dell’intera diocesi.
Programma civile
l’artistica illuminazione di piazze e strade sarà curata dalla premiata ditta f.lli PARISI DI Taurisano (LE)
venerdì 29 agosto 2008

via Torre: fiera del bestiame, derrate e generi alimentari.
Piazza Manfredi ore 8.00: gran concerto bandistico lirico-sinfonico “ORONZO DE GIORGI” città di Lecce maestro direttore Carmine De Giorgi
sabato 30 agosto 2008

Piazza Manfredi: dalle ore 8.00 presteranno servizio i concerti bandistici:
premiata grande orchestra sinfonica “Padre Serafino Marinosci” di Francavilla Fontana (BR) direttore e concertatore m° prof. Francesco Carrozzo
gran concerto musicale “Ernesto e Gennaro Abbate” città di Squinzano (LE) direttore e concertatore Grazia Donateo
ore 23:00 spettacolo pirotecnico realizzato dalla ditta “la pirotecnica salentina” di Vito D’oronzo - Guagnano (LE)
domenica 31 agosto 2008

ore 21:00 piazzale municipio - anteprima con Elisa Schiavone
Marco Masini in concerto
approfondimenti.....==>QUI

IL CASTELLO DI ORIA VERSO IL RESTAURO

Foto tratta dal sito: www.castello-oria.it
Sta per iniziare un’importante fase di restauro al castello svevo di Oria. I lavori che dovrebbero durare un paio d’anni avranno come fine il consolidamento statico e, soprattutto, il ritorno alla filologia dei piani superiori, liberandoli dalla coltre degli anni Trenta. I lavori saranno diretti dall´architetto Severino Orsàn (di origine veneta e brindisino d´adozione come il proprietario Giuseppe Romanin). Fonti bene informate riferiscono che detto architetto dovrebbe essere affiancato da due professionisti locali: gli ingegneri ............continua ==>QUI

mercoledì 27 agosto 2008

DA JOSSIE DONATIELLO RICEVO E PUBBLICO

Egregio Cav. Arpa,
approfitterei dello spazio che cortesemente mi vorrà concedere per chiarire alcune questioni che mi hanno visto, direttamente o indirettamente, coinvolto ad inizio giugno e che ritenevo ormai superate, ma che, con un recente post sul Suo blog, ha riesumato. Mi riferisco alle presunte “smargiassate”. Come credo avrà inteso, non mi è particolarmente gradita tale forma di divulgazione, sia perché non veritiera nella forma esposta, sia perché potenzialmente lesiva dell’immagine e la stima che con gran sacrificio e tenacia ho costruito in molti anni d’attività nell’ambiente astronomico amatoriale. Spero che queste mie precisazioni servano a chiarire, definitivamente, come siano andati i fatti.
Mio malgrado sono una persona ben nota, spero stimata da chi può vantare una reale frequentazione, ma per i più sono colui che lavora in Radio o presenta qualche manifestazione. Nel privato sono una persona dai vasti interessi, però è l’Astronomia la disciplina che negli anni mi ha dato grandi soddisfazioni sia in ambito nazionale sia internazionale. Al costo di sembrare immodesto (ma il mio trascorso da Ufficiale bersagliere talvolta lo impone, nel rispetto del decalogo della specialità…), mi permetta di tracciare un breve curriculum di quanto abbia fatto in oltre 25 anni solo in campo astronomico: servirà a spiegare meglio alcuni passaggi.
Dopo tante letture (posso, con certezza, affermare di possedere una delle biblioteche monotematiche più ricche del Salento), al 1982 risale la prima citazione in una Rivista astronomica seguita, finora, da oltre un centinaio tra osservazioni e fotografie pubblicate. Nello stesso tempo sono stato anche autore di una ventina di articoli, alcuni dei quali ripetutamente citati in letteratura. Nel 1985 (diciassettenne) sono entrato a far parte dell’International Halley Watch, la campagna osservativa internazionale della Cometa di Halley (organizzata dalla NASA e dal JPL) figurando tra gli astrofili italiani con il maggior contributo in osservazioni. Di quell’esperienza si può recuperare in Rete l’Archivio: sarà sufficiente digitare IHW associato al mio cognome in un motore di ricerca. I meriti maturati con l’IHW mi sono valsi, nel 1992, l’invito a partecipare alla Ulysses Comet Watch organizzata dalla University of Colorado at Boulder, NASA ed ESA. Le osservazioni prodotte dal team, molto meno corposo rispetto alla IHW, portarono alla scoperta d’alcuni interessanti fenomeni pubblicati su importanti Riviste e presentati in Simposi internazionali. Nel 1994, grazie ai canali aperti con l’ambiente dell’esplorazione spaziale, proposi di denominare una struttura presente sulla superficie del pianeta Venere, in omaggio alla grande Anna Magnani. La proposta fu accolta e Magnani si chiama ora un cratere di 27 Km. Nel frattempo ero entrato in contatto anche con Dan Green, editor/referee di ICQ ed anche direttore del CBAT (in Rete si troveranno tutte le informazioni su queste sigle), vale a dire chi raccoglie le segnalazioni di nuove scoperte, assegnando la paternità alle stesse. A Green, su gentile invito, nel 1997 avevo sottoposto alcune osservazioni per essere pubblicate su ICQ solo che, per varie ragioni, egli aveva continuato a rimandare, ma tornerò su quest’episodio nel seguito.
In tutti questi anni ho introdotto all’astronomia diversi giovani, alcuni dei quali sono diventati altrettanto validi astrofili. Tralascio per brevità decine di altri importanti contributi a Convegni e pubblicazioni non specializzate. In questo periodo collaboro con la sezione Comete UAI e partecipo al progetto CARA.
Non ho mai nascosto questa mia attività “parallela” amatoriale, però non ne ho pubblicizzato più di tanto i risultati sia perché, forse sottovalutando, ritenuti di scarso interesse per molte persone, sia per una forma di riservatezza per quello che ritengo un rapporto intimo con l’Universo, anche se condiviso con un ristretto gruppo di amici. In diverse occasioni ho anche proposto alcune opere a concorsi fotografici ottenendo sempre risultati lusinghieri. Proprio in una delle ultime occasioni, cedendo alle cortesi insistenze di Tonino Carbone, decisi di creare un album personale all’interno della Gallery del sito Carpediemoria pur nello scetticismo personale e dello stesso amministratore. Quell’album definito di nicchia, ha recentemente superato le 1000 visite ed una foto della Nebulosa di Orione, risulta tra i primi risultati mondiali del motore Google.
Veniamo finalmente ai fatti.
Solo un paio di settimane dopo la pubblicazione dell’album, il Dr. Russo mi contatta telefonicamente per comunicarmi di aver ricevuto una mail di un ricercatore dell’Università di Padova che chiedeva di mettersi urgentemente in contatto con me per un’importante comunicazione. Era Milani che aveva ricevuto, a sua volta, una mail da Green, il quale aveva bisogno di mettersi in contatto per chiedermi delle informazioni aggiuntive in merito al materiale da me inviato…un decennio prima e in vista della pubblicazione! Della serie: in Astronomia non si butta mai niente! Il contenuto di quello scambio di mail è strettamente personale, ma potrà essere visionato a richiesta per verificare la veridicità dei fatti.
Nei mesi precedenti ero gia accreditato per l’International Year of Astronomy 2009 e, con sorpresa, a fine maggio ho ricevuto una mail da una società privata incaricata dalla NASA di raccogliere i nomi di astronomi ed astrofili da inserire in una lista che sarebbe stata raccolta in un DVD, insieme alla lista di persone comuni che si fossero regolarmente registrate entro la fine di ottobre 2008. Sulle modalità di ricezione di quella mail resta un’aura di mistero (tanto è che il 25 agosto scorso ne ho ricevuta un’altra molto simile che mi comunica di essere stato inserito gratuitamente - perché, a quanto pare, stavolta si pagano 5000 dollari! - nella lista di una sonda in preparazione al MIT e che riceverò a breve un attestato…). Qualcuno avrà fornito il mio indizio a questa società no-profit, ma chi nello specifico? Dopo opportuna registrazione, ricevo una mail di conferma nella quale mi s’invitava, se gradivo, ad auto-stampare il certificato di partecipazione oggetto della vicenda, cosa che feci con estrema facilità: inserire nome, salva file… esattamente come “scoperto” da Oritano (alias D’Amico). Per me non era certamente una novità, già in passato (in tempi di posta cartacea) avevo ricevuto cartoline - da rispedire - per “imbarcare” la mia firma digitalizzata in CD-Rom a bordo di sonde spaziali quali la Cassini, Stardust, Deep Impact, LRO e ultima la Kepler. Nulla di trascendente o clamoroso, giusto una curiosità che comunicai sommariamente per mail a Russo, il quale mi rispose se poteva diffondere notizia.
In genere sono io stesso a confezionare i pezzi che possono riguardarmi, consapevole degli strafalcioni che comunemente si commettono avventurandosi in campi di non pertinenza. In astronomia (e non solo) anche una virgola messa male o un’omissione, apparentemente banale, può cambiare completamente il senso di un articolo… Ma quelli sono stati anche i giorni del lungo ricovero di mia madre in ospedale. Non avevo molto tempo libero essendo costretto a dividermi tra assistenza, lavoro e famiglia e - con leggerezza - delegai pensando che in ogni caso non fosse niente d’importante. Il pezzo fu pubblicato domenica 1 giugno ed ebbi la possibilità di leggerlo non prima di lunedì, quando ormai Oritano aveva lasciato il suo post in Oria.info.
Certo non mi sarei aspettato che quella che doveva essere una notizia “leggera” si trasformasse, nel giro di poche ore, in un “caso”! Purtroppo l’articolo faceva intendere (penso non volutamente) che tutta la storia fosse nata dai rinnovati contatti con il direttore del CBAT, maturati – è innegabile – grazie al sito carpediem, ma la vicenda “name in space” aveva tutto un altro connotato, certamente connesso all’inserimento del mio indirizzo e-mail in un data-base (quello del SETI@home? Del MPC? ICQ?). Per fretta, nella comunicazione avevo dimenticato di porre l’accento che la possibilità di inviare il proprio nome nello spazio era un’iniziativa non nuova, aperta a chiunque con una semplice registrazione presso il sito della stessa Società. Mi accorsi di questa dimenticanza dopo aver letto l’articolo e subito preparai una nuova mail per chiedere di inserire tale dettaglio insieme alla correzione delle imprecisioni. Cosa che feci, totalmente ignaro del post di Oritano e di quanto scritto su Agorà. Fui avvisato di questo per telefono da amici nel pomeriggio, ma a quel punto qualsiasi Errata Corrige sarebbe apparsa come un maldestro tentativo di difesa. Mia madre è rimasta in ospedale fino al 19 giugno, quando i toni si erano apparentemente stemperati, ragione per la quale ho deciso di soprassedere.
Questi in sintesi i fatti.
A questo punto sono opportune alcune precisazioni.
Il primo a meravigliarsi della facilità con cui è possibile confezionarsi un Certificato sono stato io! In effetti, la possibilità d’inserire qualsiasi nome o dicitura avrebbe dovuto insospettire chi ha pensato di aver realizzato un clamoroso scoop. La spiegazione è molto semplice: quell’indirizzo URL rappresenta solo lo strumento per auto-confezionarsi un attestato. Non si pretenderà che la NASA si metta a spedire a migliaia di persone gli attestati… Tuttavia, nel sito di Kepler Mission sembra che, per “staccare il biglietto”, sia sufficiente digitare Nome e Cognome ed eventualmente scrivere un pensiero. A tal proposito, ho contattato alcuni responsabili della NASA e del SETI per segnalare l’anomalia e chiedere spiegazione. Tra le risposte quella più interessante sembra essere quella di D. Koch:
Hi Giuseppe,
First of all this is a free Country. People can say what they want.Secondly, any control at all would mean that some how we would have to figure out what is and what is NOT acceptable. Who decides where to draw the line? What about the gray area? Who decides? How would one appeal a judgement?Finally, to set up some kind of control and review process would require a full time or more person to review the many thousands of entries (currently we receive between 500-1000 per day) and we have the resources to even scratch the surface on this.And, we do not want any mean spirited individuals to result in the vast majority of individuals to have the opportunity to express themselves.Note that you're a regular joined member.Thank you for your inquiry.
In altre parole, per non turbare la suscettibilità degli americani (si legga: i contribuenti) e non farli sentire discriminati dall’iniziativa celebrativa IYA 2009, tutti quelli che hanno deciso di inserire il proprio nome vanno a finire in un “contenitore”, assimilabile ad una raccolta firma (del tutto simile a quando si visiti una mostra), da affiancare alla lista ufficiale. Tuttavia nomi di fantasia, parolacce e pubblicitari saranno opportunamente rimossi. A circa 2 mesi dalla deadline, sono stati poco oltre 30000 gli attestati, se confrontati con il milione di nomi imbarcati sulla sonda Phoenix, non mi sembra un gran successo di pubblico. Nutro seri dubbi sulla possibilità che i nomi Agorà, Oritano ecc. riescano ad andare nello spazio, mentre una concreta possibilità la avranno coloro che abbiano inserito un nome ed un cognome. Di certo non andrà nello spazio il nome del personaggio, tristemente noto, che provocatoriamente ho creato…
Chiudo con un’ultima osservazione.
Senza nulla togliere al diritto di parola e quindi di critica, inviterei a ponderare opportunamente prima di prodursi in commenti di qualsiasi genere perché Internet è ormai un oceano di parole scritte che rimangono per un tempo indeterminato, ma è anche quella piazza virtuale in cui si raccolgono informazioni sul comportamento di una persona e offrire informazioni non corrette può avere conseguenze imprevedibili. Le lascio immaginare.
Cordialmente e con stima,
Giuseppe Donatiello

Il logo IYA 2009 può essere utilizzato solo da operatori e giornalisti accreditati. Informazioni nel sito dell’INAF.
-----------------
Con piacere pubblico questa lettera del signor Donatiello, il quale in tal modo ha voluto chiarire certi aspetti legati ad altri articoli in questo mio blog (confrontare QUI e QUI)

Mi preme solo evidenziare che non ho mai fatto alcun commento relativo alla sfera personale del signor DONATIELLO. A seguito dell'articolo su Carpediemoria che così iniziava: "E' bello svegliarsi una mattina e trovare nella cassetta della posta l'attestato che ti annuncia che il tuo nome è stato inserito nella sonda Spaziale "Kepler" della Nasa, e ancora più emozionante scoprire che il mittente è Mission Specialist LRO." io ed alcuni amici scoprimmo che bastava collegarsi al sito della Nasa per confezionarsi in pochi secondi il citato attestato. Da ciò la decisione di rendere pubblica la nostra "scoperta" al fine, non lo nego, di mettere in luce quella che appariva subito una "smargiassata", la quale, oggi, a seguito della lettura della suddetta missiva, è da ritenere opera dell'amministratore del sito Carpediemoria, il quale, omettendo alcuni importanti passaggi (che avrebbero fugato qualsiasi dubbio) a lui riferiti in privato dal Donatiello ha confezionato l'articolo in modo tale da farlo apparire con degli "strafalcioni" (termine usato dallo stesso Donatiello).

Nulla di personale nei confronti del signor Donatiello che fra l'altro non conosco e della cui serietà e rispettabilità non ho motivo di dubitare. Sono convinto che dopo questa esperienza il signor Donatiello farà molta attenzione affinché non si verifichino in futuro questi incresciosi episodi, magari curando personalmente la confezione degli articoli che lo riguardano.
Franco Arpa

RICHIESTA DI CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Cliccare sull'immagine per ingrandire.

L'ATTRICE ORITANA NADIA CARBONE SELEZIONATA PER UN CORTOMETRAGGIO DEL REGISTA......

.............CONTINUA SU......TONINOCARBONE.BLOG

IL SORPASSO STORICO

CONTATORI VISITE ALLE ORE 24:00 del 26 AGOSTO 2008
CARPEDIEMORIA..................256
ORITANOBLOG......................299
ARPA-ORIA..............................304

MA QUALE INCOMPATIBILITA' E CONFLITTO DI INTERESSI !!! E' solo fantasia di qualcuno.......

Cliccare sull'immagine per ingrandire
Se pensate che sia uno scherzo...... leggete su MemorriaBlog e OritanoBlog

ATTENZIONE AI PASSAGGI A LIVELLO!!! Foto shock: Treno passa, barriere aperte

MESAGNE - Tragedia sfiorata al passaggio a livello di via Damiano Chiesa. Ieri intorno alle 14, gli automobilisti che stavano transitando per il passaggio a livello della linea ferroviaria Brindisi-Taranto hanno fatto appena in tempo per dare… la precedenza ad un treno merci in transito con le barriere del passaggio a livello alzate.
Continua su.....==>Gazzetta mezzogiorno web

martedì 26 agosto 2008

Turismo, la Puglia spreca i 7 milioni della Ue

Doveva essere la carta vincente della Puglia di Nichi Vendola sul delicato tavolo del turismo, ma dopo un tortuoso percorso scandito da polemiche e scambi di accuse, rischia di rivelarsi un’altra occasione perduta. È il caso del bando per la promozione turistica per il biennio 2007-2008, ideato dalla Regione e alimentato con un finanziamento europeo da 7 milioni di euro, soldi che adesso potrebbero riprendere la strada di Bruxelles per un semplice motivo: non sono stati utilizzati.
Per la verità le buste sono state aperte e tra le otto domande è stata scelta la proposta di Edisud, Telenorba, Ad Concord e Cotup. Ma il settore degli affari generali dell’amministrazione regionale il 12 agosto scorso ha annunciato la procedura di annullamento del bando. Il motivo: «L’esiguità del tempo a disposizione per l’espletamento del servizio», anche se il piano economico risale in realtà a febbraio 2007. E così niente da fare: la nuova immagine della Puglia nel mondo può attendere.
Continua su==>ILGIORNALE.IT

DAL SITO WWW.VIMEO.COM - ISTANTANEE DAL VIDEO DELL'ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE (ovvero gestualità politica)

Questi fotogrammi non sono di mia proprietà ma della persona ritratta che ha permesso col suo voto nell'ultimo consiglio comunale di far si che il filmato andasse a finire su www.vimeo.com



Citazione memorabile: E' molto facile andare sulla rete...... indossare il preservativo.....

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...