giovedì 15 settembre 2016

ORIA ...... E LE FESTE RELIGIOSE. Qualcosa contrasta con le disposizioni dei vescovi pugliesi.

Mi riferisco in particolare al testo color blu del seguente documento della

Conferenza Episcopale Pugliese   
“LE NOSTRE FESTE”  Nota pastorale su le feste religiose popolari  nelle Chiese di Puglia .
Fonte: QUI
 
Introduzione  “Nella prospettiva di una nuova evangelizzazione, anche la religiosità popolare pugliese deve superare la debolezza del particolarismo, con la ricerca del vantaggio del proprio gruppo, della propria “famiglia”, per orientarsi più responsabilmente verso la crescita della comunità ecclesiale e la limpidezza dei rapporti nella comunità civile” (1). 
Facendo eco a quanto emerso dal primo

mercoledì 14 settembre 2016

ORIA - C'ERA UNA VOLTA LA CALCE!

Buongiorno gente.
Buongiorno con una foto delle scale dell'ufficio sanitario-guardia medica (ed altro) della mia Oria.
Vi piacciono? "Mancu li cani!" Risponderà qualche oritano amante dei vecchi detti popolari locali.
Mi chiedo chi è  stato  a ideare e progettare, circa quarant'anni fa, una simile cagata.
Non credo possa darsi sempre la colpa agli architetti!!!

sabato 10 settembre 2016

ORIA - CONFERMATO GRAN GALÀ GIOCHI PARALIMPICI

Evento GRAN GALÀ GIOCHI PARALIMPICI confermato per stasera. In caso di maltempo si terrà presso il teatro dei Padri Rogazionisti (San Pasquale )

venerdì 9 settembre 2016

ORIA - DOMANI 10 SETTEMBRE GRAN GALA' DELLO SPORT PARALIMPICO PUGLIESE

Comunicato Stampa
 
La nostra  Associazione “ Divertendoci Insieme Onlus” che si occupa di tempo libero e sport per persone con diverse disabilità,  di inclusione sociale  nonché di sviluppare nella società la cultura dell’accoglienza e della reciprocità, desidera Invitare le S. V. all'evento celebrativo del decennale dell'Associazione .
Si tratta di un evento dedicato allo Sport Paralimpico Pugliese “GRAN GALA’ DELLO SPORT PARALIMPICO PUGLIESE 2016”.
L’evento patrocinato da:
- Comitato Italiano Paralimpico
- Presidenza Regione Puglia
- Provincia di Brindisi
- Comune di Oria
- Ambito Territoriale Brindisi 3
Alla  manifestazione assieme ai dirigenti della nostra Associazione, del Comitato Paralimpico ed ai rappresentanti degli Enti Istituzionali sopra indicati  saranno presenti altri personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo e saranno premiati gli  atleti  paralimpici pugliesi che si sono distinti elle diverse discipline sportive ed hanno così portato in alto il nome della Puglia.
Madrina della manifestazione sarà la nota cantante e atleta paralimpica, Annalisa Minetti, conduttore sarà il giornalista Vincenzo Sparviero.
L'appuntamento è per il 10 Settembre 2016 alle ore 20.30, presso il Piazzale Municipio ad Oria (BR).
Saranno disponibili posti a sedere a pagamento prenotabili presso:
- la segreteria dell’Associazione tel 388-5725707 E- mail segreteria.paragala@libero.it
- Filotico Salvatore 339-2499825   e mail salvatore.filotico@tiscali.it
- Antonella Sammarco  cell 339 7551918 antonia.samm@gmail.com
- Speedy Cart via F.lli Bandiera 6  e mail speedy_cart@libero.it  cell 340 4980307
Il ricavato dell’evento sarà destinato all’acquisto di un defibrillatore per le attività dell’  Associazione.

                                                                                         Il presidente Ass Divertendoci Insieme
                                                                                                           Dr. Ivan Fazzi

mercoledì 7 settembre 2016

ORIA - INQUINAMENTO ACUSTICO.

Oggi voglio parlarvi di una ricerca che ho iniziato a fare circa la normativa nazionale e regionale avente per oggetto, appunto, l'inquinamento acustico.

La motivazione di ciò è legata agli ultimi due post sul mio blog e al contenuto di una mail pervenutami dal presidente del gruppo sbandieratori interessato.

Prima di continuare a scrivere, mi preme evidenziare che non ho nulla di personale verso tutti i gruppi sbandieratori e loro singoli componenti e dirigenti. Inoltre,  sono consapevole della loro utilità sociale, però ritengo che ogni attività non può non tener conto delle esigenze, interessi e libertà altrui e di ciò dovrebbero essere imparziali garanti gli amministratori comunali.

La mail che sto per illustrarvi mi è stata inviata da un signore col quale ho rotto ogni rapporto da circa 4 anni, a causa di forti contrasti che potevano portare a gravi conseguenze per entrambi. Nonostante ciò il tizio ha avuto la baldanza di tornare ad importunarmi scrivendomi la seguente mail:

""" OGGETTO: rione -omissis- Scuola Camillo Monaco. ----
Caro Franco, sono convinto che il tuo articolo nasce più per soddisfare il Sig. -Omissis-, che questa volta ha dovuto abdicare...
Ti anticipo che anche in presenza di un Palabandiera il problema non si risolverebbe, la struttura pensata è molto piccola e all'interno sarà impossibile suonare. Aldilà di tutto, a noi serve la Camillo Monaco per collaudare il tutto e non voglio annoiarti con spiegazione di natura tecnica.

 Potevamo anche richiedere un permesso per 1 mese o 20 giorni con le dovute preiscrizioni, ma va bene così. Siccome il Sig. -Omissis- continua a non capire, gli puoi tranquillamente girare questa mail e dirgli che nel 2017, se continua a non capire, faremo una richiesta per un mese con tanto di certificazione A.R.P.A.. Ovviamente sempre con le dovute prescrizioni e nulla osta...e ti assicuro nella piena legalità.
Grazie di tutto. Presidente Gruppo Sbandieratori -omissis-"""

Orbene non intendo, in questa sede, entrare nel merito del contenuto della mail, bensì trattare l'argomento "rumori molesti" nell'interesse della collettività e quindi nell'interesse, anche, dei 4 gruppi di sbandieratori e musici locali.

Oltre venti anni fa, il Parlamento italiano ha approvato la "Legge quadro sull'inquinamento acustico" (L.26/10/1995, n°447), nonchè decreti attuativi collegati, che prevedevano Piani di Classificazione Acustica Territoriale, i cui limiti imposti dovevano poi essere rispettati da tutti.

Con LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2002, N. 3, la Regione Puglia ha dettato le “Norme di indirizzo per il contenimento e la riduzione dell’inquinamento acustico”.
Art. 1 (Finalità)
1. La presente legge detta norme di indirizzo per la tutela dell’ambiente esterno e abitativo, per la salvaguardia della salute pubblica da alterazioni conseguenti all’inquinamento acustico proveniente da sorgenti sonore, fisse o mobili, e per la riqualificazione ambientale.
2. Tali finalità vengono operativamente perseguite attraverso la zonizzazione acustica del territorio comunale con la classificazione del territorio medesimo mediante suddivisione in zone omogenee dal punto di vista della destinazione d’uso, nonché la individuazione delle zone soggette a inquinamento acustico e successiva elaborazione del piano di risanamento.
3. Sono esclusi dal campo di applicazione della presente legge gli ambienti di lavoro, le attività aeroportuali e quelle destinate alla difesa nazionale.
4. La classificazione del territorio comunale concerne la ripartizione dello stesso in sei zone........
Art.8 (Competenze del Comune)
1. Nell’esercizio delle funzioni e compiti attribuiti ai Comuni di cui all’articolo 14 della l.r. 17/2000, gli stessi provvedono, altresì, a: a) procedere alla zonizzazione acustica del territorio, provvedendo alla sua trasmissione alla Provincia per l’approvazione; b) adottare e trasmettere alla Provincia, per l’approvazione, i piani di risanamento di cui al successivo articolo 9; c) esercitare le funzioni di vigilanza e controllo su sorgenti sonore mobili e temporanee; d) approvare, avvalendosi dell’ARPA, i piani di risanamento delle imprese di cui al successivo articolo 10; e) eseguire campagne di misura del rumore procedendo all’analisi dei dati raccolti e alla valutazione del disturbo, con lo scopo di individuare la tipologia e l’entità dei rumori presenti sul territorio; f) adottare ordinanze per il ricorso temporaneo a speciali forme di contenimento e riduzione di tutte le emissioni sonore, inclusa l’inibitoria parziale o totale di determinate attività.
Art. 9 (Adempimenti e poteri sostitutivi)
1. Entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, i Comuni provvedono alla zonizzazione acustica del proprio territorio secondo i criteri indicati nella presente legge e, in ogni caso, nel rispetto dell’assetto urbanistico del territorio. 2. In ipotesi di contrasti tra Comuni limitrofi, relativi a zone contigue, la zonizzazione, limitatamente a tali zone, è operata negli stessi termini temporali, dalla Provincia, sentiti i Comuni interessati. 3. In caso di mancato adempimento della Provincia e dei Comuni, provvede la Regione, per il tramite dell’Assessorato all’ambiente, attraverso la nomina di commissari ad acta.

Con Ordinanza Sindacale n.28 del 12.4.2016, Prot.7972, il Sindaco di Oria ha reso noto che il Comune non è dotato di apposito Regolamento ai sensi di norma per la classificazione del territorio (cosiddetta: zonizzazione del territorio)........

Se la normativa non è nel frattempo cambiata, posso affermare che sono trascorsi ben 13 anni dallo scadere del termine entro il quale il Comune di Oria avrebbe dovuto dotarsi di Piano di Classificazione Acustica Territoriale (PCAT). Posso altresì affermare che ad oggi l'Assessore Regionale all'Ambiente non ha provveduto a nominare il previsto commissario ad acta?

Concludo col dire che urge un serio  Piano di Classificazione Acustica Territoriale (PCAT), attraverso il quale stabilire, fra l'altro, in quali zone  del territorio (es.: aree industriali, commerciali, sportive, possibilmente lontane da abitazioni) i Musici e Sbandieratori potranno/dovranno svolgere  le attività di preparazione/addestramento/allenamento  senza arrecare disturbo alla popolazione.

Foto tratta dal web, di proprietà dell'autore.
 

ORIA - IL PALABANDIERA, quando sarà realizzato, non potrà essere utilizzato dagli sbandieratori.

In relazione al precedente mio post (cliccare QUI) ho il piacere di informarvi che, come vi avevo preannunciato nel lontano luglio 2011, la struttura che sarà realizzata col finanziamento di 500mila euro del Ministero dell'Interno non potrà essere utilizzata dagli sbandieratori per allenarsi (cliccare QUI).

A darmi ragione, e nel contempo smentire l'ex sindaco Pomarico, è stato il responsabile di un locale gruppo di sbandieratori e musici, il quale in una mail, fra le altre cose, mi ha scritto: "".....Ti anticipo che la struttura pensata è molto piccola e all'interno sarà impossibile suonare.....  ""

lunedì 5 settembre 2016

ORIA - Che fine ha fatto il PALABANDIERA????

Sapete dirmi che fine ha fatto il finanziamento di 500mila euro ottenuto 5 anni addietro dal Ministero dell'Interno (come ristoro per problemi causati dai profughi libici) per realizzare un impianto sportivo polivalente coperto???

Il sindaco Pomarico aveva dichiarato che [l’impianto sportivo annunciato potrebbe ospitare l’ormai richiesto “Palabandiera”, ovvero un luogo coperto dove i musici e gli sbandieratori dei tre gruppi oritani potranno allenarsi 365 giorni all’anno, risolvendo così gli annosi problemi dovuti alla mancanza di uno spazio adeguato per lo svolgimento di questa attività sportiva divenuta importantissima per Oria, con l'eliminazione sia dei disagi causati dal freddo dei mesi invernali che dal suono di trombe e tamburi, non sempre "in linea" con la quiete pubblica.]

Vi chiedo questo perchè in questi giorni i residenti nei pressi della scuola Camillo Monaco stanno vivendo una situazione di disagio a causa dei rumori molesti prodotti dai tamburi, trombe e chiarine, di un gruppo di sbandieratori che ogni sera si allena nel cortile di detta scuola, in quanto autorizzati dal Comune. La problematica si è verificata già in passato ed i residenti, a seguito di proteste, avevano ottenuto che il Comune vietasse l'emissione di tali rumori molesti.

Stranamente, in questi giorni il Comune ha autorizzato nuovamente detta azione disturbatrice della quiete pubblica.

Ciò premesso, pur comprendendo le necessità dei giovani sbandieratori, non posso che manifestare la mia solidarietà ai residenti interessati al problema.

Mi chiedo:
- il funzionario comunale che ha autorizzato, ha valutato se esistono altri siti per tale attività? Esempio: area ex polveriera.
- vi è attinenza con la presenza nella maggioranza che governa la città di ben due consiglieri comunali che hanno "interessi" in detto gruppo di sbandieratori?
Ecco, mi sentivo di scriverlo ...... e l'ho scritto.

http://www.oria.online/io-gioco-legale-stanziati-500mila-e…/

lunedì 29 agosto 2016

È morto Migliu Suennu.

ORIA - Stanotte è volato in cielo il caro amico Emilio Matarrelli (Migliu Suennu).
Persona conosciutissima in paese che tanto ha dato nel sociale e per i giovani.
Chi non  ricorda il suo impegno in passato per gli sbandieratori del Rione Lama e per la realizzazione della Passione Vivente col Gruppo Teatrale LI PILLICRINI, nella quale impersonava l'apostolo Pietro. (La foto è del 3.5.2016)

domenica 28 agosto 2016

Amore per i cani = odio per le persone?

Libertà è anche paragonare l'abbandono per le vie del centro storico di bottiglie ed altro a deiezioni canine (solide e liquide), prodotte anche da randagi e quindi, in teoria, non immuni da malattie.
Quando dico "libertà"  dico che bisogna rispettare tutte le opinioni e non attaccare con pesanti offese verso la persona. Inoltre, a mio parere, l'amore per gli animali non dovrebbe mai indurre una persona ad offendere o incitare altri a bruciare la casa di coloro che la pensano diversamente.
Questo sta accadendo in questi giorni su certi spazi web.

venerdì 26 agosto 2016

DEIEZIONI CANINE nella città di Oria.

Riflettevo sul fatto che i cani al guinzaglio di pedoni/padroni  sono in gran numero superiore rispetto ai randagi (per fortuna );
Riflettevo che per deiezione canina si intende anche l'orina (piscio), liquido che non viene (e non può essere) raccolto dai proprietari o dal servizio di raccolta rifiuti;
Riflettevo sull'acre "odore" che si avverte camminando per le vie della città;
Riflettevo che sicuramente non è problema da sottovalutare ai fini igienico-sanitari di interesse pubblico;
Riflettevo che il problema potrebbe essere risolto con apposita ordinanza del sindaco che obbligherebbe i proprietari di cani a munirli di appositi pannolini.
COSA NE PENSATE?

mercoledì 24 agosto 2016

SOLIDARIZZO.......

Esprimo solidarietà nei confronti della redazione de Lo Strillone e di quanti ricevono attacchi e critiche negative per il solo fatto di esternare libere e civili osservazioni in ordine all'esito finale dei lavori di riqualificazione di piazza San Domenico-Lorch.
Consiglio a tutti di dare una lettura all'art. 21 della Costituzione Italiana ed all'art. 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.

martedì 16 agosto 2016

.

lunedì 8 agosto 2016

ORIA - RIFIUTI: DA OGGI CAMBIA IL CALENDARIO RACCOLTA PORTA A PORTA.

Cliccare sulle immagini per ingrandire.

ORIA - Le origini del Corteo Storico e Torneo dei Rioni secondo Gino Capone.

Ho letto attentamente quanto scritto dal professor Cosimo Mazza per celebrare, nelle sue intenzioni, i 50 anni del Torneo De' Rioni con una sua personalissima cronistoria titolata "Turismo...via di speranza" (cliccare QUI).

Credo invece che non si potesse fare torto peggiore alla verità storica della nascita della nostra rievocazione. Mi dispiace, ma devo dire che è sconcertante, anzi sconfortante, che un uomo come lui, contemporaneo e quindi informato dei fatti, non abbia avuto l'onestà intellettuale di raccontare come sono andate le cose realmente, ma abbia omesso circostanze e personaggi noti a tutti, tanto più a lui che ha ricoperto anche il ruolo di Presidente della Pro Loco, ruolo che gli ha consentito l'accesso a documenti (verbali, corrispondenza, relazioni) in cui queste verità, da lui omesse, dovrebbero essere ben documentate. Dico dovrebbero perchè non so come furono redatti i verbali cui faccio riferimento nè se esistono ancora.

mercoledì 3 agosto 2016

ORIA - 4 AGOSTO: PRESENTAZIONE LIBRO SU ORIA DEL PROF. D'AMICO. Ore 20;00 chiostro Montalbano.

"Sono lieto di presentare finalmente agli appassionati della storia di questa nostra città "Hyrie - Orra - Thuria - Urbs - Uria - Varia - Oira - Oria" (Ab Urbe Condita libri duo) un lavoro, questo, che raccoglie molte più notizie storiche di quante ne siano presenti nei miei precedenti lavori, tutte inserite in un contesto storico-geografico molto ampio, variegato e tale da travalicare quello limitato e ristretto dei confini locali e municipalistici, onde dare al racconto un ampia unità di azione e una larga e articolata visione di insieme con quanto è accaduto presso altre città e altri popoli con cui Oria ha avuto occasione di relazionarsi, di influenzarsi o di scontrarsi, determinando in tal modo la sua propria identità politica e la sua stessa vita civile".
Giuseppe D'Amico

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...