giovedì 28 aprile 2016

ORIA - STATUA VITTIME DEL CAPORALATO. Non tutti sanno ............

Per ingrandire e poter leggere meglio cliccare sopra l'immagine
Articolo correlato in questo blog: ==>[*]

In altro post avevo scritto: "A proposito della statua citata il progetto iniziale prevedeva che il Comune non doveva sborsare una lira, poiché la Giunta contava sulla generosità e sensibilità degli italiani , che volontariamente avrebbero contribuito con degli oboli. Questa operazione si verificò un flop (pare che furoni incassati appena 16milioni di lire..... molto di meno rispetto

martedì 5 aprile 2016

BIRRA ARTIGIANALE PRODOTTA AD ORIA. INIZIATIVA DI UN GIOVANE ORITANO CHE CHIEDE AIUTO ALLA "RETE" (possibilità di contribuire anche con soli 5 euro)

Antonio Giodice è il  nome del giovane imprenditore che ha avuto questa idea.
Per approfondimenti cliccare QUI.

martedì 22 marzo 2016

ORIA - MILLE EURO DI PREMIO PER REALIZZARE BOZZA DEL PALIO 2016 TORNEO DEI RIONI.

COMUNICATO STAMPA COMUNE DI ORIA

50^ edizione del Corteo Storico di Federico II – Torneo dei Rioni Comunicato del 18/03/2015
Bando pubblico della Città di Oria (Brindisi) per la realizzazione del Palio del 50° Torneo dei Rioni. Previsto un premio da mille euro.
La Pro Loco di Oria ha accolto con grande entusiasmo la volontà dell'Amministrazione Comunale della Città di Oria di donare il Palio della 50^ edizione del Torneo dei Rioni, l'importante rievocazione storica del periodo federiciano in programma nella città salentina come ogni anno nel corso della seconda settimana di agosto.
Una scelta condivisa, che richiama alla memoria quanto avvenne nel 1967. Cinquanta anni fa, infatti, fu proprio il comune a realizzare e donare il palio della della prima edizione della rievocazione storica. Poi, nel corso degli anni, sono state numerose le istituzioni, legate alla Città di Oria o alla figura del Puer Apuliae che hanno realizzato gli altri palii, che a breve saranno esposti in un'apposita mostra.

domenica 20 marzo 2016

ORIA - 21.2.2016: PRESENTAZIONE LIBRO 28 ANNI DI ASSOCIAZIONE MARINAI

sabato 19 marzo 2016

ORIA - DOMANI TORNA LA "PASSIONE VIVENTE DI N.S.G.C."

Comunicato Stampa per la XXII Edizione della Sacra Rappresentazione “LA PASSIONE” La Sacra Rappresentazione storico-religiosa “La Passione di Cristo” è annoverata oramai tra gli appuntamenti annuali e tradizionali della Città di Oria ed introduce di fatto, oramai da anni, i caratteristici e devozionali Riti della Settimana Santa a cui la comunità cittadina è legata da una particolare devozione. Questo Gruppo rappresenta la Città di Oria nell’Associazione Europassione per l’Italia ed Europassion, i sodalizi che a livello Nazionale ed Europeo rappresentano le varie sacre rappresentazioni che ogni anno, tra la devozione popolare, si svolgono in molte Città.

mercoledì 2 marzo 2016

ORIA - ARNEO: CONCLUSIONI ASSEMBLEA CITTADINA DEL 29.2.2016


domenica 28 febbraio 2016

CONCORSI PER DOCENTI SCUOLA: PUBBLICATI I DECRETI. PER INFO RIVOLGERSI A CISA SCUOLA ORIA

Dal rag. Franco SCHIFONE ricevo e pubblico:

 Sono stati pubblicati i decreti per il concorso per docenti di:
1) SCUOLA PRIMARIA
2) SCUOLA DELL'INFANZIA
3) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
4) SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO
5) SOSTEGNO

Le domande da inoltrare per via telematica entro le ore 14,00 del 30 marzo 2016.
Per informazioni ed assistenza:   CISAL SCUOLA Via Roma 21-
Cell. 3803734169  - 3898267259

giovedì 25 febbraio 2016

ACCADEMIA DELLA CRUSCA - NTRAMALONGA PROPONE NUOVO TERMINE LINGUA ITALIANA


mercoledì 17 febbraio 2016

ORIA - TRIBUTO ARNEO.... PAGARE? 19 FEBBRAIO, ASSEMBLEA CITTADINA PRESSO IL MUNICIPIO.

Notizie di stampa in merito alla problematica potete leggerle ai seguenti link:

1)- http://www.brundisium.net/brun/index.php/arneo-confindustria-tributo-illegittimo-intervenga-emiliano/

2)- http://www.brindisireport.it/cronaca/nuove-intimazioni-di-pagamento-dell-arneo-incontro-con-la-confconsumatori.html

3)- http://www.lostrillonenews.it/2016/02/09/arneo-ecco-le-prime-ingiunzioni-di-pagamento-lappello-liberateci-da-questo-ingiusto-balzello

ORIA - "I DIORAMI DI PASQUA O PRESEPI PASQUALI" (a cura del Gruppo di Promozione Umana)

COMUNICATO STAMPA: I DIORAMI DI PASQUA

       
  Domenica 21 Febbraio alle ore 19:30 nella Chiesa di San Francesco d’Assisi si terrà la terza iniziativa promossa dal Gruppo di Promozione Umana insieme alla Parrocchia San Francesco d’Assisi, saranno presentati in una Mostra “ I Diorami di Pasqua o Presepi Pasquali“.
           Un “diorama” è la plastica ambientazione in scala ridotta che ricrea scene di vario genere. I più antichi diorami sono probabilmente quelli realizzati nella prima metà dell'Ottocento da Paolo Savi e conservati presso il Museo di Storia Naturale e del Territorio di Calci (Pisa).
Essi sono i primi esempi di ricostruzioni tridimensionali di interazioni tra animali ed all'epoca furono ritenuti di insuperabile qualità dai maggiori musei europei. Fra gli utilizzi più diffusi dei diorami i principali sono quello ad uso tecnico, soprattutto ingegneristico e architettonico (riproduzione di edifici, oggetti industriali e superfici), di istruzione e hobbystico che permette di ricreare particolari ambientazioni in scala, cercando di ottenere effetti quanto più possibile realistici, tra questi vi sono i Diorami o presepi cosiddetti di Pasqua.
                     La Mostra dei Diorami di Pasqua che sarà presentata, prevede la ricostruzione plastica tridimensionale nella rappresentazione di alcune scene della Passione di Gesù Cristo nel tipico presepe con raffigurazioni molto suggestive ed evocative del culto pasquale. Sono stati coinvolti alcuni esperti oritani nell’arte del presepe natalizio ma che con la stessa arte si sono cimentati nella ricostruzione tipicamente artigianale nel rappresentare nei particolari i luoghi e gli ambienti dove si è svolta la Passione di Cristo. Con i loro Diorami pasquali, in questa I edizione, espongono: Maria Luisa Galiano con “ La Trasfigurazione di Gesù”, Teresa Pipino con “ L’Ultima Cena, la Lavanda dei piedi, l’Orto degli Ulivi “,Giuseppe Felice con “ La Via della Croce e la Crocifissione “ e Pierino Toscano con “La Resurrezione” che, grazie all’estro creativo e al loro ingegno, hanno realizzato le varie raffigurazioni espressione del triduo pasquale.
                     La Mostra sarà presentata ed illustrata dall’Ins. Angelo Galiano, esperto e ricercatore delle tradizioni cittadine ed è stata patrocinata dalla Città di Oria e dall’Ass. Europassione per l’Italia. Si intende proseguire tale iniziativa, anche, nel corso dei prossimi anni arricchendola con altre scene della Passione, coinvolgendo altri esperti del presepe con la finalità di creare una mostra permanente del Diorama Pasquale. Dal prossimo anno la mostra potrebbe essere, anche, ospitata presso altre Chiese di Oria. La particolare Mostra, in una suggestiva sequenza di “quadri” raffiguranti scene della Passione di Cristo, sarà visitabile tutti i giorni dal 21 al 27 marzo (Domenica di Pasqua) negli orari di apertura della Chiesa di San Francesco d’Assisi.

sabato 6 febbraio 2016

ORIA - PIAZZA LORCH: ALTRO CHE BLUFF ! (ovvero alcune cose che i signori politici fanno finta di ignorare)

Questo post è consequenziale ad altro mio post datato 18.10.2015.

Premetto che prima ancora di scrivere e pubblicare questo post ho abbondantemente riflettuto sull'opportunità di sbandierare ai quattro venti queste mie considerazioni.
Sinceramente non l'ho fatto prima poichè temevo che il mio scritto potesse essere utilizzato da uno dei tanti Ufficiali di P.G.che mi leggono, come notizia di reato ai sensi dell'art.330 del C.P.P. , con due probabili conseguenze:
 -attività di indagine della P.G. ed atti del PM che potevano causare il blocco dei lavori in Piazza Lorch;
 - essere sentito come persona informata dei fatti e quindi subire i disagi fisici ed economici per comparizioni presso il Tribunale di Brindisi. Ho deciso di farlo oggi dopo oltre QUATTRO MESI di blocco lavori e dopo aver letto un articolo de Lo Strillone circa un comunicato stampa delle forze politiche di opposizione dal titolo: "L'AMMINISTRAZIONE FERRETTI BLUFFA SU PIAZZA LORCH"

 Orbene:
- con nota Prot.n.10794/21.09.2015 il RUP, arch. Cosimo STRIDI, ha così risposto ad una interrogazione del Consigliere di minoranza Mimino Pomarico: """"......il Sindaco ha sollevato un altro problema di opportunità, ovvero, visto che gli alberi, una volta espiantati erano destinati a morte quasi certa, chiedeva se non fosse il caso di abbatterli sul posto anzichè, come previsto in progetto, reimpiantarli presso un sito indicato dal Comune, ottenendone un risparmio economico. Tale considerazione era indubbiamente legittima, ma visto che la decisione di effettuare il reimpianto era stato frutto di una negoziazione con la Regione Puglia, il sottoscritto ha ritenuto di chiedere alla stessa un parere in merito. L'appuntamento a Bari, presso la Regione Puglia, fu fissato per il 22 luglio c.a..
Alla riunione erano presenti:
 -l'ing. Francesca Pace, responsabile di linea 7.1./7.2;
-il dr. Alfredo Semeraro, responsabile di azione 7.2.1;
-il sindaco di Oria;
-il sottoscritto arch. Stridi;
 -l'arch. Maria Funiati, Direttore Lavori dell'intervento.
 Illustrata la problematica sollevata dal sindaco di Oria e la necesità di rimuovere necessariamente gli alberi di leccio presenti lungo il muro che delimita Piazza San Domenico con Via Torre Santa Susanna, in quanto posizionati a ridosso di detto muro, per il quale è prevista la demolizione ed il successivo rifacimento con una rotazione dello stesso, l'ing. Pace, decisamente contraria allo svellimento degli alberi, ha disposto, previa verifica statica del muro, di non effettuare la demolizione del muro stesso, come previsto in progetto, in modo da conservare i già citati alberi di leccio.....................................
Al fine di effettuare, complessivamente, le valutazioni sulla opportunità di effettuare le suddette modifiche, su richiesta del Direttore dei Lavori, con Determina n.721 datata 10.8.2015 del Responsabile del Settore Tecnico del Comune capofila è stata autorizzata la redazione di una perizia di variante. ............
Infine, riguardo la ventilata non correttezza dell'operato del sottoscritto e della direzione dei lavori, tengo a precisare che tutte le decisioni sono state assunte nel rispetto delle norme nazionali e comunitarie in materia di opere pubbliche e al fine di salvaguardare l'interesse generale e di non compromettere il finanziamento concesso dalla regione Puglia.""""" --------------------------------

 Mi permetto di far rilevare che prima ancora di non dubitare delle affermazioni dell'arch. Stridi ci dobbiamo convincere della legittimità di alcuni atti amministrativi pubblicati negli albi pretori online dei Comuni di San Pancrazio Salentino e di Oria, che, ad ogni buon fine, pubblico in calce a questo post. Mi riferisco alla Determina n.531 datata 11.7.2011 a firma dell'arch. Cosimo Stridi, responsabile del V° Settore - Tecnico - Urbanistico del Comune di San Pancrazio, nonchè alla Determina n.51 datata 6.3.2012 a firma dell'Ing. Lorenzo Lacorte, Dirigente l'UTC di Oria. 

 - In data 18 settembre, ovvero tre giorni prima che l'arch. Stridi scrivesse la predetta nota, erano stati espiantati gli alberi di leccio in argomento;
- il muro veniva demolito, molto probabilmente, in data 21.9.2015, ovvero in coincidenza con la data della nota anzidetta ..... in assenza della perizia di variante surrichiamata ..... in quanto non ancora redatta!
DOMANDA: è da considerare legittima la decisione di demolire tale muro in assenza di apposita perizia che doveva stabilirne anche le condizioni statiche, così come disposto dalla regione Puglia?

 Forse non tutti sanno che: - il termine di scadenza del bando per il finanziamento in questione scadeva il 6/7/2011 (compresi 30 gg. di proroga concessi dalla Regione Puglia); -CINQUE GIORNI DOPO, OVVERO DOPO CHE TUTTI I COMUNI INTERESSATI AVEVANO INVIATO LA DOCUMENTAZIONE A BARI, con DETERMINAZIONE N. 531, data di registrazione 11/07/2011, pubblicato nell'Albo Pretorio online del Comune di San Pancrazio Sal/no, l'arch. Stridi affidava i seguenti incarichi per complessivi euro 34.710,40:
 [[[[- alla Dott.ssa Candida Bitetto per l’espletamento del servizio di Assistenza Tecnica-Amministrativa e Supporto Operativo alle Amministrazioni aderenti al Raggruppamento ed al RUP nella predisposizione della documentazione propedeutica alla fase di candidatura del progetto di rete SISTEMA TERRITORIALE: “MOSAICO DELLE TERRE, DEGLI ULIVI E DEI VIGNETI”, nel rispetto del predetto Avviso Pubblico relativo ai P.O. FESR 2007-2013 – Asse VII – Azioni 7.1.1 e 7.2.1 e delle indicazioni del Servizio Assetto del Territorio della Regione Puglia, per l’importo di euro 24.710,40 IVA ed oneri compresi]]]
 [[[- all’arch. Maria Funiati il compito di coordinatrice per le attività volte alla presentazione alla Regione Puglia dei documenti di cui all’avviso pubblico, per un importo complessivo di € 10.000,00 IVA ed oneri compresi]]]] 

 - che con determinazione del Dirigente l'UTC di Oria n.130 Registro Generale in data 6.3.2012, DOPO BEN OTTO MESI, il Comune di Oria compartecipava alla spesa di cui sopra versando al Comune capofila di San Pancrazio Sal/no l'importo di euro 5.929,40.
 Nell'atto veniva specificato che il giorno 6 luglio 2011 (quindi cinque giorni prima degli affidamenti di incarico suddetti da parte dello Stridi) il Comune di Oria aveva trasmesso a Bari tutta la documentazione richiesta, con relativo progetto definitivo.
DOMANDA: Risulta in qualche modo documentata l'attività professionale svolta dalla d/ssa Bitetto e dall'arch. Funiati?

 Nel settembre 2014 a firma del RUP arch. STRIDI veniva esperita gara di evidenza pubblica per affidamento INCARICO DIREZIONE LAVORI per lotto B del finanziamento (Comuni Oria-Latiano-San Pancrazio) =IMPORTO BASE DI GARA euro 92mila=
 Parteciparono 9 professionisti e dopo apertura buste risultò prima classificata l'arch. Maria Funiati (di San Pancrazio Sal/no) con un'offerta al ribasso del 72,94% che la COMMISSIONE DI GARA classificò come anormalmente bassa ai sensi dell'art.86 del D.Lvo 163/2006 e richiedeva le dovute giustificazioni ai sensi dell'art.88 comma 1.
Giustificazioni che la Funiati puntualmente inviava e che con relazione a firma del RUP arch. Stridi venivano ritenute soddisfacenti e quindi l'offerta (pari a euro 24.898,20 + 6.688,83 per oneri vari ) era, a suo parere, "" da considerare attendibile e tale da garantire una prestazione qualificata, in quanto offre sufficienti garanzie per lo svolgimento del servizio di che trattasi e qualitativamente adeguata a soddisfare le esigenze che la prestazione stessa richiede, non ritenendo altresì necessario acquisire ulteriori chiarimenti o precisazioni per le giustificazioni dell'offerta in esame, e invitando il presidente di gara di aggiudicare......

""" (Per offerta anomala si intende un’offerta anormalmente bassa rispetto all’entità delle prestazioni richieste dal bando e che, al contempo, suscita il sospetto della scarsa serietà dell’offerta medesima e di una possibile non corretta esecuzione della prestazione contrattuale, per il fatto di non assicurare all’operatore economico un adeguato profitto.)

DOMANDA: La valutazione dello Stridi circa la congruità delle giustificazioni addotte dalla Funiati in ordine all'anomala offerta al ribasso può ritenersi libera e scevra da condizionamenti, visto il rapporto fiduciario preesistente (se si considera che -a differenza dell'incarico per la d/ssa Bitetto- non ha motivato il perchè l'abbia scelta, rispetto a tanti altri tecnici, per quell'incarico da 10mila euro)?
 Sfido io che la Funiati si poteva permettere quell'offerta ANOMALA al ribasso rispetto agli altri concorrenti.... aveva già in tasca DIECIMILA euro.

Con DETERMINAZIONE N. 909 Data di registrazione 15/10/2015 il RUP Stridi modificava ed integrava la precedente determina n.721 del 10 agosto. Di tutto parlava fuorchè del fatto che aveva fatto demolire il muro contrariamente alle indicazioni della Regione Puglia.


domenica 17 gennaio 2016

ORIA - PRESENTAZIONE LIBRO "CRIPTA DI SAN MAURO". FOTO E VIDEO.


sabato 16 gennaio 2016

ORIA - OGGI 16 GENNAIO, PRESENTAZIONE LIBRO SULLA CRIPTA DI SAN MAURO A CURA DEL GRUPPO DI PROMOZIONE MANA.

Ricevo e pubblico:
COMUNICATO STAMPA
Si terrà Sabato 16 Gennaio p.v. alle ore 18:30 presso la sala conferenze dell’Ist. dei PP. Rogazionisti la seconda iniziativa facente parte del programma di manifestazioni 2015/2016 promossa dal Gruppo di Promozione Umana.  In collaborazione con l’Ist. Antoniano PP. Rogazionisti di Oria e con il Patrocinio della Città di Oria, della Società di Storia Patria per la Puglia-Sez. di Oria e dell’Ass. Europassione per l’Italia sarà presentato il libro di  P.A. Primaldo Coco O.M. “La Cripta di S. Mauro e l’ex Convento Minoritico – Istituto dei PP. Rogazionisti – in Oria”. Studio storico-critico con documenti inediti a cura del Prof. Luigi Neglia. Per la presentazione del libro parteciperanno con gli indirizzi di saluto P. Vito Magistro, Direttore Ist. Antoniano Padri Rogazionisti di Oria, Sua Ecc. Rev.ma Mons. Vincenzo Pisanello, Vescovo della Diocesi di Oria, il Sindaco della Città di Oria, Sig.Cosimo Ferretti. L’introduzione sarà curata dal Dott. Emilio Pinto, Presidente Gruppo di Promozione Umana di Oria e seguirà l’intervento di Padre Giorgio Nalin, Superiore della Provincia Rogazionista “S. Annibale” Italia Centro Sud. Il libro sarà presentato dal Prof. Luigi Marseglia, già docente di letteratura italiana nell’Università di Bari e concluderà il Prof. Luigi Neglia, curatore del volume. Il coordinamento dei lavori di presentazione del libro sarà curato dal dott. Mimmo Spina, giornalista RAI.                                                                                                            
 Inoltre,nel corso della serata sarà presentata la Mostra Fotografica curata da P. Nicola Mogavero “dalla Grotta Basiliana di San Mauro all’Istituto dei PP. Rogazionisti”.                                                                                
Il Gruppo,dopo le precedenti tre pubblicazioni, aggiunge ancora un altro lavoro di notevole prestigio storiografico affidato al Prof. Luigi Neglia, studioso scrupoloso e profondo conoscitore di storia locale che con spirito di servizio mette a disposizione le sue conoscenze per l’approfondimento della storia e delle tradizioni della nostra Città.                                                                                  
    L’idea di questa pubblicazione nasce da un incontro con il Direttore dell’Ist. dei PP. Rogazionisti di Oria, P. Vito Magistro,che da un proficuo scambio di idee è emersa la comune necessità di conoscere e far conoscere le radici storico-religiose sulle quali si sono impiantati in Oria i Rogazionisti di Sant’Annibale M. di Francia.  Ecco, che nell’Archivio Storico dei PP. Rogazionisti di Oria era custodito uno studio dattiloscritto originale pressochè sconosciuto e mai pubblicato, nella sua interezza, di P.A.Primaldo Coco,frate minore francescano che soggiornò,anche, nell’antico convento degli Alcantarini di Oria. Egli fu un infaticabile esploratore di archivi e biblioteche e uno dei più illustri e prolifici storici del Salento.

A partire dal 1913 pubblicò numerose opere tra le quali quelle relative alle fondazioni francescane in Terra d’Otranto. Tra le numerose opere ricordiamo,anche, la pubblicazione “La foresta oritana e i suoi antichi casali” del 1919.                                                                                    
    Questo lavoro già pronto nel lontano 1945 e rivisto successivamente dal concittadino Barsanofio P. Marsella nel 1953, per varie vicissitudini non si riuscì mai a pubblicare. Circa un anno fa il Gruppo, memore delle sue finalità, prende l’impegno per pubblicare tale lavoro e, finalmente questa nuova avventura culturale, vede la luce con lo scopo di dare un ulteriore contributo all’approfondimento della millenaria storia di Oria.  Il lettore che vuole approfondire il territorio,lo sviluppo sociale e le varie vicende storiche della Città di Oria, ha a disposizione un lavoro che non si ferma alla sola cripta di S.Mauro in sé e per sé, in quanto l' autore riesce a creare intorno a questo nucleo tematico un contesto storico-religioso di ampio respiro temporale e spaziale, entro il quale inserisce, fra l' altro, le vicende millenarie della Città e della cripta stessa, originariamente utilizzata, forse, da gruppi di primitivi ed, in seguito, interessata dal susseguirsi di eremiti, Basiliani, Benedettini, clero secolare locale, Alcantarini ed, infine,  Rogazionisti. Il metodo di lavoro rigorosamente storico è caratterizzato da un costante riferimento alle fonti documentarie, indispensabili, secondo il Coco, per risalire alla verità dei fatti. Il curatore ha inserito nel testo un articolato corredo d' immagini che lo arricchiscono e lo adornano. Importante è il valore del volume: esso colma una lacuna, nel senso che costituisce il primo saggio scritto sull' argomento di proposito, come l' autore stesso afferma, un lavoro dal quale chi, da ora in poi, se ne interesserà non potrà prescindere.

La pubblicazione del libro è stata possibile, anche,con il sostegno avuto da Reale Mutua Assicurazioni di Ferruccio e Marco Calò, TSC –Tecno Sud Costruzioni s.r.l.- Ostuni e BCC-Credito Cooperativo di Erchie. Il libro, dopo la presentazione, sarà disponibile,anche, in alcune edicole di Oria.                                                                                                                                                                     Per informazioni: pinto.emilio@libero.it
 

giovedì 7 gennaio 2016

ORIA - CALENDARIO GPU: SECONDA PUNTATA

SECONDA FOTO

L’INGRESSO DI GESU’ A GERUSALEMME – foto di Ulrich Rund


TERZA FOTO
     Cattedrale
Non poteva certo mancare in questa carrellata di monumenti e di luoghi suggestivi di Oria innevata un’immagine dedicata alla chiesa più importante della Diocesi, la Cattedrale. Anche in questo caso come sta succedendo per piazza Lorch, naturalmente con le dovute proporzioni,  per costruire la nuova imponente chiesa, il Vescovo Castrese-Scaja dovette distruggere con il pretesto dei danni subiti nel corso del terremoto del 1743, la vecchia Cattedrale Romanica. Purtroppo in questo caso non possediamo naturalmente alcuna documentazione iconografica, per cui non possiamo esprimere alcun giudizio su questa chiesa. Quel poco che sappiamo lo dobbiamo dedurre dalle colonne, dai capitelli e dai bellissimi leoni stilofori conservati nell’atrio dell’Episcopio, forse  ne esistono due in marmo verde nella reggia di Caserta: ma nulla di più se non qualche descrizione abbastanza particolareggiata in alcune Sante Visite.  Anche da queste descrizioni capiamo che la Cattedrale romanica dovesse essere un piccolo gioiellino con le sue quattordici colonne, il suo rosone, l’abside ma soprattutto le tombe degli oritani più illustri, da Pier Marcello Corrado al suo più famoso fratello Quinto Mario,  a Mario Pagano a Donato Castiglione l’Argentario, a Lorenzo Corrado. Che cosa dire della foto !?: è bellissima se non fosse per quello che sembra un piccolo particolare, ma che in realtà è indicativo dell’incompetenza di chi progetta lavori di arredo urbano e dell’incuria di chi dovrebbe sorvegliare per evitare che avvengano questi danni irrimediabili all’immagine della città.  Mi riferisco naturalmente a quell’inutile lampione, mi sembra che ce ne sia anche un altro, messo a disturbare non solo la visione ma soprattutto le riprese video e gli scatti fotografici della bellissima facciata.   Vi prego poi di notare il notevole inquinamento luminoso  provocato da questo lampione che non ci permette, purtroppo, di apprezzare i colori unici che i blocchi di tufo con cui la Cattedrale è costruita, assumono nelle particolari condizioni luminose in cui è stata scattata la foto. Davvero peccato.  

ORIA - GIOVANNI CARONE, EX DEPORTATO, MEDAGLIA D'ONORE, È VOLATO IN CIELO.

I Funerali oggi alle ore 15,30 chiesa San Francesco di Paola.
http://www.arpa-oria.com/2011/01/un-vecchio-proverbio-recita-onora-i.html?m=1

Ultimi articoli

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...