mercoledì 17 aprile 2019

ORIA - CONCORSO FOTOGRAFICO "P. Pantaleone Palma".

Associazione Socio Culturale Ex Allievi Rog Oria
COMUNICATO STAMPA
APPUNTAMENTO CON L'ARTE

L'Associazione Socio Culturale Ex Allievi Rog Oria, in collaborazione con l'istituto Antoniano Maschile ed il patrocinio della Città di Oria, organizza la Quinta Edizione del Concorso di Pittura Scultura e Poesia "Sant'Annibale M. Di Francia" e la Quarta Edizione del Concorso di Fotografia "P. Pantaleone Palma".
Si tratta di due eventi tendenti a suscitare interessi culturali per l'arte pittorica, la poesia, la scultura
e la fotografia quale linguaggio delle immagini.
La partecipazione per entrambi gli eventi è estesa ad artisti, poeti e fotografi italiani e stranieri presenti su tutto il territorio nazionale con tema libero e di qualunque tendenza espressiva.
Tutte le opere, i componimenti e le fotografie saranno esposti in una grande mostra che rimarrà aperta ai visitatori dal 04/05/2019 al 12/05/2019 data in cui avverrà la premiazione.
I regolamenti possono essere scaricati dal sito www.exallievirogoria.it "richiesti per posta elettronica a oriaexallievirog@libero.it oppure ritirati presso L'istituto Antoniano Maschile di Oria.
La consegna delle opere, dei componimenti e delle fotografie è prevista per il 24/04/2019.

 

domenica 14 aprile 2019

ORIA - RINVIATA A MERCOLEDÌ LA PASSIONE DI NSGC

COMUNICATO DEL GRUPPO PROM. UMANA
Questa Associazione, visto il protrarsi del maltempo, ha deciso di rinviare la Sacra Rappresentazione a Mercoledi Santo, 17 Aprile 2019 con inizio alle ore 19,30 con le scene dall’Ultima Cena sino alla
Resurrezione.
La rappresentazione si terrà all’aperto, presso l’Istituto dei Padri Rogazionisti sito in Via A.M. Di Francia, dove al suo interno sono state individuate i luoghi dove si svolgeranno tutte le varie scene.
Resta invariata la manifestazione dell’Ingresso di Gesù a Gerusalemme secondo il seguente programma: alle ore 9,30 raduno dei figuranti e alle ore 10,30 rappresentazione scenica e partenza dalla Cappella dell’Annunziata sita in Piazza Lama per in Via Sen. Martini sino alla Chiesa di San Francesco d’Assisi. La rappresentazione terminerà alle ore 11,00 circa.

sabato 13 aprile 2019

ORIA - CASTELLO: LAVORI IN CORSO

Speriamo che sia l'inizio di un percorso che porti quanto prima alla riapertura del castello anche, e soprattutto, per scopi culturali e turistici.
Nota curiosa: importo lavori euro 25.36,38.

venerdì 12 aprile 2019

POSSIBILITA' A IMPIEGATI COMUNALI IN SERVIZIO IN ALTRI COMUNI DI TRASFERIRSI AD ORIA.

Nei giorni scorsi è stato pubblicato nell'albo pretorio online del Comune di Oria l'AVVISO DI MOBILITA’ VOLONTARIA ESTERNA EX ART. 30 DEL D.LGS N. 165/2001 E SS. MM. INT. PER LA COPERTURA DI n. 1 POSTO DI ESECUTORE AMMINISTRATIVO (Categoria B – Posizione Giuridica B1) CON CONTRATTO A TEMPO PIENO E INDETERMINATO.
Scadenza domande: ore 12:00 del 9 maggio 2019.
Mentre per le altre procedure di assunzione in corso per profili Catg. C è previsto il concorso pubblico per titoli ed esami nell'eventualità di esito negativo della procedura per mobilità, per questa assunzione la mobilità è l'unica procedura prevista (Mobilità volontaria ex art. 30 T.U.P.I. tra Enti soggetti a patto di stabilità).
Questa circostanza ha fatto si che qualche piazzaiolo ipotizzasse il cosiddetto confezionamento di camicia su misura.

ORIA - TORNA LA PASSIONE DI NSGC a cura del Gruppo Prom.Umana

Anche quest’anno, il Gruppo di Promozione Umana ha allestito la Sacra Rappresentazione storico-religiosa “La Passione di Cristo in Oria”, giunta alla XXV edizione, che introduce di fatto, oramai da anni, i Riti della Settimana Santa in Oria a cui la comunità cittadina è legata da una particolare devozione. Il Gruppo, fondato in Oria nel lontano 1982, con le sue attività vuole preservare e valorizzare tutti quegli aspetti e tradizioni identitarie della Città di Oria. Aderisce all’Associazione Europassione per l’Italia ed Europassion, i sodalizi che a livello Nazionale ed Europeo rappresentano le varie sacre rappresentazioni che ogni anno, tra la devozione popolare, si svolgono in molte Città. La Sacra Rappresentazione si terrà Domenica delle Palme, 14 aprile p.v. e si arricchisce, anche, per quest’anno, ancora di altre novità. La mattina alle ore 10,30 circa a partire dalla Cappella dell’Annunziata, ubicata in Piazza Lama, il gruppo degli apostoli con Gesù su di un asino accompagnato dalla comunità parrocchiale si recheranno presso la Chiesa di S. Francesco d’Assisi dove si rappresenterà l’Ingresso di Gesù in Gerusalemme, mentre al tramonto dalle ore 19,30, all’aperto nello scenario naturale dell’Ist. dei PP. Rogazionisti, la seconda parte della rappresentazione, con la Passione di Cristo, dall’ultima cena alla resurrezione.

lunedì 8 aprile 2019

ORIA - NOVITA' FERMATE STP PERCORSO TARANTO-TORCHIAROLO.

Ritenendolo di interesse generale, pubblico un comunicato a cura del CODACONS:

Mercoledì 3 aprile 2019,  si è svolto un incontro presso la sede della Società Trasporti Pubblici di Brindisi tra i signori  Mazza Sergio e D’Angeli Pasquale, in rappresentanza di una quarantina di lavoratori pendolari di Oria, il responsabile del Codacons di Oria, dottor Mario Sartorio e i rappresentanti della S.T.P. di Brindisi.
L’incontro era stato sollecitato dal Codacons di Oria al quale si erano rivolti i signori Mazza e D’Angeli in nome e per conto di una quarantina di lavoratori che quotidianamente si recano da Oria a Taranto dove prestano servizio presso lo stabilimento ILVA, proprio con gli autobus della S.T.P., lungo la linea Torchiarlo – Taranto,  per discutere della soppressione di una delle tre fermate che gli autobus effettuavano nel nostro comune e che, a causa dei lavori di rifacimento di piazza Lorch, erano state ridotte a due per la oggettiva impossibilità di transitare in quel tratto proprio a causa dei lavori.
Le tre fermate previste, via Torre incrocio con viale Grande Europa, via Frascata e piazza Lorch, erano state ridotte a due, via Torre incrocio con viale Grande Europa e via Frascata, causando non pochi disagi ai lavoratori che salivano e scendevano in piazza Lorch,.
Da circa cinque anni era stato chiesto alla S.T.P.  il ripristino della terza fermata ottenendo solo un parziale accoglimento di tale richiesta.
La Società, infatti, aveva acconsentito a mantenere la terza fermata in piazza Lorch solo nel periodo dal primo novembre al 31 maggio, mentre dal primo giugno al 31 ottobre e nei giorni di sabato, domenica e festivi avrebbe effettuato una variazione del percorso motivata della oggettiva difficoltà a transitare lungo via Dragonetti Bonifacio – Piazza Lorch a causa del traffico caotico e delle auto parcheggiate disordinatamente tanto da impedire quasi quotidianamente il transito scorrevole dei pullman, causando, di conseguenza, notevoli ritardi agli autobus di linea che devono rispettare, invece, tempi precisi lungo tutto il percorso.
I dirigenti della S.T.P., che avevano già predisposto un percorso alternativo, peraltro sollecitato e suggerito, oltre che dagli stessi lavoratori pendolari, anche da altri dipendenti della stessa S.T.P., hanno concordato che ad iniziare da sabato 13 aprile prossimo, in via del tutto sperimentale, gli autobus che collegano Torchiarolo a Taranto e ritorno effettueranno tre fermate: via Torre incrocio con viale Grande Europa, via Frascata e via Erodoto di Alicarnasso. Tale nuovo percorso interesserà le giornate di sabato, domenica e festivi, mentre rimarrà invariato quello attualmente in vigore  nei giorni dal lunedì al venerdì; a partire dal primo giugno e fino al 31 ottobre andrà in vigore l’orario che interesserà la fascia serale.
 La S.T.P. si è impegnata perché sia data la massima pubblicità alla variazione sia nei confronti dei lavoratori pendolari che dei conducenti degli autobus.
Al termine dell’incontro i rappresentanti dei lavoratori e del Codacons hanno ringraziato i dirigenti della S.T.P. per la sensibilità dimostrata nel venire incontro  alle richieste da tempo avanzate.

                                                                               Dott. Mario Sartorio
                                                                      Responsabile Codacons di Oria   

domenica 31 marzo 2019

ORIA - 31 marzo 1861 - 31 marzo 2019: 158° anniversario di un tragico evento.


Da qualche anno ho deciso di dissociarmi da tutti gli oritani che continuano a perpetuare questo strano oblio nei confronti di tre persone che furono ammazzate il giorno di Pasqua, 31 marzo 1861. Trovo strane tante cose in ordine alla morte di quelle persone. Trovo strano che a seguito di tanti miei articoli, nessun oritano contemporaneo che porta il cognome Pastorelli o Sartorio abbia avvertito la necessità di indagare presso l'Anagrafe del Comune al fine di scoprire se ha un legame di parentela con Marcello, Pietro e Pasquale. Trovo strano che nessuno studioso ha voluto approfondire e mettere in luce ciò che accadde in Oria 150 anni addietro, nonostante inviti in tal senso da parte del prof. Benvenuto (nel 1985) e prof.ssa Anna Maria Andriani (nel 2006).
Ricordo che Salvatore Filotico, discendente di Camillo Monaco ha dichiarato attraverso questo blog: "Personalmente considero i Sartorio ed il Pastorelli vittime incolpevoli ed inconsapevoli di un clima di violenza ed odi di parte che meritano rispetto e commemorazione." .

Stralcio da "Il Processo a Camillo Monaco" di A. Benvenuto (anno 1985)
[A noi che l'abbiamo letto attentamente, il Carteggio ci ha dato l'occasione di ritrovare molti elementi nuovi che ci portano ad essere abbastanza critici nei confronti del Monaco, vedendo in lui non tanto l'autore materiale della morte dei tre poveri disgraziati cittadini, quanto l'autore morale e l'organizzatore consapevole del fatto di sangue.
Era il giorno di Pasqua (31 marzo 1861), un giorno festivo, durante il quale i paesani solevano radunarsi in Piazza Manfredi per incontrarsi e discorrere tra loro.
Da circa due settimane era stato celebrato in Italia l'Anniversario dell'Unità e quel giorno festivo dovette essere ritenuto dai liberali abbastanza adatto perché in Oria se ne rievocasse la memoria.
Per questo motivo il Monaco aveva fatto arrestare numerosi cittadini, tra cui Cosimo Mola e Cosimo Calò, da lui ritenuti «sobillatori» in quanto avevano prezzolato dei ragazzi perché gridassero in Piazza «Viva Francesco II».
Nel pomeriggio, fu fatta sfilare la Banda cittadina per le vie del paese.
L'accompagnavano dei mestatori politici, amici del Monaco, che bastonavano e minacciavano coloro che non gridavano «Viva Vittorio Emanuele II».
Giunta in Piazza la banda, il Sergente della Guardia Nazionale, don Nicola Pinto, fu invitato dal Monaco a tenere un pubblico comizio.
Dovette esserci qualche manifestazione di insofferenza da parte di qualche cittadino fìloborbonico se il Monaco fece intervenire la Guardia Nazionale.
Il suo intervento fu cosi violento che in poco tempo giacquero per terra, in una pozza di sangue, finiti a colpi di baionetta, Marcello Sartorio, suonatore di piatti, Pasquale Pastorelli, ex borbonico, manovale, e Pietro Sartorio, padre di Marcello, suonatore di trombone.
Che l'intervento della Guardia Nazionale fosse inutile lo si deduce ampiamente dalle deposizioni rese durante il processo:
Francesco D'Amico, guardia nazionale, dichiarò che né il sabato né la domenica di Pasqua vi era ragione di temere una rivolta.
Vincenzo D'Amico disse che in quella maniera si erano voluti togliere di mezzo i «retrivi».
Angelo De Angelis, guardia nazionale, disse che la Guardia non era stata né minacciata né provocata.
Domenico Greco definì le Guardie Nazionali «schiuma di briganti», protetti dal Monaco. Giovanni Toscano, guardia nazionale, accusò il Monaco, dicendo che fu lui ad aizzare le guardie.
Domenico Trincherà affermò che a tirare colpi di baionetta fu l'Orsini, una guardia extralegale. Pietro Conte disse che non vi era bisogno dell'intervento della Guardia Nazionale in Piazza. Pasquale Attanasi affermò che era inutile la riunione in Piazza, stante il fatto che vi era pericolo di reazione. Isabella Antonini, madre del Pastorelli ucciso in Piazza, accusò di omicidio le extraguardie Orsini e Biasi e definì il Monaco « il Re del paese ».
Che l'intervento della Guardia Nazionale fosse, inoltre, provocatorio, lo si deduce dal fatto che la fazione borbonica era stata resa impotente a nuocere, giacché il Monaco aveva fatto arrestare oltre al Mola e al Calò, Angelo Masiello, contadino; Cosimo Mingolla, contadino; Cosimo De Fazio, contadino; Pasquale Barone, proprietario; Raffaele Manisco, contadino e Luciano Manisco, ex soldato borbonico, sbandato.
Dal Carteggio, infine, apprendiamo che nelle mani degli uccisi, presunti agitatori, non vi fu trovata un'arma; che il dottore Giuseppe Danusci, incaricato ad eseguire l'autopsia fu minacciato dai «liberali» e che il Giudice Istruttore permise la ricognizione dei cadaveri e l'autopsia dopo qualche giorno, quando la decomposizione era già in stato avanzato.
Un'ombra, dunque, cala su questa figura che l'opinione pubblica ha sempre ritenuto un eroe garibaldino e che in seguito al ritrovamento del Carteggio appare piuttosto un fazionario violento e prepotente.
Quale delle due immagini è la vera?
Agli studiosi la risposta!
Noi ne abbiamo voluto parlare non per desiderio di dissacrare e gettare nel fango la personalità di un uomo ma per amore della ricerca storica e della verità. Prof. Antonio Benvenuto]

venerdì 29 marzo 2019

DOMANI 30 MARZO, PASSIONE DI NSGC A MATERA CON IL GRUPPO DI PROMOZIONE UMANA DI ORIA

Il GRUPPO DI PROMOZIONE UMANA partecipa alla PASSIONE DI CRISTO in scena il 30 MARZO tra I SASSI DI MATERA, Capitale Europea della Cultura 2019. IL PROGETTO “PROSPETTIVA UNESCO”

Una performing art condivisa, una Passione dal vivo per le strade e nei luoghi più significativi di Matera, avendo come personaggi, interpreti, costumi, scenografia, attrezzeria, regia e organizzazione le comunità italiane ed europee del Teatro della Passione.
E’ questo l’evento straordinario e di grande suggestione che andrà in scena il prossimo 30 marzo a Matera nello spettacolare scenario dei Sassi, Patrimonio UNESCO dal 1993, location indimenticabile de’ “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini e, più di recente, ambientazione per The Passion of Christ (2004) di Mel Gibson.
L’iniziativa, che rientra nelle manifestazioni previste in occasione del grande evento “Matera Capitale Europea della Cultura 2019”, è promosso da Europassione per l’Italia, la rete dei 40 sodalizi italiani che operano in quasi tutte le regioni italiane e rientra in un più ampio progetto di carattere culturale e di valorizzazione delle arti e tradizioni del nostro Paese. L’Ass. Europassione per l’Italia, nata nel 2004, dal 2013, è impegnata in un percorso di valorizzazione nazionale e internazionale sul tema della Settimana Santa, finalizzato alla presentazione di una proposta di candidatura UNESCO. “Prospettiva UNESCO” è, infatti, il nome del progetto che a partire dall’attività bottom up svolta da moltissime comunità italiane per la salvaguardia delle molteplici espressioni del Teatro della Parola e della Passione di Cristo è proiettato al “Registro delle Buone pratiche di salvaguardia”, istituito con l’art.18 dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale del 2003.
L’evento in programma a Matera ha dunque un duplice obiettivo: concorrere a diffondere il nome di Matera Città Patrimonio UNESCO come Città della Passione in chiave europea, nell’anno in cui la città è Capitale della Cultura, e quello di divulgare, così come dalle raccomandazioni UNESCO, il percorso di candidatura in progress e quindi valorizzare il patrimonio culturale immateriale delle comunità della Passione.
L’evento sarà realizzato in collaborazione con: Europassion, Comune di Matera, Fondazione Matera 2019, MIBAC-ICDe Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, Federculture, ICOMOS, UNPLI, Meraviglia Italiana, Hostelling International, IRC, Conferenza Episcopale della Basilicata, Arcidiocesi di Milano.
La Passione sarà itinerante e si articolerà in diverse stazioni localizzate nei punti più suggestivi dei Rioni Sassi di Matera. Una guida-attore accompagnerà i partecipanti e gli spettatori lungo tutto il percorso facendo da raccordo, commento e narrazione della rappresentazione.
La Passione verrà ripetuta per tre volte , una delle quali sarà in lingua inglese, con partenza da Piazza Sedile alle ore: 12,00 - 15,00- 16,00- 17,00 per un totale di 18 scene, dall’Ultima Cena fino alla Resurrezione e alla pietra dell’Unzione.
La Città di Oria è rappresentata dall’Ass. Gruppo di Promozione Umana, membro del sodalizio di Europassione per l’Italia, con una propria rappresentanza, in costume, con i personaggi della Passione di Oria.

Alla realizzazione collaborano anche i musicisti dell'Associazione musicale Giuseppe Verdi di Rionero in Vulture, che prestano anch’essi "gratuitamente" il loro contributo professionale guidati dal Maestro Santoro e diretti dal Prof. De Melis.
L’evento sarà supportato scientificamente dall’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia del Mibac. La partecipazione delle singole associazioni sarà coordinata e affiancata dal lavoro di Patrizia Nardi, Responsabile tecnico-scientifico Progetto Unesco per Europassione per l’Italia; Claudio Bernardi, dell’Università Cattolica di Milano; Francesco De Melis, dell’Università “La Sapienza” di Roma, Cineasta ed etnomusicologo per il Progetto Europassion Matera 2019; Flavio Sialino Presidente Europassione per l’Italia
La regia sarà curata da Annamaria Ponzellini, regista ed esperta della comunicazione nell'ambito dei linguaggi espressivi, che con il sua opera artistica è riuscita a creare la giusta coesione tra le varie espressioni delle tradizioni della Passione italiane, fornendo omogeneità e coerenza ad una rappresentazione che merita certamente di essere vista. L’obiettivo è far dialogare le comunità sulla base di un elemento condiviso della loro tradizione e di proporre il patrimonio culturale di cui sono portatrici d’interesse all’attenzione delle istituzioni politiche e culturali di ognuno dei Paesi aderenti.

giovedì 28 marzo 2019

ORIA - CASE POPOLARI VIA TITO LIVIO: CADUTA PEZZO DI CORNICIONE .....circa 20 giorni fa.

Oltre venti giorni fa si sono staccati pezzi da un cornicione delle case popolari di via Tito Livio. Fino a qualche giorno fa la situazione è come rappresentata nelle seguenti foto. Non ho notizie certe se oggi la situazione è diversa.
Se tutto è ancora così c'è da chiedersi perché tanta lentezza nell'emettere un'Ordinanza di messa in sicurezza dello spazio in argomento e conseguenti lavori di consolidamento del cornicione.



sabato 23 marzo 2019

ORIA - 25 MARZO, CONVEGNO SULLA GRANDE GUERRA.

ORIA- Lunedì 25 marzo, a partire dalle 17,30  presso Palazzo Martini, un interessante convegno di studio dal tema: "La Grande Guerra e il Salento - bilancio storiografico e prospettive di ricerca" con importanti e qualificati interventi -
La partecipazione sarà libera e aperta a tutti.

mercoledì 20 marzo 2019

ORIA - NOTEVOLE CALO DEMOGRAFICO NEGLI ULTIMI ANNI.

Il prossimo censimento della popolazione avverrà nel 2021, mentre le prossime elezioni amministrative dovrebbero tenersi nel 2023, ragion per cui, se il trend negativo dovesse continuare, a quella data la popolazione sarà inferiore a 15mila abitanti e quindi il sistema elettorale sarà un po' differente rispetto a quello attuale. Detta novità potrebbe in qualche modo agevolare un cambiamento nella politica locale? Ai posteri l'ardua sentenza!
Cliccare sull'immagine per ingrandire.

domenica 17 marzo 2019

ORIA - AMPLIAMENTO PARCHEGGI A PAGAMENTO.

A deciderlo è stata l'attuale maggioranza che governa la città, coi voti favorevoli di due consiglieri di minoranza (Fullone e D'Ippolito), in occasione del Consiglio Comunale del 19/12/2018.

 Ecco una parte della mozione votata:
 "Di verificare la possibilità di introdurre modifiche del Servizio prevedendo nuove e/o diverse aree di parcheggio zona blu, una diversa distribuzione degli stalli sul territorio…………."

venerdì 15 marzo 2019

ORIA - SEGNALETICA ORIZZONTALE E STALLI DI SOSTA. Occorre chiarezza!

Image and video hosting by TinyPicA MEZZO PEC

Al Segretario Generale del Comune di             Oria
Al Responsabile della Polizia Locale di           Oria
e, p.c.: Al Prefetto di                                      Brindisi
Al Sindaco di                                                     Oria

RICHIESTA DI ACCESSO GENERALIZZATO
(art. 5, c. 2, D.Lgs. n. 33/2013)
 
Io sottoscritto ARPA Francesco, ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, c. 2, D.Lgs. n. 33/2013, disciplinante il diritto di accesso generalizzato ai dati e documenti detenuti dall’Ente,

CHIEDO:
di ottenere copia della delibera di Giunta Comunale o Determinazione del Responsabile del Settore Polizia Locale, che nei mesi scorsi ha permesso di eliminare uno dei due stalli di colore giallo riservato ai disabili, presenti nelle adiacenze di ognuna delle farmacie della città, sostituendoli con stalli di colore rosa. Per quanto occorrer possa, rappresento che a tutt’oggi nell’albo pretorio dell’Ente non è stato pubblicato nessun atto relativo alla problematica in argomento.

Evidenzio altresì di essere a conoscenza del contenuto della delibera di Giunta Comunale n.05/2017 che ha istituito il servizio parcheggi a pagamento. Tale atto prevede la realizzazione di n.430 stalli di colore blu, ma non fa menzione alcuna a stalli di colore rosa.
Peraltro, l’articolo 137, comma 5, del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada, indica i colori previsti per la segnaletica orizzontale: bianco, giallo, azzurro e giallo alternato con il nero.

DICHIARO:
di voler ricevere quanto richiesto al proprio indirizzo di posta elettronica certificata: francesco.arpa@pec.it
Cordiali saluti.
(Si allega copia del proprio documento d’identità).
Oria, lì 15 marzo 2019

martedì 12 marzo 2019

ORIA - OGGI CERIMONIA COMMEMORATIVA DELLA FINE DELLA GRANDE GUERRA

ORIA - FORTE VENTO ABBATTE RAMO DA ALBERO NEI PRESSI INGRESSO SCUOLA "DE AMICIS"

Nelle prime ore di oggi il fortissimo vento che sta flagellando tutto il Salento ha provocato l'abbattimento di un grosso ramo da un albero nei pressi dell'ingresso del plesso scolastico De Amicis. L'evento si è verificato fortunatamente prima dell'ora di ingresso a scuola e non si registrano danni a persone e/o mezzi. Sono intervenuti operai del Comune che hanno provveduto a liberare la sede stradale.
Auspico una verifica delle condizioni degli altri alberi, nonchè la staticità del cornicione dell'antica chiesa (oggi auditorium) di San Giovanni Battista.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...